Aiuto al marchio: lo stato del marchio

20400871 s

Mi sono imbattuto in un fantastico settimana questa sera sullo stato del marchio. Non sono affatto in disaccordo con l'autore, Brad VanAuken, ma volevo aggiungere alcuni punti. Sono passati un paio d'anni da quando ho lavorato formalmente come e al fianco di brand manager, ma voglio sottolineare un punto chiave che può essere ovvio ma deve essere dichiarato.

Mentre lavoravo nell'industria dei giornali negli ultimi dieci anni, ho assistito al crescente declino della capacità di controllare o gestire il marchio. Visivamente, era ancora abbastanza semplice ... i colori, i loghi e il prodotto non cambiavano. comunque, il marca fatto. Il marchio è cambiato dall'esterno verso l'interno.

Il nostro messaggio e la nostra visione erano coerenti. comunque, il medio attraverso il quale le persone hanno ricevuto il marca stava cambiando da noi alle persone, attraverso Internet, attraverso i nostri addetti alle consegne, attraverso il nostro personale del servizio clienti, attraverso i nostri clienti, attraverso la nostra concorrenza online, ecc.

Gestione del marchio

Andava come al solito. Abbiamo tutti salutato, sorriso e puntato le dita mentre questi medium dicevano e facevano cose che ci stavano distruggendo, e non abbiamo fatto nulla. Di conseguenza, il marchio ha iniziato a fallire e continuano a fallire. L'ho visto, ho urlato e mi è stata mostrata l'uscita (per fortuna).

A volte non è così veloce in altri settori, ma stiamo assistendo a questa transizione ovunque. Il problema è se i manager del tuo marchio stiano facendo qualcosa al riguardo. In che modo i tuoi brand manager stanno comunicando efficacemente quale messaggio è che la tua azienda sta cercando di trasmettere ai propri clienti attraverso questi nuovi mezzi? Tutti i tuoi dipendenti ora si rendono conto che gestiscono il marchio? Ne sono ritenuti responsabili? Come vengono addestrati per affrontare questo problema? Cosa dicono i loro blog del tuo marchio?

Ora più forte del tuo brand manager è la qualità dell'azienda stessa. Credo che il signor VanAuken faccia un ottimo lavoro nello spiegare questo. L'ingrandimento del problema è la scelta. I consumatori sono esposti a nuove scelte non appena sentono le cattive notizie sul tuo marchio. Caso in questione, l'altra sera io postato about Swapagift.com. Dopo aver pubblicato, mi sono imbattuto in un forum che parlava del servizio e ho trovato un altro servizio a cui si fa riferimento in una luce migliore ... CardAvenue. In pochi minuti ho trovato un ottimo prodotto (NON tramite il marketing) e ho trovato un fornitore alternativo dello stesso prodotto (NON tramite il marketing)!

È incredibile quanto velocemente viaggeranno le cattive notizie e sorgerà la concorrenza. Più che mai, il tuo Brand Manager deve impegnarsi tanto per comunicare internamente quanto esternamente. Devono essere evangelisti e allenatori per tutti i tuoi dipendenti. Il tuo servizio, il tuo prodotto e, soprattutto, le tue persone sono il mezzo migliore per comunicare il tuo marchio. Come stanno?

Un commento

  1. 1

    Mi sento molto fortunato, come start-up imprenditore, di aver imparato a conoscere il social networking e l'auto-branding sin dall'inizio. Nell'articolo a cui hai fatto riferimento, l'autore ha sottolineato questi punti: "consapevolezza, accessibilità, valore, differenziazione rilevante e connessione emotiva". Sto lavorando per raggiungere questi punti man mano che cresco. Il mio obiettivo ora è dare valore gratuitamente, per costruire credibilità. Inoltre, non sono ostacolato da una burocrazia gonfiata. BTW, sto benissimo!

    Vince, unico prop., Venditore eBay, scrittore di istruzioni.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.