Umanità e fiducia nel blogging

porta apertaOggi guardo le notizie e si parla molto della visione distorta della politica e di come ogni candidato è stato presentato e indagato. Anche i mass media stanno ancora giocando un ruolo enorme nelle elezioni, poiché vediamo che milioni di dollari vengono investiti nella pubblicità televisiva. È un'elezione sporca e di cui sarò felice di vedere presto la fine.

Il momento clou della campagna è stato davvero Internet e la capacità di un elettore (se si è preso la briga di usarlo) controllare i fatti che ciascuno dei candidati (qualsiasi candidato, non solo il presidente). Credo che i blogger abbiano avuto discussioni più oneste, trasparenti ed esplicative sui candidati rispetto a qualsiasi singola stazione televisiva.

Ho avuto discussioni animate con i miei amici online e offline sulla campagna. Anche se di tanto in tanto vedo apparire alcune osservazioni molto meschine e dispregiative, le persone con cui Twitter e con cui blog mi rispettano e io sono rispettoso di loro, indipendentemente dalla scelta che stiamo facendo. È piuttosto interessante.

Il fatto è che Internet, e soprattutto i blog, ha portato un volto umano alla comunicazione moderna. Forse non ci siamo mai incontrati, ma mi hai conosciuto attraverso il mio blog. Alcune persone se ne sono andate, ma quelli di voi che sono rimasti qui sembrano apprezzare ciò che dico e adoro il fatto di poter condividere ciò che trovo con voi. C'è fiducia tra di noi!

I mass media hanno lavorato duramente per erigere visioni disumanizzate dei nostri leader politici, delle grandi imprese e dei nostri nemici all'estero. Penso che sia più facile essere costretti all'odio quando non c'è un essere umano dall'altra parte. Molte delle caricature che vediamo in televisione (e lo ammetto, Youtube) sono realizzate in modo tale che sia più facile non amare o mancare di rispetto a qualcuno.

La risposta è bloggare

La risposta, secondo me, è blog. Vorrei che i nostri leader politici scrivessero sul blog (senza che i loro architetti doppiassero e filtrassero il contenuto). Vorrei che i nostri leader aziendali scrivessero sul blog. Voglio sapere cosa c'è nella testa di quei ragazzi della Exxon. Voglio sapere perché un post sul blog che critica una banca rimane senza risposta per oltre un anno. Voglio sapere perché le società ipotecarie preferirebbero precludere piuttosto che rifinanziare le case dei sogni dei loro clienti.

Uno studio recente fornisce la prova che i blog sono una risorsa affidabile per i consumatori. Riconosco che le aziende hanno solo l'obiettivo di fare soldi. Quando le aziende si renderanno conto che i soldi arriveranno davvero quando mostreranno umanità e trasparenza, però, continueranno a evitare i blog?

Il futuro è il blog

Non vedo l'ora, tra qualche anno, di lavorare solo con aziende che blog. Non vedo l'ora di votare solo per i candidati di quel blog. Non vedo l'ora di sostenere aziende e politici di cui ci si può fidare e che mostrano spudoratamente la loro umanità. Non vedo l'ora che i blog abbiano più peso della pubblicità, o dei soldi spesi, o anche dei mass media.

Spero solo che Google possa tenere il passo con tutte le conversazioni!

Commenti

  1. 1

    Aspetti positivi, Doug. Quest'anno ho fatto una buona quantità di ricerche online prima di prendere decisioni riguardo a coloro che si candidano per gli uffici nazionali e locali. Ho trovato una buona quantità di risorse del blog con informazioni che mi aiutano a formarmi la mia opinione. Sono stato particolarmente soddisfatto dalla quantità di informazioni disponibili sui candidati locali tramite i blog; ci sono alcune voci locali molto appassionate che vogliono essere ascoltate. Come hai affermato, non siamo ancora al punto in cui i candidati effettivi stanno bloggando, quindi dobbiamo accontentarci delle parole dei loro sostenitori e detrattori.

  2. 2

    Doug, questo è un post eccellente.

    In questo momento, con una nazione bloccata nel fango di entrambe le campagne presidenziali, suona particolarmente vero. Sono stanco delle persone che credono alle voci e alle insinuazioni su cui fanno affidamento le nostre moderne "macchine politiche" in questi giorni. Così tante persone con cui parlo credono ai pettegolezzi piuttosto che ricercano e apprendono i fatti da soli. Davvero, è colpa nostra se ci siamo affidati così tanto ai mass media per così tanto tempo. Ma questo sta cambiando, vero?

    Sono grato per il potere di Internet e per il potere che offre agli scrittori di blog onesti e intelligenti che possono aprire i nostri occhi. Certo, ci saranno sempre blogger disonesti che distorcono i fatti per i loro programmi, ma prendiamo il bene con il male. Indipendentemente da ciò, credo che i blog continueranno a cambiare il modo in cui notizie, fatti e opinioni vengono condivisi con e tra il pubblico.

    Quando si tratta di politica, mi aspetto che possa far evolvere gli Stati Uniti dal nostro sistema politico a 2 partiti piuttosto arcaico (estrema sinistra e estrema destra) a una gamma più ampia di partiti politici che rappresentano opinioni più moderate nel mezzo degli estremi. Devo pensare che ci sono grandi quantità di americani di visione moderata che potrebbero non cadere esattamente in campi democratici o repubblicani duri. Finora, altri partiti politici come i verdi ei libertari non hanno davvero trovato una voce significativa, ma Internet potrebbe fare la differenza. Cosa ne pensi? Potremmo avere un vero sistema a 3 o 4 partiti tra una dozzina di anni?

  3. 3

    È incredibile quanti leader non bloggano. Devono aver paura di fare qualcosa di sbagliato. Credo che le statistiche in questo momento siano circa il 12% delle aziende fortunate 500 che hanno un blog. Questo è patetico.
    Non vedo l'ora di vedere altri blog di aziende e leader aziendali. Penso che sia questo tipo di azioni che li aiuterà a sviluppare più fiducia e relazioni più profonde con i clienti. Non so perché non lo capiscono!

  4. 4

    Campagna per ?UNA MASSA TRASPARENTE? MEDIA?

    Nella corsa per profitti sensazionali e maggiori, ci siamo abituati a distorcere la realtà.

    Vi presentiamo alcuni fatti negativi che non ci riguardano e combattiamo contro di esso!

    1. La presentazione, con regolarità nelle cronache giornalistiche, degli aspetti negativi, soggettivamente commentati, schierati o sentenziati.
    2. La viziazione dell'immagine romena nel mondo attraverso il risentimento di un'opinione non autorizzata che etichetta un'intera nazione dopo un comportamento individuale di alcuni romeni, o peggio ancora, di alcuni Rromi (zingari) che hanno problemi con la legge.
    3. Ripetendo le stesse notizie negative in un periodo di tempo maggiore o minore.
    4. La generalizzazione periodica delle irregolarità, come una regola da seguire o un carattere nazionale.
    5. Assunzione di informazioni non controllate da persone che hanno interessi e sono subordinate al triangolo corrotto? uomo politico? uomo d'affari? rappresentanti dei mass media, che distolgono l'attenzione dalle vere cause degli eventi.
    6. Spesso vediamo come le trasmissioni non professionali abbiano come protagonisti alcuni personaggi, cittadini che hanno problemi con la legge, che hanno un lessico banale, dove vengono rivelate informazioni relative alla vita privata o ai processi. Vi avvertiamo che la giustizia non si può fare con la televisione e nemmeno con l'influenzare il corso di un'indagine attraverso ogni sorta di manovre o diversione che pretende di essere un'indagine giornalistica. Ci chiediamo a ragione, se i mass-media non hanno sviluppato il capitalismo suo cliente.
    7. Astenersi nel tentativo di subapprezzare gli istituti statali, incoraggiare l'anarchia ei gruppi di interesse speciale che hanno come scopo la distruzione della forza e dell'autorità dello Stato nazionale rumeno come Stato giusto e democratico.
    8. Come sappiamo, la legge fondamentale dello Stato, la Costituzione rumena, afferma chiaramente all'articolo 30, paragrafo 6: ?la libertà di parola non può pregiudicare la dignità, l'onore, la vita privata della persona e nemmeno il diritto di sé immagina ?; comma 7: ?sono vietati dalla legge la diffamazione del Paese e della Nazione, l'induzione all'atto di aggressione, all'odio nazionale, razziale, di classe o di religione, l'incitamento alla discriminazione, all'incitamento alla
    separatismo alla violenza pubblica, anche le manifestazioni oscene, che contravvengono al buon comportamento?. Anche all'articolo 31, comma 3, si afferma che ?il diritto all'informazione non può pregiudicare le misure di protezione dei giovani o la sicurezza nazionale?.
    9. In tale contesto, proponiamo di costituire un organismo dotato di autorità giuridica ?Consiglio Nazionale Contro la Manipolazione?, come quello esistente, denominato ?Consiglio Nazionale per la Confutazione della Discriminazione?, che avrà lo scopo di scoraggiare i media, l'immaginario e l'ideologia guerra, per vietare l'ebbrezza dell'opinione pubblica attraverso la disinformazione, ma anche la sovrainformazione.
    10. Ci rivolgiamo al Presidente rumeno, Sig. Traian Basescu, per l'applicazione delle prerogative costituzionali, citando l'articolo 30, comma 5, che afferma che: ?la legge può imporre ai mass media l'obbligo di rendere pubblica la fonte finanziamento?.

    Il Parlamento avrà la grande responsabilità di modificare e completare la legge sulla protezione delle informazioni, consultando ?la società civile e accademica?.

    L'opinione delle persone interessate a questa campagna sarà pubblicata in Romania e all'estero.

    Presidente di MASS COMMUNICATION POWER
    Michele Geogevici

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.