Lezioni apprese: piattaforme di social media e adozione di massa della blockchain

Adozione della blockchain per gli annunci sui social media

L'inizio della blockchain come soluzione per proteggere i dati è un cambiamento positivo. Tanto più ora, poiché le piattaforme di social media hanno sfruttato la loro presenza pervasiva per abusare costantemente della privacy delle persone. È un fatto. Un fatto che ha attirato massiccia protesta pubblica negli ultimi anni. 

Proprio lo scorso anno Facebook è stato oggetto di pesanti critiche per aver abusato dei dati personali di 1 milione di utenti in Inghilterra e Galles. Il gigante dei social media guidato da Mark Zuckerberg è stato anche implicato nel famigerato scandalo Cambridge Analytica (CA) che ha comportato la raccolta dei dati di 87 milioni di persone (a livello globale) per polarizzare le opinioni politiche e indirizzare le pubblicità politiche per le donazioni durante le elezioni. 

Solo se esistesse una piattaforma di social media basata su blockchain immune a tali malversazioni. La vita sarebbe molto migliore. 

Spiegazione di Facebook-Cambridge Analytica Imbroglio
Spiegazione di Facebook-Cambridge Analytica Imbroglio, fonte: Vox.com

Andando avanti, sebbene CA abbia attirato l'ira e le critiche di tutto il mondo, un articolo pubblicato su Vox il 2 maggio 2018, ha esplorato il motivo per cui questo era di più uno scandalo su Facebook più che su quello di Cambridge Analytica.

... questo evidenzia un dibattito più ampio su quanto gli utenti possono fidarsi di Facebook con i propri dati. Facebook ha consentito a uno sviluppatore di terze parti di progettare un'applicazione al solo scopo di raccogliere dati. E lo sviluppatore è stato in grado di sfruttare una scappatoia per raccogliere informazioni non solo sulle persone che hanno utilizzato l'app ma su tutti i loro amici, senza che loro lo sapessero

Alvin Chang

Qual è la soluzione a questa situazione eclatante? Un sistema di autenticazione basato su blockchain. Periodo. 

In che modo Blockchain può aiutare a prevenire le violazioni della privacy sui social media e il furto di dati? 

Di solito, c'è la tendenza a collegare la tecnologia blockchain a Bitcoin. Ma è molto più di un semplice libro mastro per il regolamento delle transazioni Bitcoin. Insieme ai pagamenti, la blockchain ha un potenziale sufficiente per ridefinire la gestione della catena di approvvigionamento, la convalida dei dati e la protezione dell'identità. 

Ora, ti starai chiedendo come una tecnologia nascente apparsa solo 12 anni fa possa ridefinire tutti questi settori. 

Bene, questo perché ogni bloccare dei dati su una blockchain è protetto crittograficamente tramite algoritmi di hashing. I dati vengono verificati da una rete di computer prima di entrare nel registro, eliminando ogni possibilità di manipolazione, hack o acquisizione dannosa della rete. 

Come funziona Blockchain
Come funziona Blockchain, fonte: msg-globale

Perciò, utilizzando blockchain per l'autenticazione ha perfettamente senso quando si tratta di piattaforme di social media. Perché? Perché le piattaforme di social media utilizzano l'infrastruttura tradizionale per l'archiviazione e la gestione delle informazioni di identificazione personale (PII). Questa infrastruttura centralizzata offre enormi vantaggi aziendali, ma è anche un enorme obiettivo per gli hacker, come Facebook ha recentemente visto con l'hacking di 533,000,000 di account utente

Accesso trasparente alle applicazioni senza tracce digitali significative

Blockchain può risolvere questo problema. , in un sistema decentralizzato, ogni utente può controllare i propri dati, rendendo quasi impossibile ottenere un singolo hack di centinaia di milioni di persone. L'inclusione della crittografia a chiave pubblica migliora ulteriormente la sicurezza dei dati, consentendo alle persone di utilizzare le applicazioni in modo pseudonimo senza lasciare un'impronta digitale significativa. 

La tecnologia di registro distribuito (DLT) riduce in modo significativo l'accesso di terze parti ai dati personali. Assicura che il processo di autenticazione dell'applicazione sia trasparente e che solo la persona autorizzata possa accedere ai suoi dati. 

Un social network basato su blockchain ti consentirebbe di controllare la tua identità permettendoti di controllare le chiavi crittografiche che consentono l'accesso ai tuoi dati.

Il matrimonio tra l'adozione di Blockchain e i social media

L'adozione della blockchain deve ancora affrontare colli di bottiglia cruciali. La tecnologia si è dimostrata ideale per proteggere i dati sensibili, ma l'idea di passare effettivamente attraverso il processo appare scoraggiante. Le persone ancora non comprendono appieno la blockchain e sembrano essere intimidite da un sacco di gergo tecnico, interfacce utente complesse e comunità di sviluppatori solitari. 

La maggior parte dei punti di accesso disponibili ha una barriera all'ingresso molto alta. Rispetto alle piattaforme di social media, lo spazio blockchain è pieno di tecnicismi che le persone comuni non capiscono. E l'ecosistema ha sviluppato una reputazione piuttosto negativa per la promozione di truffe e tirapiedi (come lo chiamano nella terminologia DeFi). 

Ciò ha inibito la crescita del settore blockchain. Sono passati più di 12 anni da quando Satoshi Nakamoto ha introdotto il mondo alla blockchain per primo e, nonostante il suo potenziale seminale, DLT non ha ancora trovato una trazione sufficiente. 

Tuttavia, alcune piattaforme stanno contribuendo a facilitare il processo di adozione della blockchain introducendo soluzioni alternative che rendono le app decentralizzate (dApp) user-friendly e ne ampliano l'accesso. Una di queste piattaforme è AIKON che semplifica l'utilizzo della blockchain attraverso la sua soluzione proprietaria chiamata ORE ID

Il team di AIKON ha progettato ORE ID per consentire l'integrazione costruttiva della blockchain tramite le piattaforme dei social media. Le persone possono utilizzare i propri accessi social (Facebook, Twitter, Google, ecc.) Per la verifica dell'identità blockchain. 

Anche le organizzazioni possono integrare i propri clienti nell'ecosistema blockchain creando senza soluzione di continuità le identità decentralizzate (dei clienti) con i loro accessi ai social media esistenti. 

L'idea alla base è ridurre le complessità nell'accesso alle applicazioni blockchain. La soluzione ORE ID di AIKON ha un senso logico e prende in prestito dalla pratica già esistente delle applicazioni tradizionali che consentono l'accesso tramite login sociali. 

Perché è necessaria un'esperienza utente fluida affinché questo matrimonio funzioni? 

A differenza delle piattaforme di social media, le complesse interfacce utente delle app blockchain sono gli ostacoli più significativi che impediscono alla tecnologia blockchain di subire un'adozione di massa. Le persone che non sono così tecnicamente valide si sentono escluse e non si sentono abbastanza motivate per andare avanti con l'utilizzo di servizi basati su blockchain. 

La perfetta integrazione di blockchain e piattaforme di social media (attraverso interfacce utente intuitive) può aiutare le aziende e le società a integrare facilmente i propri clienti in cima al carro della DLT, stimolando l'adozione di massa della tecnologia. Le persone dovrebbero essere in grado di utilizzare i servizi blockchain semplicemente accedendo con la propria email, telefono o accesso social. Non dovrebbe essere necessario comprendere tutte le complessità delle tecnologie decentralizzate sottostanti. 

Questo se vogliamo ottenere l'adozione di massa della blockchain. 

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.