Non permettere a Cigna di farla franca con Murder

Riposa in pace, Nataline.

Se non ti è mai stato negato un sussidio, non ti è mai stato concesso un accordo assicurativo o hai sentito parlare di qualcuno che ha - sei una persona fortunata! Il settore assicurativo è uno dei più redditizi negli Stati Uniti. La matematica è abbastanza semplice, più persone lasciano morire, migliori sono i profitti.

Possiamo cambiare questo con il Internet e la blogosfera? Possiamo letteralmente bombardare i motori di ricerca con messaggi di Cigna fa schifo e fare la differenza? Affermano di essere nel business della cura. È vero? Preoccuparsi non costa davvero più denaro che non prendersene cura? Credo che i medici si preoccupino, ma le compagnie di assicurazione hanno l'incentivo opposto.

In una lettera dell'11 dicembre, quattro medici hanno fatto appello all'assicuratore per riconsiderarlo. Hanno detto che i pazienti in situazioni simili che si sottopongono a trapianti hanno un tasso di sopravvivenza a sei mesi di circa il 65%.

Cigna ha detto che era sperimentale e non coperto dalla loro polizza.

Nataline Sarkisyan è ora morta dopo tre anni trascorsi a combattere la leucemia e le è stato negato un trapianto necessario dalla sua compagnia di assicurazioni, Cigna.

Questo non è altro che un omicidio di primo grado ai miei occhi. Un datore di lavoro che perde un dipendente a causa di condizioni di lavoro non sicure può essere accusato di omicidio colposo o omicidio colposo, perché una compagnia di assicurazioni non può? Cigna non ha ignorato la situazione, l'hanno analizzata e fatto la scelta consapevole di lasciare morire il paziente.

Queste storie mi arrabbiano e mi terrorizzano. Se possiedi azioni in Cigna o anche un fondo comune di investimento che ha Cigna nel mix, ti esorto a non sostenere una tale società. È ora che le compagnie di assicurazione smettano di riempirsi le tasche con il sangue delle stesse persone che le pagano.

Altro sulla lotta di Nataline:

  1. Nataline muore, vergogna per Cigna
  2. Cigna uccide Nataline
  3. RIP, Nataline
  4. Nataline è morta

CIGNA Executive Management Team - come dormi la notte ?!

Commenti

  1. 1
    • 2

      Ciao JHS,

      La parte spaventosa per me è semplicemente questa: una compagnia di assicurazioni in questo paese ha l'autorità di negare le affermazioni secondo cui un medico insiste nel prolungare o preservare la vita.

      Un'azienda che prende una decisione di vita o di morte dovrebbe essere illegale. Chiaro e semplice.

      Doug

      • 3

        Doug,

        Sì, è spaventoso, ma è stato vero per molto tempo. L'intero incidente è in qualche modo ironico: alcune persone devono morire perché un donatore di organi semplicemente non è disponibile. Qui apparentemente abbiamo avuto un caso in cui ce n'era uno, e non è riuscita a capirlo.

        O, più probabilmente, avrebbe potuto, ma poi il resto della sua famiglia probabilmente avrebbe dovuto vendere matite per strada dopo che le proprie risorse sarebbero state esaurite. Ecco perché pensavano di avere un'assicurazione. Qualcosa è decisamente sbagliato in questa immagine ...

        • 4

          Ciao Bob!

          È un piacere vederti qui e spero che tu stia bene.

          Ben messo.

          Spero che possiamo esercitare la pressione necessaria affinché il nostro legislatore lasci la cura dei pazienti al suo posto, al medico e non alla compagnia di assicurazioni.

          Doug

  2. 5

    Il problema è che la linea di fondo delle compagnie di assicurazione sanitaria dipende dal NON pagare i benefici. Questo è ciò che ho riscontrato quando ho cercato di ottenere l'approvazione per i farmaci di mio figlio. Aveva l'approvazione per Zyrtec-D, che era un farmaco non formulato nel 2004, quando è iniziata la battaglia. non l'ho fatto. Entrambi ci hanno prescritto lo stesso farmaco per l'ADHD. Il mio è stato approvato; il suo non lo era. Non è stato approvato fino a quest'anno, quando Zyrtec-D è stato approvato per le vendite OTC? Coincidenza? Tu decidi.

    La nostra storia è minore rispetto a questa, ma il principio è ancora valido. Avevano coperto il trapianto di midollo osseo e le cure successive, quindi nella loro mente avevano assolto il loro obbligo di approvare eventuali trattamenti aggiuntivi costosi per questa ragazza. Dubito che la richiesta inizialmente abbia raggiunto qualcuno ben informato (vedi le mie note sul gastroenterologo che approva i farmaci psichiatrici, per esempio), quindi è stato relativamente semplice dire di no. Anche dopo che i quattro medici hanno fatto appello, hanno negato.

    Michael Moore ha questo diritto: mettere le decisioni mediche nelle mani di chiunque non sia il medico di un paziente è semplicemente sbagliato. E per i cosiddetti 'dottori' della Cigna non mi resta che chiedere come conciliano il loro giuramento di Ippocrate con le smentite che firmano.

    • 6

      Secondo Forbes, Il compenso totale di H Edward Hanway è di 28.82 milioni di dollari e il suo quinquennio è di 5 milioni di dollari. Hanway è Amministratore Delegato di Cigna (CI) da 78.31 anni ed è in azienda da 6 anni.

      Ecco come lo riconcilia.

  3. 7

    Sfortunatamente la maggior parte di noi americani passa la vita grassa, stupida e felice. Leggiamo di tragedie come questa e pensiamo che non accadrà a me o alla mia famiglia. Cerchiamo di sminuire il suo significato con pensieri come "è caduta attraverso le crepe" o "sarebbe morta comunque". La nostra stampa non riesce a investigare e riferire adeguatamente sulle attività negative e criminali delle compagnie di assicurazione perché molti degli assicuratori pagano anche sponsor. Abbiamo giornalisti come John Stossel che criticano il film di Michael Moore Sicko solo pochi mesi prima di Natalines Death.

    Sveglia l'America

    Fino a quando non saremo tutti sufficientemente indignati e effettivamente faremo telefonate, scrivere lettere e far conoscere la nostra indignazione, queste pratiche continueranno. Ditelo con la penna, la bocca e il taccuino.
    Contatta il tuo membro del Congresso. Invia email a giornalisti falsi. Contattare e minacciare di boicottare le società che fanno pubblicità in questi notiziari.

  4. 8

    Tutta questa cosa solleva più domande che risposte per me.

    Da quello che ho letto, se ha ottenuto il trapianto POTREBBE aver vissuto altri sei mesi. Di certo non sarebbe vissuta molto più a lungo di così. Aveva una malattia terminale.

    Mi sento per la famiglia. Ma non è così semplice come vogliono fare alcuni resoconti dei media. Se si trattava di ottenere questo trattamento e vivere per altri 20 anni ... è un gioco da ragazzi. Ma ottenere questo trapianto, le avrebbe richiesto di prendere una medicina anti-rigetto... che avrebbe preso il suo sistema immunitario già debole e l'avrebbe peggiorato ancora... il che avrebbe reso il cancro ancora più diffuso. E il cancro era terminale in primo luogo.

    E sto affrontando la mia battaglia con le compagnie di assicurazione sanitaria proprio ora. Quindi so che possono essere proprio irragionevoli. E la mia richiesta è solo di un paio di centinaia di dollari... per nulla vicino alle sei cifre su cui ruotava questa richiesta.

    • 9

      Ciao ck,

      Sono sicuro che mancano molti pezzi, ma la conclusione per me è stata che alcuni medici e infermieri hanno richiesto il trattamento e hanno ricevuto il veto dalla compagnia di assicurazioni. Dobbiamo assicurarci che ciò non accada MAI.

      Buona fortuna con la tua battaglia! Sono uno dei tanti "senza assicurazione" in questo paese: sono sovrappeso e non riesco a farcela da solo. (I miei figli sono coperti dalla loro polizza).

      Doug

  5. 10

    Mi fido dei medici tanto quanto mi fido delle compagnie di assicurazione.

    Non chiederesti la possibilità di fare qualcosa che ti riempirebbe le tasche con un sacco di soldi in barca?

    Questo è il motivo per cui puoi appellarti a un arbitro di terza parte per le decisioni che vengono respinte. Quindi una persona che:
    R. Non è influenzato dalle emozioni della famiglia.
    B. Non è influenzato dai profitti (vale per assicurazioni e medici)

    Può prendere la decisione finale.

    Non è una coincidenza che così tanti medici siano milionari a pieno titolo.

    Quindi fuori tema, diresti di sostenere l'assistenza sanitaria universale?

    • 11

      Ho avuto il piacere di conoscere parecchi medici ed è stato triste vedere come le compagnie assicurative li hanno colpiti. Uno dei miei amici è stato spinto a "passare meno tempo" con ogni paziente per migliorare la sua "produttività". L'ho anche visto spendere 1/3 del suo stipendio in assicurazioni per negligenza (un altro settore redditizio).

      Doveva anche entrare a far parte di un gruppo di dottori piuttosto che avere un proprio studio perché non c'era modo che potesse tenere il passo con i documenti dell'assicurazione. Questo è stato un colpo al cuore perché era un dottore fantastico e non meritava di essere incanalato nell'assistenza sanitaria della linea di produzione.

      Penso che scoprirai che la stragrande maggioranza dei medici non sono milionari e ancora di più lasciano la cura dei pazienti a causa di tutte le schifezze con cui devono fare i conti. È un disastro.

      Ri: Universal Healthcare

      Ho vissuto in Canada per 6 anni e in realtà sostengo l'assistenza sanitaria universale (con grande orrore della mia educazione conservatrice). Il motivo è semplice: credo che la medicina sia una questione sociale, non un business... anche se negli Stati Uniti l'abbiamo resa un business in BOOM.

      Il Canada ha le sue sfide, lo ammetto. Tuttavia, le storie dell'orrore che ascoltiamo qui sono poche e di più.

      Credo che ci sia un grande vantaggio commerciale anche nell'assistenza sanitaria universale: le persone non hanno paura di avviare un'attività in proprio quando non devono preoccuparsi dell'assistenza sanitaria per le loro famiglie. Inoltre, le persone non hanno più paura di lasciare i lavori scadenti, il che porta a migliori condizioni di lavoro.

      Penso sinceramente che sia un passo avanti. Dopotutto, se puoi pagare 28 milioni di dollari all'anno a un amministratore delegato delle assicurazioni, c'è l'opportunità di un po' di razionalizzazione, giusto?

  6. 12

    No. Se vedi di dare il 33% IN PI del tuo reddito al governo per l'assicurazione ... vai avanti. Ma così com'è adesso... pago circa $ 250 al mese per l'assicurazione medica completa (molto buona). Anche se il mio datore di lavoro paga molto di più. Ma questo fa parte dell'assunzione di sviluppatori.

    • 13

      L'ironia è che lo paghiamo già, però, ck. Quando una persona non assicurata viene curata, la paghi attraverso le tasse e l'aumento delle tariffe mediche, ecc. Stiamo già pagando per l'assistenza sanitaria universale... ma è solo per il trattamento, non per la medicina preventiva.

  7. 14

    ck -

    Per quanto riguarda il tuo commento che Nataline avrebbe avuto sei mesi CON il trapianto, è sbagliato. Senza il trapianto, le avevano concesso sei mesi all'aperto. Il trapianto di midollo osseo era riuscito a debellare la leucemia ma il costo era un danno epatico irreparabile. Se avesse ricevuto il trapianto, avrebbe avuto la prospettiva di una vita piena. Senza di essa, era condannata.

    Il sistema è completamente rotto quando i medici non hanno più la capacità di essere medici. Se non ti fidi di loro, è probabilmente perché hanno dovuto praticare la medicina difensiva in cui soddisfano l'assicuratore, il paziente e riducono anche i rischi di responsabilità assicurativa.

    Riparare il sistema significherà limitare i risarcimenti per danni da negligenza e le cause legali per responsabilità, limitare i profitti degli assicuratori e rimettere la pratica della medicina nelle mani delle persone che hanno pagato oltre $ 100 per la loro formazione come medico. Dovresti davvero leggere la serie del Dr. Kirschenbaum su Medici, denaro e medicina per una prospettiva diversa. Inizia da qui.

  8. 15

    Tutto quello che ho letto sembrava indicare che un obiettivo per il trapianto di fegato era una probabilità del 65% di vivere per altri sei mesi.

    Ora, come diceva il mio post iniziale, se questo avrebbe reso possibile la vita per altri 20 anni... tutto per questo. Ma se sono sei mesi... non salterò su e giù per nessuna delle due decisioni. E penserebbe che l'arbitro terzo sia una soluzione valida.

    E sebbene i loro siano problemi, non credo che la soluzione sia l'assistenza sanitaria universale, che sposta il peso sul nostro governo e fanno schifo.

    La soluzione è, come hai accennato, limitare i danni per negligenza e altre normative. Ma di certo non metterei la gestione dell'assicurazione sanitaria come quella di Hillary Clinton. Francamente, ho già abbastanza problemi con dove vengono spesi i soldi delle mie tasse... non ne ho bisogno per pagare "problemi di salute" come i lavori di naso.

  9. 16

    CK -

    Secondo un articolo dell'Associated Press su http://ap.google.com/article/ALeqM5hFp8DsNC_gJwb9q72kNfDiZCioSwD8TM2SAO1, i medici dell'UCLA affermano che "... i pazienti in situazioni simili a quella di Nataline sottoposti a trapianto hanno un tasso di sopravvivenza a sei mesi di circa il 65%".

    Quello che capisco è che avrebbe una probabilità del 65% di sopravvivere nei primi 6 mesi e non, come hai notato, che sarebbe morta comunque a 6 mesi. Aveva una malattia terminale perché aveva un'insufficienza epatica causata dal trattamento della leucemia. La mia comprensione è che se fosse arrivata a 6 mesi, avrebbe avuto tutte le possibilità di farlo molti anni in più.

    Onestamente, dai tuoi post mi sembra che tu creda che l'assistenza sanitaria che può fare qualcosa di buono dovrebbe essere disponibile solo per coloro che possono permettersela, e che tutti gli altri stiano semplicemente meglio morti. Sono d'accordo con molti dei tuoi punti e suggerimenti; Penso che l'arbitrato di terze parti sia una buona idea, soprattutto se è veloce, ma la tua nozione percepita di "tanto vale lasciarla morire, lo avrebbe fatto comunque" viene fuori come piuttosto meschina. Dà l'impressione che tu sia interessato solo a te stesso e a nessun altro.

  10. 17

    Rapinare,
    Voglio che tutti vivano e abbiano accesso all'assicurazione sanitaria, ma non credo che sia compito del governo fornirla.

    Preferirei vedere molto meno governo (cioè meno l'IRS), non di più.

    Come pensi che abbiano fatto i nostri padri fondatori? La risposta è alleggerire l'onere per i medici (vale a dire le cause legali) e non trasferire quell'onere a tutti i contribuenti. Il nostro governo si è dimostrato inetto e non ci si dovrebbe fidare nemmeno della nostra vita medica. Con loro in carica, casi come questo diventeranno più comuni, non meno comuni. Basta guardare le statistiche sull'insufficienza cardiaca e sui tassi di sopravvivenza al cancro di coloro che hanno il cancro. La medicina privata è molto più efficace.

    Ma per quanto riguarda il caso in esame, lasciatemelo dire di nuovo... se la prognosi prevedeva una lunga vita dopo il trapianto... allora sono d'accordo. Ma ho letto in senso negativo la dichiarazione che mi hai fatto notare.

    Mi piacerebbe davvero vedere un articolo ben scritto, solo lo stile dei fatti.

    Questo non è un argomento facile e non dovrebbe essere combattuto con argomenti emotivi. Solo i fatti, signora.

    • 18

      I fatti sono semplici, Cigna non vuole spendere per curare malattie, la stessa Cigna Glendale ha fatto questo a questa famiglia, hanno reagito in ogni modo possibile, solo per scoprire che le agenzie governative lasciano che queste persone abusino del consumatore, e niente è fatta. È coperto.

      Il membro del Congresso di Valencia, in California, scrive

      Il membro del Congresso ha scritto: In una lettera datata 30 maggio 1996 al Dipartimento delle corporazioni. Copia della lettera fornita a Jo Joshua Godfrey.

      Caro Commissario Vescovo,
      Scrivo a nome dei miei elettori Josephine Joshua Godfrey che hanno avuto gravi difficoltà con un HMO autorizzato dalla California, CIGNA Health care.

      La signora Godfrey sostiene che la CIGNA non è riuscita a diagnosticare e trattare adeguatamente il suo cancro ai polmoni dal marzo 1993 all'agosto 1994. Apparentemente un anno dopo i medici non Cigna identificarono facilmente il tumore carcinoide nel suo polmone sinistro e dissero alla signora Godfrey che il tumore avrebbe dovuto essere diagnosticato all'inizio del 1993. Nonostante le ripetute negazioni dell'esistenza dei tumori da parte della CIGNA, il tumore è stato infine rimosso a ST. Josephs Hospital di Burbank in California. Una patologia post-operatoria riporta che il tumore era “completamente cresciuto… completamente maturo.

      Durante l'esame della GIGNA, la signora Godfrey ha chiesto più volte di essere indirizzata a uno specialista per cure mediche. Per qualche inspiegabile ragione GIGNA ha rifiutato di consultare uno specialista per un trattamento medico appropriato. La CIGNA ha anche rifiutato di rilasciare le cartelle cliniche della signora Godfrey in modo che un altro medico potesse rivedere la sua storia medica e ordinare il trattamento. Solo dopo decine di richieste sono stati rilasciati i record. Tuttavia, la signora Godfrey crede che per proteggere la CIGNA da pratiche illecite i documenti siano stati alterati in modo doloso.

      Lo stato della California ha la responsabilità di proteggere i consumatori iscritti a HMOS. Lo stato è tenuto a educare e informare i consumatori sull'HMOS. Con oltre 12 milioni di californiani in HMOS, educare e informare i consumatori sulla qualità e sull'accesso all'assistenza sanitaria è un'impresa importante. Sfortunatamente, se l'esperienza dell'onorevole Godfreys è un'indicazione di come le esigenze mediche dei consumatori vengono trattate dall'HMOS, dobbiamo riesaminare il sistema di assistenza gestita. Il Congresso ha iniziato a sondare l'HMOS e la qualità delle cure mediche che forniscono. Molti pazienti credono che l'HMOS neghi regolarmente cure e informazioni ai pazienti per ridurre i costi. L'apparente "regola del bavaglio" che vieta ai medici di suggerire un trattamento che non sia superato dall'HMO è di particolare preoccupazione.
      Il mio elettore non è l'unico individuo che ha avuto difficoltà a trattare con HMO.
      (1) Ruth Macinnes di San Diego è morta quando i medici HMO non sono riusciti a fornire test medici per diagnosticare e trattare malattie cardiache e rispondere alle emergenze di shock cardiogeni; (2) Will Spense di Los Angeles combatte per la sua vita perché il cancro del linfoma non Hodgkins era sbagliato -Diagnosticato da più di un anno. Mi è stato detto che come queste persone ce ne sono migliaia di altre in tutta la nazione con storie simili.

      Sono rispettoso che il vostro ufficio esamini queste affermazioni e indaghi se l'HMOS dello Stato viene adeguatamente monitorato e se ai consumatori vengono fornite le informazioni di cui hanno bisogno per garantire cure mediche di qualità. Credo che la signora Godfrey sia stata gravemente maltrattata da un sistema che dovrebbe prendersi cura di lei. Se vengono scoperte violazioni, chiedo che venga intrapresa un'azione esecutiva contro le istituzioni responsabili del maltrattamento dei consumatori. Un'indagine completa contribuirà a garantire che lo stato adempia ai propri obblighi nei confronti di oltre 12 milioni di consumatori di HMO. Per favore, rispondi al mio direttore di distretto, Armando E. Araloza alla tua prima opportunità.
      Dipartimento di Corp Reply
      Los Angeles, CA Rispondi »

      JO JOSHUA GODFREY CONDIVIDE CON IL POPOLO DELLA CALIFORNIA E QUESTA NAZIONE:
      RISPOSTA DEL DIPARTIMENTO DELLE AZIENDE ALLA LETTERA DI CONGRESSMANS DEL 2 LUGLIO 1996
      RE: File No ALPHA
      Caro membro del Congresso,
      Ho ricevuto la vostra lettera del 30 maggio 1996, ricevuta il 4 giugno 1996, riguardante le persone sopra menzionate e il loro piano di servizi sanitari, Cigna Healthcare of California.
      Il Department of Corporations (? Department?) Regola Cigna Healthcare e altri piani di servizi sanitari ai sensi del Knox-Keene Health Care Service Plan Act (Health and Safety Code 1340 e seguenti) e dei regolamenti del Commissario (CCR Section 1300.40 e seguenti .). Il Dipartimento prende molto sul serio ogni richiesta di assistenza (? RFA?) Che riceviamo. Le RFA ricevute dal Dipartimento vengono riviste non solo in relazione alle singole questioni, ma anche con un occhio di riguardo verso potenziali problemi sistemici. La revisione dell'RFA è un elemento importante dell'impegno generale di regolamentazione del Dipartimento.
      Il Dipartimento ha esaminato o sta riesaminando tutte le RFA presentate dalla famiglia Godfrey. Il caso di Josephine Godfrey è stato esaminato dalla divisione per l'applicazione delle norme del dipartimento. Questa revisione includeva, ma non si limitava a, un esame approfondito delle cartelle cliniche pertinenti, interviste con il personale del piano e un'ampia discussione con la famiglia Godfrey. Come risultato di questa revisione, la Divisione per l'applicazione delle norme ha stabilito che Cigna aveva affrontato in modo soddisfacente i reclami specifici della signora Godfrey e aveva sviluppato strategie per risolvere questi problemi.
      Per quanto riguarda la RFA di Christopher Godfrey, Cigna ha accettato di avere (Nome della persona omessa) RN a disposizione sia del Sig. Che della Sig.ra Godfrey per assisterli nel coordinamento delle loro cure attuali e risolvere eventuali problemi che potrebbero incontrare. Entrambi questi RFA sono ora chiusi. Tuttavia, le informazioni in queste e in tutte le RFA sono incorporate nel regolamento in corso del Dipartimento per garantire la conformità del piano sanitario con il Knox-Keene Act.
      Il Dipartimento condivide la tua preoccupazione per il cosiddetto? Gag? clausole nei contratti di fornitura. Il Dipartimento ha recentemente richiesto un piano per eliminare una clausola nei suoi contratti di fornitura che obbligava il fornitore a mettere il piano in "buona luce". In una recente comunicazione a tutti i licenziatari, il Dipartimento ha dichiarato:? Ogni medico contraente e altro professionista sanitario dovrebbe essere in grado di parlare in modo onesto e accurato di questioni che possono influire sulla salute e sulla volontà di un paziente di promuovere il tradizionale rapporto di fiducia una fiducia tra paziente e operatore sanitario.
      In chiusura, desidero sottolineare ancora una volta l'impegno del Dipartimento nei confronti dei milioni di californiani iscritti a piani di servizi sanitari. In caso di ulteriori domande, non esitare a contattare l'Assistente speciale (Nome escluso) Cordiali saluti,
      KEITH PAUL VESCOVO
      Commissario delle corporazioni

  11. 19

    Ho scritto questa storia ai legislatori quando avevo 14 anni e voglio condividerla con voi.

    Ho 14 anni e sono vittima di negligenza medica. Scrivo al Congresso e al Senato perché dovete aiutare le vittime di negligenza medica. Ero malato, mi faceva male la testa e mia madre mi portò dal dottore. Avevo frequenti sanguinamenti dal naso e forti mal di testa. Penso che sia iniziato alla fine del 1992 o all'inizio del 1993. Dissero che stavo bene e ricordo che un dottore era così cattivo con me e mia madre; non voleva nemmeno parlarne. Ha detto che era tutto nella mia testa, che stavo bene. Il 1993 e il 1994 non sono stati anni buoni nella mia vita. Ero infelice. Mia mamma era sempre malata, sempre a letto a tossire, andava sempre alla CIGNA a prendere medicine, sempre troppo stanca. Mia madre non era più la stessa mamma; mi faceva male la testa a intermittenza e mi stancai di non disturbare mia madre perché potevo vedere quanto fosse malata. Era sempre depressa, piangeva sempre, era sempre lunatica e tossiva. Le urlavo di stare zitta la notte e lei ci teneva tutti svegli, ora mi sento male.

    Nel febbraio 1994 ero depresso, mi faceva male la testa e presi le pillole dall'armadietto dei medicinali, non era la prima volta che lo facevo, ma mia madre era malata e non se ne accorse nemmeno. Ogni volta che ne prendevo di più e un giorno mia madre veniva a svegliarmi e io non mi alzavo, ero troppo stanco. Mia madre ha detto che è tutto, vestiti; andiamo subito al CIGNA. Ci sono andato e mi hanno visto i medici della CIGNA. Mi hanno mandato in un centro di salute mentale e nessuno di questi due posti sapeva nemmeno cosa avevo fatto. Mia madre mi ha accompagnato in giro e le ho detto cosa avevo fatto. Più tardi quel giorno ha detto come avrebbe potuto vivere se fossi morto. Mia madre piangeva perché era così stanca che si incolpava perché non faceva abbastanza. Ho promesso a mia madre di non farlo di nuovo. Mia madre ha chiamato CIGNA e si è arrabbiata per come non hanno visto che avevo cercato di uccidermi, chiedendo loro che tipo di dottori fossero. Mia madre ha urlato così tanto che hanno accettato di darmi un fisico completo. All'inizio di marzo, ci siamo lamentati così tanto della mia testa che hanno accettato di fare scansioni della mia testa. Questo è andato avanti per circa due mesi e mezzo, una scansione dopo l'altra, e alla fine il dottore ha detto che dovevo lavarmi il seno, che era alla fine di maggio. Mia madre mi ha chiesto se era urgente, doveva essere fatto subito, il medico ha risposto che non era urgente. Mia madre ha detto che l'avremmo fatto durante le vacanze estive.

    Da maggio ad agosto mia madre si è ammalata gravemente. È andata dal medico e l'hanno messa in disabilità per 6 settimane. A metà luglio ho sognato che mia madre avesse un cancro ai polmoni e che sarebbe morta. Mia madre si è molto arrabbiata quando le ho detto questo. All'inizio di agosto mia madre mi ha mandato in Irlanda per un mese a visitare i miei nonni. Quando sono tornato dall'Irlanda alla fine di agosto, la nostra casa era in subbuglio, per 2 settimane CIGNA si era rifiutata di dare a mia madre tutte le sue radiografie dicendole che erano perse. Li aveva appena presi e ha mostrato che aveva il cancro ai polmoni per quasi 2 anni. Mia madre ha subito un'operazione e il 20% del suo polmone è stato rimosso. Aveva un tumore carcinoide. Quando mia madre era in ospedale, il chirurgo disse al mio patrigno che neanche lui stava bene. Alla fine la CIGNA si è rifiutata di pubblicare i dischi del mio patrigno per 2 settimane. Quando si erano rivolti a un medico esterno, la CIGNA lo aveva curato per l'asma; ha davvero un caso molto avanzato di BPCO e aveva qualcosa sul polmone sinistro come mia madre.

    Siamo andati a prendere i record per tutta la nostra famiglia. Quando abbiamo visto il mio, e siamo andati da un dottore esterno, dopo essere andato da dottori esterni ora so qual è la differenza tra un vero dottore e un dottore della CIGNA, e spero che forse un giorno te lo dirò tutto . Ho avuto un problema in cui l'osso veniva distrutto, dove l'osso stava spingendo attraverso l'orbita e il dottore ha detto che il mio occhio sarebbe stato spinto fuori. Ho avuto il mio intervento chirurgico al Cedar-Sinai. Il 1995 non è molto meglio del 1993 perché sembra che non ci sia giustizia per tutte queste cose che la CIGNA ci ha fatto. Vogliamo che le leggi cambino così nessuno dovrà più soffrire in questo modo. CIGNA abusa della nostra famiglia ancora oggi. Fanno piangere mia madre per ore e spero che mi lascerai raccontare tutto anche di questo. CIGNA dovrebbe anche sapere se i miei genitori muoiono, dove andrò e cosa succederà a mio fratello e alle mie sorelle? Sono americano, e quando sarò grande non voglio vivere qui. Voglio trasferirmi dove le persone sono buone e gentili. Mi trasferirò in Irlanda.

    Ora ho 27 anni. Tuttavia è piuttosto triste che qualsiasi famiglia avrebbe dovuto soffrire in questo modo, e questi truffatori e truffatori sono sfuggiti alla punizione nello Stato della California.

    GRAZIE CIGNA GLENDALE

  12. 20

    Testimonianza del Comitato per le Regole del Senato Audizione dello Stato della California Lunedì 12 maggio 1997 alle 2.03PM
    Sono venuto per condividere le mie esperienze con te. Il Dipartimento delle società sta fallendo nella sua funzione di regolamentazione e l'esperienza della mia famiglia lo dimostra. E la mia esperienza personale con Cigna Healthcare illustrerà come i consumatori subiscono abusi e come il Dipartimento delle Imprese stia chiudendo un occhio.
    La mia esperienza con Cigna è iniziata con gli abusi dei miei genitori, che a loro volta hanno perpetrato quell'abuso contro ogni membro della mia famiglia. Quando ero malato e avevo bisogno di un medico mi mandavano fuori su appuntamento, e mi sentivo umiliato perché il più delle volte il medico dove mi avevano mandato non mi aspettava. Di conseguenza Cigna mi ha inviato una lettera dicendo che potevo scegliere il mio medico e loro avrebbero pagato le cure mediche. L'hanno fatto una volta e poi non hanno pagato le cure mediche, e sono stato minacciato dalle agenzie di recupero crediti che sarei stato citato in giudizio se non avessi pagato il conto. Cigna ha anche detto che avrei potuto scegliere un medico di mia scelta nel mio luogo di residenza Santa Barbara, e questo non è mai successo. Cigna mi ha assegnato un dostor a Santa Barbara ma quando stavo male e volevo prendere un appuntamento e ho chiamato il dottore non mi ha mai risposto. Quando abbiamo contattato l'ufficio dei medici hanno detto che non lavoravano più con Cigna, perché Cigna non avrebbe fatto rinvii quando erano necessari specialisti.
    L'anno scorso avevo bisogno di cure specialistiche e durante la procedura il medico ha detto che avevo bisogno di una biopsia. Doveva fermarsi a metà e ottenere l'autorizzazione dalla CIGNA per continuare. Il medico ha detto che le due procedure erano collegate e non ci si era mai aspettato che eseguisse la MEDICINA in questo modo prima. Dopo questa procedura, quando mi sono lamentato di questo con il Dipartimento delle Corporazioni, Cigna ha negato le accuse e ha risposto che il medico si era sbagliato. Da quel momento il medico si è presentato al suo legislatore a Santa Barbara, ha dichiarato di aver eseguito la biopsia senza la loro autorizzazione, e il mio resoconto dell'incidente era corretto. Il medico ha detto che avevo bisogno di un follow-up ogni 90 giorni poiché si trattava di una condizione pre cancerosa. Cigna ha detto che se avevo bisogno di queste cure specialistiche dovevo passare dal medico di base per assicurarmi di averne bisogno, e loro a loro volta mi hanno assegnato un medico di cure primarie a Santa Maria, nemmeno nella stessa contea, e più di un'ora dalla mia residenza.
    Sono uno studente, vado all'Università di Santa Barbara e non ho mezzi di trasporto. Semplicemente non è un'opzione praticabile e il Dipartimento delle Imprese, invece di aiutarmi, mi ha chiamato di nuovo la persona a Cigna che era responsabile di molestarmi e ostacolare il mio trattamento.

  13. 21

    Dopo aver recentemente avuto United per molti anni, la mia azienda è passata a CIGNA, recentemente ho dovuto fare una risonanza magnetica sulla schiena e il dottor SE CIGNA mi ha detto che non autorizza nulla, ci sono voluti 5 giorni per approvarla, solo dopo che il mio medico ha dovuto letteralmente implorare Mi è stato anche detto che anche se approvano le procedure, a volte si voltano e negano dicendo che non era autorizzato secondo le loro specifiche, e poi sei bloccato con il conto. una chiamata da CIGNA stasera per vedere se sarei interessato a chiamare "LA LORO INFERMIERA" per futuri problemi ai polmoni, al cuore, alla schiena o alle ossa in futuro piuttosto che andare al mio PCP !! Ho detto loro che non mi sarei sentita a mio agio a essere "vista" al telefono e grazie comunque. Era molto turbata dal fatto che non ho colto l'offerta.

    Sono assolutamente terrorizzato da eventuali problemi medici futuri di cui ho bisogno, soprattutto perché ho un bambino di 7 anni, e CIGNA sembra una compagnia indifferente dopo aver letto i commenti.Posso solo pregare che restiamo tutti in buona salute, perché CIGNA è fuori per il centesimo non per il paziente!!!! Questo mi è stato chiarito in una sola settimana !!!!!!!!!!!

  14. 22

    lavoro per una delle principali compagnie aeree con cigna come mio ins. mi sono fratturato la schiena al lavoro, sul posto di lavoro, timbrato dentro questo hanger manager mi dice che questo non è "PER IL LAVORO" !!
    ho perso la mia "disabilità a lungo termine" attraverso la cigna. bene, loro – cigna mi hanno mandato da questa puttana di una fisioterapia che diceva a cigna quello che volevano sentire. quindi, sono sdraiato sulla schiena senza aiuto e dolorante senza entrate. chi ha la risposta e se qualcuno vuole un numero di telefono da chiamare, perché io gente di passaparola e devo avere un sorteggio di numeri da chiamare, il che non ha aiutato ma ragazzi hanno numeri di telefono!!
    in chiusura, baciami il culo per quelli che si candidano, per quelli che non lo fanno, mi dispiace per il tuo dolore e la vita persa

  15. 23

    Mia madre è morta da 11 anni e Cigna è l'assicurazione che aveva quando era in ospedale per l'influenza. Dopo un breve periodo di tempo è peggiorata mentre era in ospedale, ma invece di ricevere cure migliori abbiamo ricevuto la visita di una signora che lavorava per l'ospedale e ha detto a mia madre e a me che dovevo andare a casa perché Cigna non avrebbe pagato più del suo soggiorno. Mia madre aveva solo 55 anni quando Cigna l'ha cacciata dall'ospedale. Non lo sapevamo ma Cigna che doveva sapere per cartella clinica doveva essere mandata a loro per qualsiasi tipo di pagamento all'ospedale che mia madre aveva l'intestino bloccato nell'intestino per questo sanguinava dal retto e non poteva stare da sola quando le è stato detto che Cigna ha detto che non avrebbero pagato più per le cure. Mia madre sarebbe tornata entro quella settimana al pronto soccorso così malata da non poterle prelevare il sangue perché sarebbe morta in quel momento, quindi è stata ricoverata in terapia intensiva e poi è stato quando abbiamo scoperto che aveva l'intestino bloccato nell'intestino che avrebbe avuto bisogno di un intervento chirurgico, ma dal momento che non è stato fatto prima è stata aperta all'infezione di quasi tutto il suo intestino dall'intestino semplicemente seduto lì perché mia madre non sapeva che aveva questo, ma Cigna l'ha fatto quando l'hanno buttata fuori dall'ospedale. È stata quindi messa in rianimazione e meno di 7 giorni dopo, 18 giorni prima che compissi 21 anni, ho dovuto firmare affinché mia madre venisse tolta dal supporto vitale perché non c'era speranza a causa della velocità con cui l'infezione si era diffusa mentre lei aveva fuori dall'ospedale. Chiamalo come vuoi ma è un omicidio quando i soldi o l'assicurazione giusta avrebbero tenuto in vita mia madre, ma dal momento che aveva CIGNA HMO hanno deciso che non valeva la pena pagare. Ancora 11 anni dopo mi chiedo ancora quanti altri siano morti nelle loro mani.

  16. 24

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.