15 domande da porre sulla loro API prima di selezionare una piattaforma

Domande sulla selezione delle API

Un buon amico e mentore ha scritto mi ha posto una domanda e vorrei utilizzare le mie risposte per questo post. Le sue domande erano un po 'più incentrate su un settore (e-mail), quindi ho generalizzato le mie risposte a tutte le API. Ha chiesto quali domande un'azienda dovrebbe porre a un fornitore sulla propria API prima di effettuare una selezione.

Perché hai bisogno di API?

An interfaccia di programmazione dell'applicazione (API) è l'interfaccia che un sistema informatico, una biblioteca o un'applicazione fornisce al fine di consentire le richieste di servizi da parte di altri programmi per computer e / o per consentire lo scambio di dati tra di loro.

wikipedia

Proprio come digiti un URL e ottieni una risposta su una pagina web, un'API è un metodo in cui i tuoi sistemi possono richiedere e ottenere una risposta per sincronizzare i dati tra di loro. Poiché le aziende cercano di trasformarsi digitalmente, l'automazione delle attività tramite le API è un ottimo modo per migliorare l'efficienza all'interno dell'organizzazione e ridurre l'errore umano.

Le API sono fondamentali per l'automazione, specialmente nelle applicazioni di marketing. Una delle sfide quando si acquista per un grande venditore con un completo API è che le risorse e le spese di sviluppo sono di solito un pensiero secondario. Il team di marketing o il CMO possono guidare l'acquisto di un'applicazione e talvolta il team di sviluppo non riceve molti input.

La ricerca delle capacità di integrazione di una piattaforma tramite un'API richiede più della semplice domanda, Esiste un'API?

Se accedi con un'applicazione con un'API scarsamente supportata o documentata, farai impazzire il tuo team di sviluppo e le tue integrazioni saranno probabilmente brevi o falliranno del tutto. Trova il fornitore giusto e la tua integrazione funzionerà e i tuoi addetti allo sviluppo saranno felici di aiutarti!

Domande di ricerca sulle loro capacità API:

  1. Divario di funzionalità - Identificare quali funzionalità della loro interfaccia utente sono disponibili tramite l'interfaccia di programmazione dell'applicazione. Quali funzionalità ha l'API che l'interfaccia utente non ha e viceversa?
  2. Scala - Chiedi quante chiamate vengono fatte al loro API quotidiano. Hanno un pool di server dedicato? La quantità è incredibilmente importante poiché si desidera identificare se l'API è un ripensamento o effettivamente parte della strategia dell'azienda.
  3. Documentazione - Richiedi la documentazione API. Dovrebbe essere robusto, specificando tutte le funzionalità e le variabili disponibili nell'API.
  4. Comunità - Chiedere se hanno o meno una comunità di sviluppatori online disponibile per condividere codice e idee con altri sviluppatori. Le comunità di sviluppatori sono fondamentali per avviare i tuoi sforzi di sviluppo e integrazione in modo rapido ed efficiente. Piuttosto che sfruttare "il ragazzo API" dell'azienda, stai anche sfruttando tutti i loro clienti che hanno già avuto prove ed errori nell'integrazione della loro soluzione.
  5. RIPOSO vs SAPONE - Chiedi che tipo di API hanno ... In genere ci sono API REST e API SOAP (Web Service). Potrebbero sviluppare entrambi. L'integrazione con entrambi ha vantaggi e svantaggi ... dovresti avere familiarità con le capacità (IT) delle tue risorse di integrazione.
  6. Le Lingue - Chiedere con quali piattaforme e applicazioni si sono integrati con successo e richiedere contatti in modo da poter scoprire da quei clienti quanto sia stato difficile integrare e quanto bene venga eseguita l'API.
  7. Limiti - Chiedi quali limitazioni ha il fornitore in termini di numero di chiamate all'ora, al giorno, alla settimana, ecc. Se non sei con un fornitore scalabile, la tua crescita sarà limitata dal cliente.
  8. Campioni - Offrono una libreria di esempi di codice per iniziare facilmente? Molte aziende pubblicano SDK (Software Development Kit) per diversi linguaggi e framework che accelereranno la tua tempistica di integrazione.
  9. sandbox - Offrono un endpoint non di produzione o un ambiente sandbox in cui testare il codice?
  10. Risorse - Chiedere se hanno risorse di integrazione dedicate all'interno della loro azienda. Hanno un gruppo di consulenza interno disponibile per l'integrazione? Se è così, metti qualche ora nel contratto!
  11. Sicurezza - Come si autenticano utilizzando l'API? Sono credenziali utente, chiavi o altre metodologie? Possono limitare le richieste in base all'indirizzo IP?
  12. Uptime - Chiedere cosa sono API tempo di attività e tasso di errore sono e quando sono le loro ore di manutenzione. Inoltre, le strategie per aggirarli sono importanti. Hanno processi interni che tenteranno nuovamente API chiama nel caso in cui il record non sia disponibile a causa di un altro processo? È qualcosa che hanno progettato nella loro soluzione?
  13. SLA - Hanno un file Servizio Level Agreement dove i tempi di attività dovrebbero essere superiori al 99.9%?
  14. Roadmap - Quali funzionalità future stanno incorporando nella loro API e quali sono i programmi di consegna previsti?
  15. integrazioni - Quali integrazioni di prodotto hanno sviluppato o che terze parti hanno sviluppato? A volte, le aziende possono rinunciare allo sviluppo interno delle funzionalità quando esiste già un'altra integrazione produttiva e viene supportata.

La chiave di queste domande è che l'integrazione ti "sposa" alla piattaforma. Non vuoi sposare qualcuno senza averne conosciuto il più possibile, vero? Questo è proprio quello che succede quando le persone acquistano una piattaforma senza conoscere le loro capacità di integrazione.

Oltre a un'API, dovresti anche provare a scoprire quali altre risorse di integrazione potrebbero avere: codici a barre, mappatura, servizi di pulizia dei dati, RSS, moduli web, widget, integrazioni di partner formali, motori di scripting, drop SFTP, ecc.

Commenti

  1. 1

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.