Perché Flex e Apollo prevarranno

InternetIeri sera ho passato la serata con degli amici.

Le prime 3 ore sono state trascorse a Borders lavorando su un sito client che presentava alcune peculiarità cross-browser. Il sito è stato scritto in modo perfetto, valido CSS. Tuttavia, con Firefox 2 su un PC l'elenco dei menu puntati ha avuto un brutto spostamento di pixel e su Internet Explorer 6, uno dei metodi CSS non funzionava affatto.

Firefox 2 (controlla quello strano spostamento dei pixel che lo fa sembrare quasi in corsivo):
Menu di Firefox 2

Ecco come dovrebbe apparire:
Internet Explorer 7

Ogni volta che abbiamo testato qualcosa, un altro browser si è rotto. Stavamo testando su OSX con Safari e Firefox e poi su XP con IE6, IE7 e Firefox. L'esperienza di Bill in CSS e il mio amore per JavaScript alla fine ha portato a una soluzione che non richiedeva hack specifici del browser ... ma è stato un esercizio ridicolo (ma divertente) che i web designer affrontano ogni singolo giorno.

Il fatto che Apple, Mozilla, Microsofte Opera non sono in grado di scrivere applicazioni che utilizzano un file Standard web dovrebbe essere imbarazzante per ciascuno di loro. Potrei assolutamente capire se ogni browser avesse le proprie funzionalità che potrebbero essere supportate attraverso il proprio scripting, ma questa è roba di base.

Questo è un perfetto esempio del perché Apollo e flettere hanno una grande possibilità di spazzare via Internet. Ho scritto un paio di giorni fa su Blog di rottami, un'applicazione scritta in Flex (e rapidamente portata su Apollo). Se non hai avuto la possibilità di vederlo - vai a provarlo - è a dir poco sorprendente.

Flex corre sotto Adobe Flash plug-in del browser. Questo è un plugin che 99.9% di Un sacco di Internet funziona (corri ogni volta che guardi un video di Youtube). Apollo utilizza lo stesso motore ma consente di eseguire effettivamente in una finestra dell'applicazione anziché limitarsi al browser.

Cos'è Flex?

Da Adobe: Il framework dell'applicazione Flex è costituito da MXML, ActionScript 3.0 e dalla libreria di classi Flex. Gli sviluppatori utilizzano MXML per definire in modo dichiarativo gli elementi dell'interfaccia utente dell'applicazione e utilizzano ActionScript per la logica del client e il controllo procedurale. Gli sviluppatori scrivono codice sorgente MXML e ActionScript utilizzando Adobe Flex Builder? IDE o un editor di testo standard.

Data la nostra frustrazione per la creazione di un semplice menu cross-browser, immagina di provare a creare un'intera applicazione web supportata da tutti i browser! In definitiva, gli sviluppatori devono scrivere hack o script specifici per browser per garantire la stessa esperienza indipendentemente dal tipo di browser o desktop su cui ti trovi a lavorare. Nessun problema cross-browser e il vantaggio aggiuntivo di portare facilmente l'applicazione su Apollo per eseguirla dentro o fuori dal browser.

Oltre a non preoccuparsi di come appare in ogni browser, ci sono altri vantaggi. Scrivere per Flex sì non richiedono abilità di programmazione formale. Penso che questo sia il motivo per cui molti programmatori professionisti si fanno beffe di utilizzare Flex o Adobe. Preferiscono che tu spenda decine di migliaia di dollari per fargli sviluppare la funzionalità in ASP.NET che richiede poche righe di MXML.

Se vuoi restare aggiornato su Flex e Apollo, iscriviti al blog del mio amico Bill.

Commenti

  1. 1
  2. 2
  3. 5
  4. 6
  5. 7

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.