Come eseguire l'analisi della concorrenza per identificare le prospettive di link building

Link Building Analisi della concorrenza

Come trovi nuovi potenziali backlink? Alcuni preferiscono cercare siti Web su un argomento simile. Alcuni cercano directory aziendali e piattaforme web 2.0. E alcuni semplicemente comprano i backlink in blocco e sperano per il meglio.

Ma c'è un metodo per dominarli tutti ed è la ricerca della concorrenza. È probabile che i siti web che si collegano ai tuoi concorrenti siano tematicamente rilevanti. Inoltre, è probabile che siano aperti a partnership di backlink. E i tuoi concorrenti hanno fatto tutto il lavoro per trovarli, quindi tutto ciò che devi fare è piombare e prendere le loro prospettive per te stesso.

In questa guida imparerai come trovare i tuoi veri concorrenti, scoprire i loro backlink e prendere in prestito quelli con il potenziale più alto.

1. Trova i tuoi veri concorrenti

La prima cosa da fare è capire chi sono i tuoi veri concorrenti di ricerca e scegliere i migliori da spiare. Ricorda che i tuoi concorrenti di ricerca non sono necessariamente gli stessi dei tuoi concorrenti nella vita reale. Invece, questi sono i siti web che si posizionano in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), ovvero per le parole chiave nella tua nicchia. Questa ricerca può anche aiutarti a determinare il budget stimato del tuo futuro campagna di link building.

Il modo più semplice per vedere chi sono i tuoi principali concorrenti è digitare le tue parole chiave seed in Google e vedere quali domini appaiono più spesso su Google SERP. Ora, otterrai alcuni siti Web strani, come Men's Health o Forbes o altre riviste di lifestyle che classificano per parole chiave molto di nicchia, ma, dopo alcune ricerche, dovresti avere un'idea abbastanza chiara di chi sta effettivamente operando nella tua nicchia.

Analisi SERP

Ovviamente, cercare su Google tutte le tue parole chiave seed e annotare i siti Web che si classificano per la maggior parte non è molto efficiente. Fortunatamente, analisi competitiva è una sfida comune per i SEO e i proprietari di siti Web, quindi ci sono molti strumenti professionali che possono accelerare il processo. Se stai già utilizzando uno strumento SEO, che si tratti di Moz, Semrush o Ahrefs, è probabile che contenga una qualche forma di ricerca della concorrenza integrata. A seconda dello strumento SEO che utilizzi, sarai in grado di identificare i tuoi concorrenti di ricerca per argomento o per dominio, o talvolta entrambi.

Per identificare i tuoi concorrenti per argomento, dovresti inserire alcune parole chiave seme e lo strumento troverà i migliori siti web classificati per queste parole chiave più spesso. Questo metodo ti consente di selezionare le parole chiave e cercare concorrenti in una nicchia ristretta.

Per identificare i concorrenti per dominio, dovresti inviare il tuo dominio. Lo strumento analizzerà tutte le parole chiave per le quali ti posizioni e troverà i siti Web con la maggiore sovrapposizione di parole chiave. Questo metodo ti consente di trovare siti Web della concorrenza più simili al tuo sito Web, anche se la nicchia potrebbe essere più ampia di quanto previsto.

Analisi del dominio competitivo della ricerca organica

Una volta ottenuto un elenco dei concorrenti, la maggior parte degli strumenti SEO ti consente di valutarli utilizzando una serie di metriche di qualità. Le metriche più comuni includono l'autorità del dominio, il traffico organico e la percentuale di intersezione delle parole chiave, ovvero quanto è simile al tuo il sito web di un concorrente. Usa queste metriche per selezionare tra cinque e dieci concorrenti di alta qualità per ulteriori ricerche sui backlink.

2. Trova i backlink dei tuoi concorrenti

Una volta che hai creato l'elenco dei tuoi concorrenti più rilevanti, puoi passare a indagare sui loro profili di backlink.

Per un rapido controllo dei backlink della concorrenza, puoi utilizzare qualsiasi strumento di controllo dei backlink. Digita il dominio del concorrente per vedere le pagine esatte che si collegano a un sito Web, gli URL a cui si collegano, i testi di ancoraggio, i ranghi del dominio, se un collegamento è dofollow o meno:

Backlink della concorrenza nella ricerca organica

Se desideri eseguire una ricerca più completa sui backlink dei tuoi concorrenti, dovrai utilizzare un software SEO professionale. Uno strumento di analisi della concorrenza dedicato ti consentirà di ricercare più concorrenti contemporaneamente, oltre a filtrare i backlink scoperti per autorità, posizione, tag nofollow, rischio di penalità e altri parametri:

Prospettive di sensibilizzazione dei backlink

Probabilmente, una delle migliori caratteristiche della ricerca sui backlink è quando puoi vedere quali siti web si collegano a due o più dei tuoi concorrenti. Questi siti Web sono i tuoi potenziali backlink di massima priorità: hanno maggiori probabilità di operare all'interno della tua nicchia e meno probabilità di avere una partnership esclusiva con uno dei tuoi concorrenti.

3. Seleziona le migliori prospettive di backlink

Una volta che hai estratto un elenco completo dei backlink dei tuoi concorrenti, è probabile che tu abbia migliaia, a volte decine di migliaia di potenziali siti web. Che sono chiaramente troppi per condurre una campagna di sensibilizzazione efficace. Inoltre, copiare alla cieca tutti i potenziali backlink dei tuoi concorrenti non è la strategia migliore, poiché alcuni di loro potrebbero offrire backlink di bassa qualità che danneggeranno solo il tuo SEO.

Per ridurre l'elenco dei potenziali backlink a una dimensione gestibile, è necessario scartare i siti Web che offrono backlink di bassa qualità. I fattori più comuni che segnalano la qualità dei potenziali backlink includono:

Autorità di dominio. Più è alto, meglio è. I domini ad alta autorità sono i siti Web che hanno molti backlink, contenuti di alta qualità e una buona esperienza utente e quindi trasmettono più autorità attraverso i loro collegamenti.

Dofollow/nofollow. A differenza dei link nofollow, i link dofollow sono in grado di trasferire il link juice alle loro pagine di destinazione. I link Nofollow non sono del tutto inutili, ma non contribuiscono al tuo posizionamento. Va bene avere link nofollow nel tuo profilo, ma non dovresti sprecare le tue risorse per averne di più.

Collegamento sovrapposto. Come già accennato, i domini che si collegano a due o più dei tuoi concorrenti sono particolarmente preziosi come potenziali backlink.

Rischio sanzione. I collegamenti che provengono da siti Web loschi con contenuti scarsi o privi di senso, tonnellate di annunci e un'esperienza utente negativa potrebbero farti finire nei guai con Google.

A seconda dello strumento SEO che hai utilizzato per raccogliere potenziali backlink, sarai in grado di utilizzare alcuni o tutti questi parametri sopra per filtrare l'elenco dei backlink. Prendendo Moz come esempio, avrai DA per l'autorità di dominio, Punteggio spamSiti che si intersecano:

Backlink Autorità di dominio competitivo

Altri strumenti SEO potrebbero avere metriche diverse o nomi diversi per le stesse metriche, ma il processo è sostanzialmente lo stesso. Devi decidere quali sono le tue soglie (ad es. autorità del sito Web > 60; rischio di penalità > 50) e filtrare di conseguenza i tuoi potenziali clienti. Regola le tue impostazioni fino a quando non ti rimane un numero soddisfacente di potenziali clienti e questa è la tua lista.

4. Avvia campagne di sensibilizzazione

Ora che hai un elenco ristretto di potenziali clienti ad alto potenziale, è tempo di vedere quale di loro sarà disposto a ospitare i tuoi backlink.

Il primo passo nella tua campagna di sensibilizzazione è dividere i tuoi potenziali clienti in segmenti distinti e scegliere un modo adeguato per costruire una comunicazione con ciascun segmento. Apri le pagine che hai scelto per la tua lista e controlla dove sono posizionati esattamente i backlink sulla pagina. Segmenta i prospect in base al contesto del backlink.

Ecco gli esempi di come potrebbero essere i contesti di backlink:

  • liste;
  • i post del blog;
  • post degli ospiti;
  • recensioni;
  • Commenti;
  • piè di pagina del sito web;
  • sezioni dei partner commerciali;
  • comunicati stampa;
  • directory aziendali.

Se stai utilizzando un software di sensibilizzazione dedicato, probabilmente sarai in grado di taggare i tuoi potenziali clienti proprio lì. In caso contrario, copia i domini potenziali di backlink su un foglio di calcolo Excel e contrassegna le categorie nella colonna successiva:

Strategia della campagna di backlink outreach

Puoi quindi ordinare i tuoi potenziali clienti in categorie, trovare informazioni di contatto e iniziare la tua sensibilizzazione. Scegli il modello di email in base al tipo di potenziale cliente, e dire direttamente cosa chiederai e cosa offrirai in cambio.

Ricordati di personalizzare il tuo messaggio di sensibilizzazione. Alla gente non piacciono le lettere tipo bot e molto spesso le cancellano senza leggerle.

Osservazioni:: Indagare sui potenziali clienti ti offre un'altra opportunità per controllare la pertinenza e la qualità dei loro siti Web e rimuovere alcuni altri potenziali clienti dall'elenco. Inoltre, se scopri che alcuni dei siti Web sono directory aziendali, siti Web 2.0 o altri luoghi in cui sei libero di creare contenuti, non è necessario contattarli. Spostali in un elenco diverso e inserisci i tuoi backlink nel formato richiesto.

5. Monitora il tuo profilo di backlink

Il monitoraggio della cronologia dei backlink ti consentirà di vedere se i nuovi backlink hanno apportato modifiche alle tue posizioni in classifica, notare se qualcosa va storto e indagare su eventuali problemi sorti.

Un improvviso afflusso di backlink di bassa qualità è una delle cose che potrebbero richiedere la tua attenzione. Potrebbe essere un attacco SEO negativo da uno dei tuoi concorrenti, oppure i link possono apparire in modo organico, oppure potrebbe essere la tua agenzia SEO ad acquistare link di bassa qualità per il tuo sito web. Ma qualunque sia la ragione, un improvviso aumento dei link spam può attirare l'attenzione di Google e farti guadagnare una penalità. E riprendersi da una tale penalità può richiedere da diversi mesi a, beh, mai.

Se vedi una crescita sospetta del numero di backlink sul tuo sito web, assicurati di indagare se questi link sono buoni o cattivi e da dove provengono. Se i collegamenti non sono validi, prova a contattare i proprietari del sito Web e chiedi loro di rimuovere o almeno di non seguire i collegamenti. Se non può essere fatto, puoi usare Lo strumento di disconoscimento di Google per dire a Google che non hai niente a che fare con loro.

Un improvviso calo dei backlink di alta qualità è un'altra cosa che potrebbe richiedere la tua attenzione. Ciò può accadere perché la pagina di collegamento è stata spostata su un altro URL, è stata eliminata, il contenuto della pagina è cambiato o il backlink stesso è stato eliminato o sostituito da un collegamento al tuo concorrente. In questo caso, devi contattare il partner di backlink per vedere cosa è successo e ripristinare il backlink, se possibile.

Non dimenticare di monitorare anche i profili di backlink dei tuoi concorrenti. Presta attenzione ai recenti aumenti improvvisi della quantità di backlink. Se ce ne sono, controlla da dove provengono. Se la nuova prospettiva sembra essere credibile, considera di includerla anche nella tua attività di sensibilizzazione.

Pro Tip

L'analisi della concorrenza è il modo più efficace per trovare potenziali clienti di backlink di qualità. Semplicemente non c'è altro metodo in grado di fornire questo grado di rilevanza. E anche i lead sono caldi, dal momento che i tuoi concorrenti sono già riusciti a posizionare i loro backlink lì. è sicuramente un posto dove iniziare a costruire i tuoi backlink o qualcosa da provare se non l'hai mai provato prima.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.