Oltre lo schermo: come la blockchain influenzerà il marketing degli influencer

In che modo Blockchain avrà un impatto sul marketing degli influencer

Quando Tim Berners-Lee ha inventato il World Wide Web più di tre decenni fa, non poteva prevedere che Internet si sarebbe evoluto fino a diventare il fenomeno onnipresente che è oggi, cambiando radicalmente il modo in cui il mondo funziona in tutte le sfere della vita. Prima di Internet, i bambini aspiravano a diventare astronauti o medici e il titolo di lavoro di influencer or contenuti creatore semplicemente non esisteva. Avanti veloce a oggi e quasi il 30 per cento dei bambini dagli otto ai dodici anni spera di diventare uno YouTuber. Mondi a parte, non è vero? 

I social media hanno indubbiamente spinto l'ascesa fulminea del marketing degli influencer con marchi pronti a spendere fino a 15 miliardi di dollari entro il 2022 su queste partnership di contenuto. Il mercato ha solo raddoppiato il valore dal 2019, riflettendo il potenziale del settore dell'influencer marketing da miliardi di dollari. Che si tratti di approvare un oggetto di lusso molto ambito o l'ultimo gadget, gli influencer sono diventati un punto di riferimento per molti marchi che cercano di raggiungere, coinvolgere e attrarre il loro pubblico di destinazione. 

Padroneggiare il gioco della monetizzazione, possedere il tuo marchio

La popolarità dell'influencer marketing non è senza ragione. Solo nel 2020, abbiamo visto la star di YouTube più pagata guadagnare ben 29.5 milioni di dollari, con i primi dieci creatori di contenuti che hanno guadagnato salari fino a 10 milioni di dollari. Kim Kardashian, ad esempio, ha venduto il suo profumo in pochi minuti dopo che 12 milioni di spettatori si sono sintonizzati sul suo live streaming, mentre gli influencer di TikTok hanno lanciato prodotti e marchi in cima alle classifiche di popolarità. Questa è la storia per gli A-lister o per coloro che sono riusciti a irrompere sulla scena, trovando sia popolarità che successo con il loro pubblico. 

Tuttavia, c'è un altro lato della narrativa dell'influencer spesso trascurato tra l'hype e il brusio dell'ultimo e più caldo influencer. Per prima cosa, le dinamiche di influencer della piattaforma possono spesso svantaggiare i giocatori più nuovi o di nicchia. Vengono in mente le elevate barriere di YouTube per la monetizzazione: l'accesso alle entrate pubblicitarie è riservato solo ai creator che hanno già accumulato un pubblico di oltre 1,000 mentre il creator medio guadagna solo Da $ 3 a $ 5 per 1,000 visualizzazioni di video. Una cifra piuttosto piccola per un'industria così redditizia. Poi ci sono quelli che lo sono Exploited dai marchi, che si tratti di rubare immagini, scrivere contratti legalmente non validi, mancati pagamenti o costringere gli influencer a lavorare gratuitamente. Dalla creazione del contenuto all'esecuzione del contenuto, gli influencer tendono ad assumersi la responsabilità dell'intera campagna e dovrebbero essere equamente compensati per il loro lavoro. 

Nel cercare di creare un'economia degli influencer più equa, come possono i creatori di contenuti costruire in modo indipendente il loro marchio assicurandosi che mantengano anche le loro promesse?

Blockchain potrebbe essere un modo per farlo. 

Una di queste applicazioni della blockchain è la tokenizzazione, il processo di emissione di un token blockchain che può rappresentare digitalmente la proprietà o la partecipazione a una vera risorsa negoziabile. La tokenizzazione è stata ampiamente discussa negli ultimi mesi, a seguito di casi d'uso in diversi settori che spaziano dallo sport, all'arte, alla finanza e all'intrattenimento. In effetti, di recente è appena apparso sulle piattaforme social con il lancio di BitClout, una piattaforma basata su blockchain che consente alle persone di acquistare e vendere token che rappresentano la propria identità. 

Allo stesso modo, i creatori di contenuti possono ottenere un maggiore controllo, autonomia e proprietà del proprio marchio lanciando il proprio token nativo - che si tratti di tokenizzare se stessi o le proprie idee - e monetizzare meglio il proprio contenuto e marchio senza fare affidamento esclusivamente sulle entrate pubblicitarie di un piattaforma.

Abilitato dalla blockchain, l'uso di contratti intelligenti può anche aiutare gli influencer a garantire che il pagamento venga effettuato tempestivamente dopo il completamento di ogni campagna. I contratti intelligenti sono codificati con condizioni pre-concordate che possono essere impostate sia dai marchi che dagli influencer. Una volta raggiunto l'accordo, i fondi possono essere trasferiti automaticamente senza che la burocrazia di terzi rallenti il ​​processo. 

Creare valore con trasparenza 

Mentre il mondo cambia marcia, anche l'industria del marketing sta cambiando. I marchi hanno utilizzato budget pubblicitari per più forme di pubblicità digitale al fine di raggiungere un pubblico che ha gradualmente spostato la propria vita online. Sebbene il marketing di influencer possa essere la tendenza del momento, molti marchi non hanno sempre visto una correlazione diretta tra marketing basato su influencer e aumento delle vendite, lasciando gli inserzionisti scettici sull'influenza di questi creatori di contenuti. 

Ciò è particolarmente vero quando il problema della "frode dei follower" è diffuso nella pletora di piattaforme di social media. Prendi ad esempio un influencer con centinaia di migliaia di follower. Tuttavia, il coinvolgimento dei loro post è basso, raggiungendo a malapena le triple cifre. Quello che spesso accade in casi come questo è che l'influencer ha acquistato i propri follower. Dopotutto, con siti come Social Envy e DIYLikes.com, tutto ciò che serve non è altro che un numero di carta di credito per acquistare un esercito di bot su qualsiasi piattaforma di social media. E con molti strumenti di social media progettati per monitorare il successo solo in base a metriche come il conteggio dei follower, questa `` frode '' può spesso non essere rilevata dai marchi. Ciò può lasciare i marchi disorientati, incerti sul motivo per cui quella che sembrava una promettente campagna di influencer è finita un fallimento. 

Il futuro del ROI degli influencer può essere forgiato dalla blockchain, con la tecnologia in grado di fornire maggiore trasparenza per i marchi che cercano di autenticare gli influencer e convalidare il loro ritorno sugli investimenti. Allo stesso modo degli influencer che tokenizzano i loro contenuti, i marchi possono tokenizzare la loro transazione con i creatori di contenuti. Ad esempio, i marchi possono garantire che le statistiche chiave dell'influencer, le informazioni sulla loro reputazione basate sulle prestazioni passate e il valore previsto della partnership siano bloccati in contratti intelligenti concordati prima della campagna, per uno scambio più trasparente e sicuro che promette una maggiore esito positivo della campagna. Inoltre, eliminando gli intermediari non necessari, la blockchain può persino aiutare a ridurre le commissioni extra degli intermediari e ridurre i costi di marketing in un'economia in cui i tagli ai budget sono in aumento. 

Un canale tra i mondi di fan e creatori

In un mondo digitale dominato dalla disinformazione, gli influencer hanno rapidamente acquisito una solida base quando si tratta di essere una voce autorevole, promuovendo il loro marchio preferito o parlando di un problema a loro cuore. La portata e l'impatto degli influencer sul pubblico non possono essere sottovalutati, con 41 per cento dei consumatori afferma che gli influencer dovrebbero usare le proprie piattaforme per sempre. Al contrario, il 55% degli esperti di marketing ritiene che sarà cauto nel lavorare con influencer che parlano di questioni sociali e politiche. Questa tensione tra marchi e influencer significa che è necessario che gli influencer trovino un equilibrio tra l'autoregolamentazione per proteggere la reputazione del marchio e la risposta alla loro comunità e al pubblico in generale. 

Tuttavia, cosa succede se un influencer decide di parlare per una causa in cui crede contro le regole del marchio? O cosa succede se un influencer vuole connettersi meglio e stringere un legame più stretto con il suo follower? È qui che la rete decentralizzata di blockchain può entrare in contatto con il mondo di fan e creatori, rimuovendo l'intermediario - quello delle piattaforme o dei marchi - e la necessità di un'eccessiva moderazione dei contenuti. Con la blockchain, i creatori di contenuti non solo ottengono l'autonomia delle proprie risorse, ma ottengono anche l'accesso alla loro comunità, generando un maggiore coinvolgimento con i fan. Ad esempio, con il proprio token nativo sulla blockchain, gli influencer sarebbero in grado di premiare e incentivare direttamente i propri follower senza problemi. Allo stesso modo, la community di fan può anche avere voce in capitolo sui tipi di contenuti che vorrebbe vedere, favorendo ulteriormente un livello di coinvolgimento più profondo tra creatore e fan.

Senza creatori, le piattaforme sono impotenti e i marchi possono rimanere nell'ombra. Nel reinventare un'economia di influencer più equa sia per i creatori di contenuti che per i marchi, è necessario un maggiore equilibrio di potere e la blockchain può contenere la chiave per un futuro di marketing di influencer più luminoso, più trasparente, autonomo e gratificante. 

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.