Che cos'è la frequenza di rimbalzo? Come puoi migliorare la tua frequenza di rimbalzo?

Miglioramento della frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo è uno di quei KPI che i professionisti del marketing digitale dedicano molto tempo all'analisi e al tentativo di migliorare. Tuttavia, se non comprendi appieno cosa sia un rimbalzo, potresti commettere un errore nel modo in cui cerchi di migliorarlo. Passerò attraverso la definizione di una frequenza di rimbalzo, alcune sfumature e alcuni modi per migliorare la frequenza di rimbalzo.

Definizione della frequenza di rimbalzo

rimbalzo è una sessione di una sola pagina sul tuo sito. In Analytics, un rimbalzo viene calcolato specificamente come una sessione che attiva solo una singola richiesta al server di Analytics, ad esempio quando un utente apre una singola pagina sul tuo sito e poi esce senza attivare altre richieste al server di Analytics durante quella sessione.

Google Analytics

Per misurare con precisione la frequenza di rimbalzo, dobbiamo prendere il numero totale di rimbalzi e sottrarre le visite di riferimento dal blog al sito web aziendale. Quindi, esaminiamo alcuni scenari di rimbalzo:

  1. Un visitatore arriva su un post del blog, non è interessato al contenuto e abbandona il sito. È un rimbalzo.
  2. Un visitatore arriva su una pagina di destinazione, quindi fa clic sull'invito all'azione per registrarsi per la tua applicazione. Ciò li porta a un sito esterno su un sottodominio o dominio diverso che esegue diversi account Google Analytics. È un rimbalzo.
  3. Un visitatore arriva su un articolo da un risultato di ricerca in cui la tua pagina ha una posizione elevata ... per un termine che non è applicabile ai tuoi prodotti o servizi. Premono il pulsante Indietro nel browser per tornare ai risultati della ricerca. È un rimbalzo.

Gli eventi possono portare a zero le frequenze di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo è generalmente vista come una misura indicativa di un visitatore per la prima volta Fidanzamento su un sito web ... ma devi stare attento. Ecco uno scenario che potrebbe sorprenderti:

  • Configura un'analisi evento sulla pagina ... come un pulsante di riproduzione che viene premuto, un evento di scorrimento o un div popup che si verifica.

Un evento, a meno che non sia specificato come file evento di non interazione, è tecnicamente Fidanzamento. I professionisti del marketing spesso aggiungono eventi nelle pagine per monitorare più da vicino come i visitatori interagiscono con gli elementi sulla pagina o quando gli oggetti vengono visualizzati su una pagina. Gli eventi sono coinvolgimento, quindi immediatamente vedono la frequenza di rimbalzo scendere a zero.

Frequenza di rimbalzo rispetto alla frequenza di uscita

Non confondere la frequenza di uscita con la frequenza di rimbalzo. Il tasso di uscita è specifico per una singola pagina del tuo sito e indica se il visitatore ha lasciato quella pagina per passare a un'altra pagina (in loco o meno). La frequenza di rimbalzo è specifica per la prima pagina su cui un visitatore arriva durante la sessione che ha avviato sul tuo sito ... e indica se ha lasciato il tuo sito dopo averlo visitato.

Ecco alcune specifiche tra Tasso di uscita e Frequenza di rimbalzo per una pagina particolare:

  1. Per tutte le visualizzazioni di pagina della pagina, Tasso di uscita è la percentuale che era il ultimo nella sessione.
  2. Per tutte le sessioni che iniziano con la pagina, Frequenza di rimbalzo è la percentuale che era il - esclusivamente. una delle sessioni.
  3. Frequenza di rimbalzo per una pagina si basa solo sulle sessioni che iniziano con quella pagina.  

Migliorare la frequenza di rimbalzo potrebbe danneggiare il coinvolgimento

Un marketer può migliorare la frequenza di rimbalzo e distruggere il coinvolgimento sul proprio sito. Immagina che qualcuno acceda a una pagina del tuo sito, legga tutti i tuoi contenuti e pianifichi una demo con il tuo team di vendita. Non hanno mai fatto clic su nient'altro sulla pagina ... sono appena arrivati, hanno letto le caratteristiche oi vantaggi e poi hanno rispedito via email il venditore.

Tecnicamente è un file rimbalzo... ma era davvero un problema? No certo che no. È un fidanzamento fantastico! È solo che in parte è accaduto al di fuori della capacità dell'analisi di catturare l'evento.

Alcuni editori abbassano artificialmente le frequenze di rimbalzo per avere un aspetto migliore per inserzionisti e sponsor. Lo fanno suddividendo il contenuto in più pagine. Se una persona deve fare clic su 6 pagine per leggere un intero articolo, sei riuscito a ridurre la frequenza di rimbalzo E ad aumentare le visualizzazioni di pagina. Ancora una volta, questa è una tattica per aumentare le tariffe pubblicitarie senza aggiungere alcun valore o impegno al tuo visitatore o inserzionista.

Questa tecnica è davvero una farsa e non la consiglio ... per gli inserzionisti o per i tuoi stessi visitatori. L'esperienza del tuo visitatore non dovrebbe mai essere determinata solo dalla frequenza di rimbalzo.

Migliorare la frequenza di rimbalzo

Se desideri ridurre la frequenza di rimbalzo in modo efficace, ci sono alcuni modi che consiglierei:

  1. Scrivi contenuti ben organizzati e ottimizzati che siano pertinenti a ciò che il tuo pubblico sta cercando. Utilizza le parole chiave in modo efficace effettuando alcune ricerche su quali parole chiave attirano traffico sul tuo sito, quindi utilizzale nei titoli delle pagine, nei titoli dei post, nei post-slug e nei contenuti. Ciò garantirà che i motori di ricerca ti indicizzino in modo appropriato e avrai meno probabilità di avere visitatori disinteressati e che rimbalzano sul tuo sito.
  2. Utilizza i link interni all'interno dei tuoi contenuti. Se il tuo pubblico è arrivato al tuo sito per una ricerca specifica, ma il contenuto non corrisponde, avere alcuni link ad argomenti correlati può aiutare a trattenere i tuoi lettori. Potresti voler avere una tabella di indice con segnalibri che aiutino le persone a saltare a sottoargomenti o sottotitoli specifici (fare clic su un segnalibro è coinvolgimento).
  3. Genera automaticamente post correlati in base a tag o parole chiave. Per il mio blog, utilizzo Post correlati di Jetpack e fa un ottimo lavoro nel fornire un elenco di post aggiuntivi correlati ai tag che hai utilizzato per il tuo post corrente.
  4. Utilizzando Google Tag Manager, puoi facilmente attivare eventi di scorrimento in una pagina. Ammettiamolo ... un utente che scorre una pagina lo è Fidanzamento. Ovviamente, ti consigliamo di monitorare anche il tuo tempo sul sito e le metriche di conversione complessive per assicurarti che l'attività sia vantaggiosa per i tuoi obiettivi generali.

Rimozione dei rimbalzi che rappresentano un coinvolgimento effettivo

Ricordi il mio scenario sopra in cui ho menzionato che qualcuno è entrato nel tuo sito, ha letto la pagina, quindi ha fatto clic su un sito esterno per registrarsi? Puoi fare un paio di cose per assicurarti che non venga registrato come rimbalzo sul tuo sito:

  • Associa un evento al clic del link. Aggiungendo un evento, hai appena rimosso il rimbalzo quando un visitatore fa clic nel punto in cui desideri che venga visualizzato. Questo può essere fatto con clicca per chiamare o anche link click-to-email.
  • Aggiungi una pagina di reindirizzamento interstitial. Se clicco registro e poi atterra su un'altra pagina interna che tiene traccia del clic e reindirizza la persona alla pagina esterna, che conterà come un'altra visualizzazione di pagina e non un rimbalzo.

Monitora le tendenze della frequenza di rimbalzo

Ti consiglio vivamente di concentrarti sulla frequenza di rimbalzo nel tempo piuttosto che preoccuparti di un'istanza qua e là. Utilizzando le tecniche sopra, puoi documentare le modifiche all'interno dell'analisi e quindi vedere come la tua frequenza di rimbalzo sta migliorando o se sta peggiorando. Se stai comunicando con le parti interessate sulla frequenza di rimbalzo come KPI, ti consiglio di fare alcune cose nel processo.

  • Comunica agli stakeholder cos'è la frequenza di rimbalzo.
  • Comunicare perché la frequenza di rimbalzo potrebbe non essere stata storicamente un buon indicatore.
  • Comunica ogni drastico cambiamento nella frequenza di rimbalzo mentre aggiungi eventi al tuo sito per monitorare meglio il coinvolgimento.
  • Osserva l'andamento della frequenza di rimbalzo nel tempo e continua a ottimizzare la struttura del sito, i contenuti, la navigazione, gli inviti all'azione e gli eventi.

La linea di fondo è che preferirei che i visitatori entrassero in una pagina, trovassero tutto ciò di cui hanno bisogno e li invitassero a interagire con me o ad andarsene. Un visitatore irrilevante non è un brutto rimbalzo. E un visitatore impegnato che converte senza mai lasciare la pagina in cui si trova non è un brutto rimbalzo. L'analisi della frequenza di rimbalzo richiede solo un po 'di lavoro aggiuntivo!

Un commento

  1. 1

    Non ho mai pensato di fare qualcosa di simile a quei metodi di imbroglio per aumentare le visualizzazioni di pagina. Ho già una bassa frequenza di rimbalzo sul mio sito quindi, poiché non è una grande preoccupazione, suppongo di non aver bisogno di pensarci!

    Per quanto riguarda i metodi consigliati, è da un po 'di tempo che utilizzo il plug-in dei relativi post e aumenta decisamente le visualizzazioni di pagina. Tuttavia, non ho ancora ottimizzato il collegamento dei contenuti.
    Il mio recente post The Slim Girl's Box of Secrets Review

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.