10 abitudini sui social media per il marketing B2B

Schermata 2014 10 19 su 12.29.04 AM

In agosto, Softchoice ha inviato un sondaggio ai propri clienti e ha ricevuto 1,444 risposte complete in rappresentanza di oltre 1,200 piccole e medie imprese (PMI), imprese, settore pubblico e organizzazioni educative. Il 71% degli intervistati lavorava nell'IT e il campione era costituito fondamentalmente dal 50% da organizzazioni statunitensi e dal 50% canadesi, quindi molto rappresentative del panorama aziendale nordamericano.

Un aspetto della presentazione che dovrebbe urlare è la rappresentazione di Wordle delle osservazioni: Contenuti pertinenti e tempestivi quello deve catturare l'interesse ed essere scritto in modo conciso!

Ecco alcuni approfondimenti aggiuntivi dai risultati:

Un commento

  1. 1

    Doug, questo è stato un utile riepilogo della diapositiva e un aggiornamento video sulla ricerca di Softchoice (anche se mi sono sentito un po' "incastrato" dalla scelta dell'ambiente lol)

    A volte mi chiedo davvero quante grandi aziende consentono l'accesso a FB e Twitter dai desktop / laptop dei dipendenti. Ci sono vari problemi di sicurezza, rischi reputazionali e compromessi di produttività da fare in tal modo. Forse questo sta guidando la crescente diffusione degli smartphone per accedere a questi strumenti, quando non sono bloccati dai firewall Internet aziendali "tradizionali"?

    Dal riepilogo di slideshare ho scelto il suggerimento n. 8 per parlare in modo molto chiaro delle visioni del mondo spesso orientate al prodotto dei marketer tecnologici b2b. Le sette risposte citate si riferiscono a messaggi di marketing consegnati via e-mail, ma potrebbero anche essere applicate a quasi tutte le altre forme di content marketing che aiutano a educare e coltivare una possibile relazione d'affari con un essere umano reale e vivo. Ricorda quelli!

    Con la proliferazione di smartphone (e tablet) nel mondo aziendale, sembra che brevi e coinvolgenti "infografiche" possano diventare un modo preferito per attirare gli occhi e i timpani verso uno scambio di informazioni più misurato e dettagliato, ad esempio webinar e contenuti scritti di supporto.

    Molto a cui pensare. Grazie per la condivisione.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.