Le cattive infografiche stanno distruggendo il tuo marketing? #BWELA

feed segnala cattive infografiche

Web di Tom WebsterTom Webster's Il keynote di questa mattina al BlogWorld Expo è stato grandioso ... ma quelli di noi nel settore dei contenuti hanno davvero preso uno schianto. Tom è uno statistico e prende molto sul serio il suo mestiere ... quindi quando vede l'assalto di infografiche sul web che spinge fuori ipotesi sbagliate su dati incompleti, le denota come degno di nota.

Il problema di Tom è che le infografiche vengono utilizzate per fornire contenuto e la gente li sta forzando, a volte con una scadenza. Tom non crede che vengano utilizzati per il loro scopo principale: diffondere i dati in un formato grafico facile da digerire. (Nota: non ho registrato o preso troppe note durante il keynote, quindi spero che il mio post qui rappresenti il ​​suo messaggio in modo coerente).

Un esempio fornito da Tom è stata l'infografica qui sotto ... in cui l'artista si è preso la libertà di scambiare le dimensioni (ahi). Non solo, ci sono così tante altre variabili coinvolte che l'infografica è letteralmente priva di significato:

feed segnala cattive infografiche

Qualcuno lo mette in dubbio?

Non sono necessariamente in disaccordo con Tom per quanto riguarda la qualità e la profondità dei dati, la causalità e la correlazione e le immagini risultanti fornite dalle infografiche. Ma mi offendo che questo sia in qualche modo un disservizio quando i fornitori di contenuti diffondono queste informazioni. Un'infografica che fornisce dati su tempi dei social media non dovrebbe mai essere visto? Hogwash.

Un'infografica sui tempi dei social media aumenta la consapevolezza del tempismo dei tuoi tweet potuto influire sul livello di partecipazione ai social media o massimizzare il pubblico che stai raggiungendo. Secondo me, se infografiche degne di nota ci stanno rendendo un disservizio, quindi analitica le applicazioni devono essere puro male. Tutti i dati forniti in formato analitica richiede un esame accurato e uno scavo più approfondito per trovare opportunità per migliorare le prestazioni del marketing online.

Tom ha dichiarato:

I dati dei social media non sono ottimi per fornire risposte, ma servono per imparare a fare domande migliori.

E se Tom avesse ribaltato la sua citazione:

Infografica non sono bravi a fornire risposte, ma infografica sono ottimi per imparare fare domande migliori

Oserei dire che una cattiva infografica potrebbe effettivamente esserlo più produttivo di un ottimo, perché solleva questo tipo di domande e conversazioni. Il mio ultimo post sul blog in realtà lo ha sottolineato ... dove si trova un'infografica Youtube che uccide la TV è stato messo in discussione.

Sospetto che i miei follower siano molto più sofisticati di quanto Tom possa pensare. Non siamo statistici, ma non prendiamo nemmeno ogni infografica che vediamo come un dato di fatto. Tom ha detto che i produttori di contenuti devono farlo fare i compiti e produrre infografiche di qualità piuttosto che fare affidamento sugli altri. Non sono d'accordo. Credo che il valore nel distribuire e discutere le (cosiddette) cattive infografiche sia che suscitano discussioni.

L'onere non è sui produttori di contenuti, l'onere è sul marketing di fare i compiti. Le infografiche non uccidono le strategie di marketing, lo fanno i professionisti del marketing.

Commenti

  1. 1

    Grazie per aver partecipato alla mia sessione, Douglas, e per la tua domanda dopo il mio discorso. Di certo non sottovaluto la raffinatezza del tuo pubblico! Le infografiche possono essere meravigliose ed essenziali - si spera che i 5 minuti che ho trascorso su Florence Nightingale lo abbiano trasmesso - ma amico, sono cattive infografiche che dilagano in questo momento. Sono lieto di aver iniziato la conversazione e lieto che tu la stia continuando.

    • 2

      Grazie Tom! È stata una bella chiacchierata e… sarò più tenace nelle mie critiche alle cattive infografiche per questo motivo. Inoltre, avvertirò sicuramente il mio pubblico quando saranno le conclusioni che potrebbero metterli nei guai!

  2. 3

    Ora che i professionisti del marketing hanno colto le opportunità di "link bait" delle infografiche, sembra che non si possa passare un giorno senza vederne una nuova. Alcuni sono fantastici e altri sono terribili. Credo che quando si tratta di creare qualsiasi tipo di contenuto (comprese le infografiche) se non è di buona qualità, non ci si preoccupi nemmeno.  

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.