Come i candidati presidenziali utilizzano l'email marketing

2016 elezioni

Un paio di elezioni fa ho commesso l'errore di pubblicare alcuni articoli politici su questo blog. Ho colpito un nido di vespe e ne ho sentito parlare per mesi. Questo non è un blog politico, è un blog di marketing, quindi terrò i miei commenti per me. Puoi seguirmi su Facebook per vedere i fuochi d'artificio. Detto questo, il marketing è il fondamento di ogni campagna.

In questa campagna vediamo Donald Trump che scodinzola il cane dei media tradizionali come un vero professionista. È sotto i riflettori da anni e sa come convincere la gente a parlare di lui. E senza dubbio ha funzionato poiché il resto dei candidati repubblicani sono caduti tutti nel dimenticatoio. Anche se questo crea notorietà, potrebbe non fargli vincere la campagna.

L'email è diventata il custode della nostra identità online. Pensala in questo modo, a quanti moduli e servizi ci iscriviamo inserendo la nostra email? Ciò ha reso la posta elettronica, se utilizzata correttamente, uno degli strumenti di marketing più efficienti di qualsiasi settore, come si evince chiaramente dai dati della nostra indagine. Per molte persone, tuttavia, questi fattori hanno anche reso la posta elettronica un pantano organizzativo e dispendioso in termini di tempo. Questo è il motivo per cui abbiamo creato Alto Mail, per aiutare gli utenti di posta elettronica a gestire e tenere traccia facilmente di tutte le loro cassette postali. Marcel Becker, Core Product Director di AOL

Abbiamo già visto diverse elezioni in cui il fronte del marketing digitale era davvero ciò che contava. Nel suo primo mandato, la squadra del presidente Obama ha gestito un gioco di terra che ha costruito i più grandi database di donatori e azioni politiche della storia. Il team della campagna di Bernie Sanders ovviamente ha seguito il suo esempio. Sebbene Sanders non vincerà le primarie, il suo database di donatori ha prodotto un'enorme somma di finanziamenti, il tutto in piccoli incrementi. E lo ha fatto mentre Hillary Clinton aveva accesso al database Democratic per un bel po 'prima che il partito cedesse il controllo a entrambi i candidati.

Aspetti salienti dell'utilizzo della posta elettronica del candidato presidenziale

  • Hillary Clinton guida il gruppo sottoscrizioni e-mail. Il 46% degli intervistati si iscrive alla campagna e-mail di Hillary Clinton contro il 39% di Bernie Sanders e il 22% di Donald Trump.
  • L'email è principalmente utilizzata per raccogliere fondi. Oltre la metà delle e-mail delle campagne dei candidati (57%) si è concentrata principalmente sulla donazione. Il 59% degli intervistati che ha riferito di aver donato alla campagna di Hillary Clinton è stato convinto a farlo tramite e-mail, rispetto a solo il 19% dei sostenitori di Donald Trump.
  • Email e social media sono i più ricettivi canali di marketing, Gli intervistati segnalano l'email (18%) e i social media (19%) come metodo preferito per ricevere informazioni sulla campagna.

È un'elezione affascinante dal punto di vista del marketing. Mentre i tassi di approvazione sono pessimi e i candidati sembrano scappare dalle posizioni centriste, i tassi di risposta attraverso i mezzi tradizionali e digitali sono fuori dal grafico. Sarà affascinante vedere l'impatto di ogni gioco di marketing del candidato a novembre. Alto Mail messo insieme questa infografica sui dati.

Elezioni presidenziali 2016 Statistiche sulla campagna e-mail

Elezioni presidenziali 2016 Statistiche sulla campagna e-mail

Elezioni presidenziali 2016 Statistiche sulla campagna e-mail

Elezioni presidenziali 2016 Statistiche sulla campagna e-mail

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.