Frequenza di rimbalzo, tempo sul sito e monitoraggio degli eventi

ga

Ci sono ancora molte incomprensioni su definizione di una frequenza di rimbalzo, in che modo influisce negativamente sul tuo sito e in che modo puoi lavorare per migliorarlo. Poiché la maggior parte di voi utilizza Google Analytics, è importante comprendere come Google tratta un rimbalzo.

tempo di rimbalzo sul sito sIn primo luogo, potresti non rendertene conto ma Tempo medio sul sito per i visitatori rimbalzati è sempre uguale a zero. In altre parole, mentre stai guardando Tempo medio sul sito, mostra solo il tempo trascorso sul tuo sito per quei visitatori che non rimbalzare. Mi sembra piuttosto strano. Mi piacerebbe sapere per quanto tempo le persone stanno prima di rimbalzare per vedere se sto almeno catturando la loro attenzione. Sfortunatamente, questo non è possibile senza alcuni hack. Provalo tu stesso... l'immagine qui mostra un rapporto filtrato solo per i visitatori rimbalzati... con conseguente a Tempo medio sul sito di 0.

È interessante notare che, se il tuo visitatore interagisce con la tua pagina in formato qualsiasi modo tracciabile (al di fuori della partenza), non sono classificati come rimbalzi! Quindi ... se aggiungi monitoraggio degli eventi su un pulsante di riproduzione o un invito all'azione e la persona fa clic... non sono classificati come rimbalzo. La maggior parte delle persone pensa che un rimbalzo sia chiunque sia atterrato sul tuo sito e poi se ne vada. Non è... è chiunque atterra sul tuo sito, non interagisce in alcun modo e poi se ne va.

Se monitori eventi o visualizzazioni di pagina aggiuntive su una pagina, quella persona tecnicamente non rimbalzò. Quindi, se sei un marketing manager che sta lottando con alte frequenze di rimbalzo, devi almeno vedere se i visitatori interagiscono con il tuo sito in qualche modo prima che se ne vadano. Ciò può essere ottenuto aggiungendo il monitoraggio degli eventi ovunque possibile.

Pensa agli elementi della pagina dove puoi incorporare il monitoraggio degli eventi:

  • Se hai link sulla tua pagina che guidare il traffico fuori sede di proposito, potresti voler monitorare quell'evento. Tuttavia, richiede un po 'di codice per garantire che l'evento venga catturato prima di lasciare la pagina.
  • Se si dispone di un Sito abilitato per jQuery con controlli per consentire ai visitatori di interagire con i cursori o altri elementi, puoi aggiungere un file jQuery Google Analytics plugin che semplifica il monitoraggio degli eventi sull'attività.
  • Anche se hai un video Youtube, puoi utilizzare il Codice JavaScript di Youtube e aggiungi il monitoraggio degli eventi.

Un'altra opzione avanzata è aggiungere un file secondo account Google Analytics alla tua pagina e traccia una seconda visualizzazione di pagina immediata quando la pagina viene caricata. Ciò ridurrà la frequenza di rimbalzo a 0 su quell'account, ma ti fornirà le statistiche del tempo medio sul sito per ogni visitatore. Quindi puoi aggiungere un segmento con un filtro di meno di 3 visualizzazioni di pagina. Ciò filtrerà chiunque tecnicamente non abbia rimbalzato e ti fornirà i dati relativi al tempo sul sito.

E non dimenticare di monitorare le frequenze di rimbalzo del settore per vedere come si confronta il tuo sito. Una nota: tendiamo a vedere i siti che hanno un ottimo ranking di ricerca rimbalzare a un tasso molto più alto. Il comportamento dei visitatori per coloro che provengono da una ricerca tende a riflettere una maggiore attività di navigazione in cui stanno controllando diversi risultati di ricerca e se ne vanno dopo aver ottenuto una rapida istantanea della pagina. Quindi non sorprenderti se catturi più traffico di ricerca e la tua frequenza di rimbalzo aumenta!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.