Le caratteristiche che ogni sistema di gestione dei contenuti deve avere per l'ottimizzazione dei motori di ricerca

Search Engine Optimization

Ho incontrato un cliente che ha avuto problemi con il posizionamento nei motori di ricerca. Come ho rivisto il loro Sistema di gestione dei contenuti (CMS), ho cercato alcune best practice di base che non sono riuscito a trovare. Prima di fornire una lista di controllo da verificare con il tuo provider CMS, devo innanzitutto affermare che non c'è assolutamente NESSUN motivo per cui un'azienda NON abbia più un sistema di gestione dei contenuti.

Un CMS fornirà a te o al tuo team di marketing la possibilità di modificare il tuo sito al volo senza la necessità di uno sviluppatore web. L'altro motivo per cui a Sistema di gestione dei contenuti è una necessità è la maggior parte di loro automatizza le best practice per ottimizzare il tuo sito.

I puristi SEO potrebbero discutere con alcune delle funzionalità di cui discuto qui perché potrebbero non essere attribuite direttamente al ranking. Direi con qualsiasi guru dei motori di ricerca, tuttavia, che il posizionamento nei motori di ricerca riguarda l'esperienza dell'utente, non gli algoritmi dei motori di ricerca. Migliore è la progettazione del tuo sito, investi in ottimi contenuti, promuovi tali contenuti e interagisci con i tuoi utenti ... migliore sarà il rendimento del tuo sito nelle classifiche di ricerca organica.

La meccanica di come un crawler del motore di ricerca trova, indicizza e classificas il tuo sito non è cambiato molto nel corso degli anni ... ma la capacità di attirare visitatori, di condividere i tuoi contenuti e di far rispondere i motori di ricerca è chiaramente cambiata. Un buon SEO lo è ottima esperienza utente... e un sistema di gestione dei contenuti è fondamentale per il tuo successo.

Funzionalità SEO per la gestione dei contenuti

Ogni Sistema di gestione dei contenuti dovrebbe avere o essere implementato con le seguenti caratteristiche:

  1. backup: Backup e SEO? Bene ... se perdi il tuo sito e i tuoi contenuti, è piuttosto difficile classificarli. Avere un backup solido con backup incrementali, nonché backup e ripristini su richiesta e fuori sede è estremamente utile.
  2. Briciole di pane: Se hai molte informazioni organizzate gerarchicamente, la capacità degli utenti (e dei motori di ricerca) di comprendere tale gerarchia è fondamentale per il modo in cui visualizzano i tuoi contenuti e li indicizzano correttamente.
  3. Notifiche del browser: Chrome e Safari ora offrono notifiche integrate con i sistemi operativi. Quando qualcuno arriva sul tuo sito, gli viene chiesto se desidera essere avvisato quando il contenuto viene aggiornato. Le notifiche invitano i visitatori a tornare!
  4. Caching: Ogni volta che viene richiesta una pagina, una ricerca nel database acquisisce il contenuto e mette insieme la pagina. Questo richiede risorse e tempo ... tempo che danneggia l'ottimizzazione dei motori di ricerca. Ottenere un CMS o un host con funzionalità di memorizzazione nella cache è fondamentale per velocizzare il tuo sito e ridurre le risorse richieste dal tuo server. La memorizzazione nella cache può anche aiutarti in caso di traffico intenso ... le pagine memorizzate nella cache sono più facili da visualizzare rispetto alle pagine non memorizzate nella cache. Quindi puoi ottenere molti più visitatori di quanti ne puoi senza memorizzare nella cache.
  5. URL canonici: A volte i siti vengono pubblicati con una singola pagina con più percorsi. Un semplice esempio è che il tuo dominio potrebbe avere http://yourdomain.com or http://yourdomain.com/default.aspx. Questi due percorsi alla stessa pagina possono dividere il peso dei link in entrata in cui la tua pagina non è classificata come potrebbe essere. Un URL canonico è una parte nascosta di codice HTML che indica ai motori di ricerca a quale URL dovrebbero applicare il collegamento.
  6. Commenti: I commenti aggiungono valore ai tuoi contenuti. Assicurati solo di poter moderare i commenti poiché ci sono un sacco di robot là fuori che inviano spam alle piattaforme CMS per tentare di generare collegamenti.
  7. Editor dei contenuti: Un editor di contenuti che consente di avvolgere H1, H2, H3, forte e corsivo attorno al testo. La modifica delle immagini dovrebbe consentire la modifica degli elementi ALT. La modifica dell'anchor tag dovrebbe consentire la modifica dell'elemento TITLE. È un peccato quanti sistemi CMS abbiano editor di contenuti scadenti!
  8. Content Delivery Network: Un rete di distribuzione di contenuti è una rete di computer che si trovano geograficamente che memorizzano risorse statiche localmente ... consentendo alle pagine di caricarsi molto più velocemente. Inoltre, quando viene implementata una CDN, le richieste della tua pagina possono caricare risorse dal tuo server web E dalla tua CDN allo stesso tempo. Ciò riduce il carico sul tuo server web e aumenta notevolmente la velocità delle tue pagine.
  9. Hosting ad alte prestazioni: La velocità è tutto quando si tratta di motori di ricerca. Se stai cercando di risparmiare qualche soldo sull'hosting, stai assolutamente distruggendo la tua capacità di essere indicizzato e classificato bene sui motori di ricerca.
  10. Compressione dell'immagine: Le immagini vengono spesso esportate in file inutilmente grandi. L'integrazione con uno strumento di compressione delle immagini per ridurre le dimensioni del file e ridimensionare le immagini per una visualizzazione ottimale è fondamentale.
  11. integrazioni: La capacità di estendere la funzionalità dei tuoi contenuti con lead generation, email marketing, marketing automation, social media marketing e altre piattaforme che ti aiutano ad acquisire e trattenere il traffico.
  12. Caricamento pigro delle immagini: I motori di ricerca amano i contenuti lunghi con molti media. Ma il caricamento delle immagini può rallentare la scansione del tuo sito. Il caricamento lento è un mezzo per caricare le immagini mentre si scorre la pagina. Ciò consente alla pagina di caricarsi molto più velocemente, quindi visualizzare le immagini solo quando l'utente raggiunge la sua posizione.
  13. Gestione dei lead: Dopo che i potenziali clienti hanno trovato il tuo articolo, come comunicano con te? Avere progettisti di moduli e un database per acquisire lead è un must.
  14. Meta Descrizioni: I motori di ricerca in genere catturano la meta descrizione di una pagina e la mostrano sotto il titolo e il collegamento nella pagina dei risultati di un motore di ricerca. Quando non esiste una meta descrizione, i motori di ricerca possono prendere il testo in modo casuale dalla pagina ... una pratica che abbasserà le percentuali di clic sui tuoi link sui motori di ricerca e potrebbe persino danneggiare l'indicizzazione della tua pagina. Il tuo CMS dovrebbe permetterti di modificare la meta descrizione su ogni singola pagina del sito.
  15. Mobile: La ricerca per dispositivi mobili sta esplodendo in quanto vengono adottati smartphone e tablet. Se il tuo CMS non consente un sito Web reattivo che utilizza HTML5 e CSS3 (opzione migliore) ... o almeno un reindirizzamento a un modello per dispositivi mobili ben ottimizzato, semplicemente non sarai classificato per le ricerche su dispositivi mobili. Inoltre, nuovi formati mobili come AMP può ottenere un buon posizionamento dei tuoi contenuti per le ricerche effettuate dai dispositivi Google.
  16. Ping: Quando pubblichi i tuoi contenuti, il CMS dovrebbe inviare automaticamente il tuo sito a Google e Bing senza alcun intervento. Questo avvierà una scansione dal motore di ricerca e il tuo nuovo (o modificato) contenuto sarà reindicizzato dal motore di ricerca. I sofisticati motori CMS eseguiranno il ping dei motori di ricerca anche durante la pianificazione dei contenuti.
  17. Reindirizzamenti: Le aziende spesso cambiano e ricostruiscono i loro siti. Il problema con questo è che il motore di ricerca potrebbe ancora puntare un URL a una pagina che non esiste. Il tuo CMS dovrebbe consentirti di indirizzare il traffico a una nuova pagina e reindirizzare anche il motore di ricerca in modo che trovi e indicizzi la nuova pagina.
  18. Rich Snippets: I motori di ricerca offrono formati di microdati per l'impaginazione e l'identificazione del breadcrumb all'interno del tuo sito. Spesso, questo markup deve essere applicato all'interno del tema che stai distribuendo con il tuo CMS oppure puoi trovare moduli che ti consentono di implementarlo più facilmente. Rich snippet come Schema per Google e OpenGraph per Facebook migliorano i risultati e la condivisione dei motori di ricerca e spingono più visitatori a fare clic.
  19. Robots.txt: Se vai alla radice (indirizzo di base) del tuo dominio, aggiungi robots.txt all'indirizzo. Esempio: http://tuodominio.com/robots.txt C'è un file lì? Un file robots.txt è un file di autorizzazioni di base che indica a un bot / spider / crawler del motore di ricerca quali directory ignorare e quali directory sottoporre a scansione. Inoltre, puoi aggiungere un link alla tua mappa del sito!
  20. Feed RSS: Se hai altre proprietà e vuoi pubblicizzare il tuo blog, avere feed RSS per pubblicare facilmente estratti o titoli su siti esterni è una necessità.
  21. Cerca: La capacità di eseguire ricerche interne e visualizzare risultati pertinenti è fondamentale per gli utenti per trovare le informazioni che stanno cercando. Le pagine dei risultati dei motori di ricerca spesso forniscono un campo secondario per gli utenti che effettuano ricerche anche all'interno di un sito!
  22. Sicurezza: Un solido modello di sicurezza e un hosting sicuro proteggeranno il tuo sito dagli attacchi o dal posizionamento di codice dannoso. Se il tuo sito riceve codice dannoso, Google ti deindicizzerà e ti avviserà rispetto ai webmaster. È imperativo che tu abbia un qualche tipo di funzionalità di monitoraggio o di sicurezza integrate nel tuo CMS o nel tuo pacchetto di hosting in questi giorni.
  23. Pubblicazione sociale: La possibilità di pubblicare automaticamente i tuoi contenuti con titoli e immagini ottimizzati renderà i tuoi contenuti condivisi. Il contenuto condiviso porta a menzionare i tuoi contenuti. Le menzioni portano a collegamenti. E i collegamenti portano al posizionamento. Facebook sta anche lanciando articoli istantanei, un formato per pubblicare interi articoli direttamente sulle pagine del tuo marchio.
  24. Syndication: Mentre le persone che leggono i post nei lettori RSS sono in gran parte cadute nel dimenticatoio al posto della condivisione sui social, la capacità di distribuire i tuoi contenuti su siti e strumenti è ancora fondamentale.
  25. Tagging: I motori di ricerca ignorano in gran parte un meta tag per le parole chiave, ma la codifica può comunque tornare utile, se non altro per tenere a mente le parole chiave che stai prendendo di mira con ogni pagina. I tag spesso aiutano a trovare e visualizzare post e risultati di ricerca pertinenti all'interno del tuo sito.
  26. Editor modelli: Un robusto editor di modelli che evita qualsiasi utilizzo di tabelle HTML e consente un HTML pulito e file CSS allegati per formattare correttamente la pagina. Dovresti essere in grado di trovare e installare modelli senza dover apportare alcuno sviluppo significativo al tuo sito mantenendo i tuoi contenuti senza problemi.
  27. XML Sitemaps: Una mappa del sito generata dinamicamente è un componente chiave che fornisce ai motori di ricerca un carta geografica di dove si trovano i tuoi contenuti, quanto sono importanti e quando sono stati modificati l'ultima volta. Se hai un sito di grandi dimensioni, le tue mappe dei siti dovrebbero essere compresse. Se una mappa del sito supera 1 Mb, il tuo CMS dovrebbe generare più mappe del sito e poi concatenarle insieme in modo che il motore di ricerca possa leggerle tutte.

Andrò su un arto qui e dichiarerò; se la tua agenzia ti fa pagare per gli aggiornamenti dei contenuti e non hai accesso a un sistema di gestione dei contenuti per ottimizzare il tuo sito ... è ora di lasciare quell'agenzia e trovarti una nuova con un solido Content Management System. Le agenzie a volte progettano siti complessi che sono statici e richiedono di apportare modifiche ai contenuti quando ne hai bisogno ... inaccettabile.

Commenti

  1. 1

    Che cosa? Nessuna raccomandazione specifica? Come fa un'azienda a sapere di quale CMS ha bisogno o quanto robusta funzionerà una soluzione? Bella lista, signor Karr.

  2. 2

    Adoro questa lista! Questa è ora la mia linea guida mentre sto iniziando a cercare un CMS. Ho fatto tutto il web design da solo, ma voglio diminuire il tempo che spendo a scrivere codice in modo da poter aumentare il tempo che spendo per la strategia del sito web. Hai qualche consiglio sui sistemi tradizionali fai-da-te (WordPress, Joomla, ecc.)?

  3. 3
  4. 4

    L'unica cosa che vorrei aggiungere a questo ora è che una piattaforma di blog dovrebbe visualizzare correttamente i tag rel = "author" e consentire la connessione a un profilo Google in modo che le immagini dell'autore vengano visualizzate nei risultati di ricerca.

  5. 5

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.