Pubblicità comportamentale e pubblicità contestuale: qual è la differenza?

Pubblicità comportamentale e pubblicità contestuale, qual è la differenza?

La pubblicità digitale a volte subisce un brutto colpo per la spesa che comporta, ma non si può negare che, se eseguita correttamente, può portare a risultati potenti.

Il fatto è che la pubblicità digitale consente una portata molto più ampia rispetto a qualsiasi forma di marketing organico, motivo per cui gli esperti di marketing sono così disposti a spendere per essa. Il successo degli annunci digitali, naturalmente, dipende da quanto sono allineati con le esigenze e i desideri del pubblico di destinazione.

I marketer in genere si affidano a due tipi di pubblicità per raggiungere questo obiettivo: pubblicità contestuale e pubblicità comportamentale.

Il significato dietro la pubblicità comportamentale e contestuale

La pubblicità comportamentale comporta la presentazione di annunci agli utenti in base alle informazioni sul loro comportamento di navigazione passato. Ciò avviene utilizzando dati raccolti su parametri come il tempo trascorso su un sito web, il numero di click effettuati, quando il sito è stato visitato e così via.

Questi dati vengono quindi utilizzati per costruire diverse personalità utente con attributi diversi a cui possono essere indirizzati gli annunci pertinenti. Ad esempio, se colleghi i prodotti A e B, il tuo pubblico di destinazione interessato ad A molto probabilmente interagirà con B.

martech zone cos'è il cross selling?

D'altro canto, Pubblicità contestuale comporta l'inserimento di annunci su pagine in base al contenuto di tali pagine. Succede utilizzando un processo noto come targeting contestuale, che consiste nella segmentazione degli annunci in base ad argomenti o parole chiave appropriati.

Ad esempio, una pagina web che parla di libri potrebbe contenere un annuncio per occhiali da lettura. Oppure un sito Web che pubblica video, routine e ricette di allenamento gratuiti potrebbe pubblicare annunci per pentole insieme ai suoi allenamenti: proprio come Frullatore fitness fa.

Pubblicità contestuale

Come funziona la pubblicità contestuale?

Gli inserzionisti contestuali utilizzano una piattaforma lato domanda per inserire i propri annunci nelle pagine pertinenti.

  • L'impostazione dei parametri è il primo passo. Sebbene gli argomenti siano categorie generali in cui un annuncio si adatterebbe (come moda, politica, cucina o fitness), le parole chiave consentono un targeting più preciso all'interno di tali argomenti. Per la maggior parte degli annunci, la scelta di un argomento specifico e di circa 5-50 parole chiave per quell'argomento dovrebbe essere sufficiente.

cos'è la pubblicità contestuale?

  • Quindi, Google (o qualsiasi motore di ricerca utilizzato) analizzerà le pagine della sua rete per abbinare l'annuncio al contenuto più pertinente. Oltre alle parole chiave selezionate dall'inserzionista, il motore di ricerca terrà conto di elementi come lingua, testo, struttura della pagina e struttura dei link.

  • A seconda di quanto l'inserzionista desidera che la copertura sia specifica, il motore di ricerca può prendere in considerazione solo le pagine che corrispondono alle parole chiave fornite. Una volta completata l'analisi, l'annuncio verrà inserito nella pagina del motore di ricerca ritenuta più pertinente.

Come funziona la pubblicità comportamentale?

Poiché la pubblicità comportamentale dipende dal comportamento passato degli utenti, la prima cosa che gli inserzionisti devono fare è tenere traccia di tale comportamento. Lo fanno tramite i cookie, che inseriscono nel disco rigido dell'utente ogni volta che qualcuno visita il sito web del marchio (e sceglie di accettare i cookie).

I cookie li aiutano a vedere dove sta navigando l'utente, su quali risultati di ricerca stanno facendo clic, con quale frequenza visitano il sito Web del marchio, quali prodotti stanno inserendo nella lista dei desideri o aggiungendo al carrello e così via.

Di conseguenza, possono indirizzare gli utenti con annunci pertinenti al fatto che siano sul sito Web per la prima volta o che ripetano acquirenti. Gli inserzionisti utilizzano anche i cookie per tracciare la geolocalizzazione e i parametri dell'indirizzo IP per indirizzare gli utenti con annunci pertinenti a livello locale.

cos'è la pubblicità comportamentale?

Come conseguenza del monitoraggio comportamentale, gli utenti possono vedere gli annunci di un marchio che hanno sfogliato la scorsa settimana quando leggono le notizie online o cercano qualcosa di completamente diverso. Il resto del loro interesse passato o una promozione rilevante a livello locale è ciò che li spinge a fare clic.

Sono disponibili diversi strumenti per aiutare le aziende a tenere traccia del comportamento degli utenti e indirizzarli agli annunci di conseguenza.

Che è meglio: contestuale o comportamentale?

È facile confondere i due tipi di pubblicità, poiché entrambi mostrano annunci basati sugli interessi dell'utente. Tuttavia, sono abbastanza diversi. Mentre la pubblicità contestuale funziona in base all'ambiente in cui l'utente sta navigando - la natura del contenuto del sito web, in altre parole - la pubblicità comportamentale dipende dalle azioni che l'utente ha intrapreso prima di raggiungere il sito web, come la pagina di un prodotto che ha visitato.

Molti considerano la pubblicità comportamentale la più utile delle due, in quanto consente una personalizzazione più profonda mirando agli utenti in base al loro comportamento effettivo piuttosto che semplicemente mostrare contenuti relativi a un sito web. Tuttavia, ci sono diversi vantaggi unici di Pubblicità contestuale che vale la pena notare.

  1. Facilità di implementazione – Il principale vantaggio della pubblicità comportamentale risiede nel livello di personalizzazione che offre. Tuttavia, questo richiede dati completi sui clienti e gli strumenti giusti per analizzare it, che potrebbe non essere conveniente per le aziende con meno risorse. La pubblicità contestuale è molto più facile e meno costosa per iniziare e offre una pertinenza sufficiente per essere un modo eccellente per attirare i visitatori del sito. Detto questo, le aziende fanno molto affidamento sui cookie di terze parti per fornire un'esperienza pubblicitaria più personalizzata ai visitatori del sito web. Tuttavia, con l'aumento delle normative sui dati (GDPR) che possono essere raccolti e utilizzati dagli utenti, le aziende avranno bisogno di strumenti e software più avanzati per la gestione delle loro campagne pubblicitarie contestuali poiché è necessario un ulteriore passaggio, ovvero chiedere il permesso a all'utente di raccogliere i propri dati. Pertanto, se desideri incoraggiare un'adozione digitale più rapida e un livello più elevato di comprensione dei nuovi cambiamenti nella pubblicità nel tuo team di marketing, in questi casi, le procedure interattive possono essere integrate con il tuo software pubblicitario come un modo per addestrarli.

pubblicità contestuale di google

Ad esempio, puoi creare una procedura dettagliata per incoraggiare i promemoria per i tuoi inserzionisti che creano una campagna pubblicitaria nell'UE. Puoi distribuire una lista di controllo o un modulo di microlearning per fornire all'utente finale piccole informazioni in modo che coprano tutte le basi durante l'impostazione della campagna e segua correttamente tutte le normative. Questo ci porta al secondo punto.

  1. Privacy – Le sanzioni per l'uso improprio delle informazioni private degli utenti possono essere enormi. Inoltre, i cookie non sono più automatici per un sito Web e gli utenti devono aderirvi volontariamente, rendendo più difficile il retargeting. Vedete, gli utenti richiedono una maggiore privacy, inclusa la scelta, la trasparenza e il controllo su come vengono utilizzati i loro dati. Naturalmente, l'ecosistema web deve soddisfare le loro crescenti esigenze. Mentre Safari e Firefox hanno già eliminato gradualmente il cookie di terze parti, Google lo farà in due anni. Ma poiché la pubblicità contestuale non si basa sui cookie, i tuoi inserzionisti non devono preoccuparsi di non essere conformi quando visualizzano i loro annunci.
  2. Protezione della reputazione del marchio – Un aspetto della sicurezza è senza dubbio il rispetto delle leggi. Tuttavia, la reputazione può essere una cosa più difficile da proteggere, soprattutto perché gli inserzionisti non possono sempre controllare dove vengono visualizzati i loro annunci. Spesso, i marchi hanno subito contraccolpi perché i loro annunci sono stati pubblicati su siti per adulti o con opinioni estremiste. Questo, tuttavia, era una conseguenza del comportamento degli utenti. Al contrario, la pubblicità contestuale mette la pagina web al centro delle cose e il marchio ha il controllo su quella pagina web specificando gli argomenti, i sottoargomenti e le parole chiave che si riferiscono all'annuncio.
  3. Maggiore rilevanza – Il presupposto fondamentale alla base della pubblicità comportamentale è che gli utenti vogliano vedere annunci relativi a tendenze generali nel loro comportamento di navigazione. Tuttavia, potrebbe succedere che i loro desideri attuali non rientrino in quelle tendenze. Ad esempio, qualcuno che sta navigando in attrezzature sportive potrebbe non voler necessariamente vedere annunci sui servizi di progettazione grafica, anche se ha già cercato servizi di progettazione grafica. Al contrario, un annuncio per polveri proteiche organiche può essere più pertinente al loro stato d'animo attuale e attirare più clic.
  4. Nessun rischio di cecità da banner – Questo è un fenomeno comune in cui gli utenti hanno imparato inconsciamente a ignorare gli annunci. Ad esempio, un sito di prenotazione di biglietti per il cinema che pubblica annunci per una piattaforma di recensioni di film ha più senso che pubblicare annunci relativi a pentole.

Gli annunci contestualmente pertinenti di marchi meno noti vengono richiamati dall'82% in più dalle persone rispetto agli annunci di marchi famosi ma irrilevanti per il contenuto della pagina.

Infolinks

Inoltre, molte persone non si sentono a proprio agio con la visualizzazione di annunci pubblicitari basati sulla loro attività di navigazione passata. C'è una sensazione generale di essere sorvegliati da grandi aziende che possono dissuadere le persone dal fare clic sugli annunci anche se l'annuncio stesso potrebbe essere rilevante. D'altro canto, la pubblicità contestuale adatta l'annuncio alla pagina web, facendolo apparire meno "stalker" e più affidabile su cui fare clic. Quando gli utenti vedono annunci pertinenti, la visibilità degli annunci aumenta e aumenta la probabilità di un'elevata percentuale di clic.

Secondo Adpulsione:

  • Media del targeting contestuale un aumento del 73% delle prestazioni rispetto al targeting comportamentale.
  • 49% dei marketer statunitensi utilizzare il targeting contestuale oggi.
  • Il 31% dei marchi prevede di aumentare la spesa per la pubblicità contestuale l'anno prossimo.

Si tratta di "contesto"

In conclusione, entrambi hanno ruoli diversi da svolgere in una strategia di marketing digitale e marchi diversi potrebbero assegnare loro pesi diversi.

Ma ci sono momenti in cui la pubblicità contestuale è una scelta migliore. Aiuta i marchi a lanciare una campagna che non richiede molte risorse per una perfetta implementazione. Garantisce inoltre che non debbano utilizzare i dati personali dell'utente o preoccuparsi di rispettare il GDPR. Possono semplicemente optare per il targeting per parole chiave.

In definitiva, ciò che conta è sapere cosa vuoi che i tuoi annunci ottengano, come vuoi che i tuoi clienti si sentano sul tuo marchio e quanto sei disposto a spendere a tal fine. Quindi, fai la tua scelta: i risultati pagheranno nel tempo.