In che modo i commenti influiscono sul posizionamento nei motori di ricerca

commento

I commenti su altri blog aiutano il mio posizionamento nei motori di ricerca? L'algoritmo di ranking di Google pesa molto sui link pertinenti al tuo sito. Dal momento che i link al tuo sito aiutano, non avrebbe senso che commentare e lasciare i tuoi link ovunque andrebbe a vantaggio del tuo sito? Non esattamente.

In questo recente video, Matt Cutts (Qualità della ricerca per Google) discute i potenziali rischi di consentire agli utenti di pubblicare commenti con link spam sul tuo blog. Hai il controllo sul contenuto del tuo sito Web e se Google ti sorprende a collegarti a siti Web contenenti spam, probabilmente considereranno anche il tuo sito Web contenente spam.

Tocca anche il motivo per cui Google in genere non penalizza il tuo sito web per i link in-bound contenenti spam. Se Google penalizzasse i siti Web per qualsiasi tipo di link inbound, i concorrenti costruiranno i peggiori link possibili tra loro tentando di rimuovere la concorrenza dai risultati di ricerca.

Ci sono ancora molti blog che non aggiungono l'estensione rel = "nofollow" attributo ai link di commento. Perché il proprietario di un blog vorrebbe farlo?

A seguire il blog il collegamento ai commenti è una semplice ricompensa per gli utenti che aggiungono commenti e feedback preziosi. Il proprietario del blog riceve preziosi commenti generati dagli utenti e il visitatore che lascia un buon commento riceve un link dofollow. La maggior parte dei blog che consentono i collegamenti ai commenti dofollow moderano rigorosamente tali commenti e collegamenti, quindi è improbabile che tu possa farla franca pubblicando un collegamento a meno che il tuo commento non contribuisca e aggiunga valore al post del blog.

Un altro motivo per cui un blog potrebbe consentire i commenti dofollow è se il blog è in circolazione da molto tempo e il proprietario non aggiorna la piattaforma spesso. Che tu ci creda o no, ci sono migliaia di blog che non sono stati aggiornati da quando è stato inventato l'attributo rel = 'nofollow'. Molti dei blog sono ancora utilizzati e nuovi post vengono aggiunti regolarmente. Molti di questi blog sono moderati da vicino o pieni di spam nei commenti del blog.

Se stai cercando di creare il tuo profilo di backlink, lo farei stai lontano dai post del blog con altri commenti di spam. Non è probabile che tu venga penalizzato dalla pubblicazione di link accanto a link di spam, ma Google spesso identifica queste pagine piene di spam e le filtra dal loro grafico dei link.

Nella maggior parte dei casi lo sforzo di costruire il tuo profilo di backlink pubblicando link ai commenti del blog non vale lo sforzo poiché questi siti normalmente contengono così tanti link ai commenti che il valore PageRank è diviso troppo per trasmettere un valore sostanziale. Blog i link ai commenti con l'attributo rel = 'nofollow' non trasferiranno alcun valore al tuo sito web.

Commenti

  1. 1

    Jeremy,

    Questa è un'informazione eccezionale. Una nota che aggiungerei, tuttavia, è che fornire ottimi commenti sul blog di un altro blogger può spesso attirare l'attenzione. Quando ho iniziato a scrivere sui blog, ho commentato spesso sui blog e fornito loro ottimi contenuti e discussioni. Molti se ne sono accorti e hanno iniziato a collegarsi al mio blog. So che non è uno scambio 1: 1 sui backlink, ma può essere fruttuoso!

    Inoltre, pensavo che Google avesse modificato il modo in cui trattano nofollow e dofollow a causa di ciò che i ragazzi SEO stavano facendo con il page sculpting ... non è così?

    Ottimo post! Grazie!

  2. 2

    @Doug - La scorsa estate all'SMX Advanced Matt Cutts ha suggerito di pensare al PageRank come "evaporazione" quando viene aggiunto l'attributo nofollow. Se lo prendiamo in parola, ciò significherebbe che non puoi creare o scolpire il PageRank del tuo sito utilizzando l'attributo nofollow.

    Per semplicità, supponiamo che il tuo post sul blog abbia un valore PageRank di 10. Hai la possibilità di trasferire questo valore ad altre pagine web tramite link. Se ti colleghi ad altre 9 pagine all'interno del tuo sito web e a 1 sito web esterno, stai perdendo il 10% del valore PageRank che avresti potuto continuare a scorrere nel tuo sito web. Quando l'attributo nofollow è stato adottato da Google, i SEO esperti hanno tentato di aggiungere questo attributo al collegamento esterno in questo scenario per mantenere tutto il loro PageRank. L'idea era che questo avrebbe rafforzato altre pagine interne del loro sito web. Se crediamo che Matt Cutts sul PageRank stia evaporando rispetto al nofollow, la tattica di scolpire il PageRank della pagina con questo attributo non ha valore.

  3. 3

    È importante ricordare che c'è ancora valore nel collegamento ad altre preziose risorse nei post del tuo blog. Arricchisci i post del tuo blog con video, immagini, link e informazioni utili. È probabile che tu ottenga molto più valore PageRank da coloro che scelgono di collegarsi al tuo post sul blog rispetto a quello che potresti perdere collegandoti a un'altra risorsa preziosa o due. "Dai e riceverai", "I donatori ottengono", karma, ecc. Ottieni il punto. Funziona.

  4. 4

    Vorrei inoltre sottolineare che Google si riserva il diritto di ignorare l'attributo nofollow. Probabilmente non ignorerebbero mai questo attributo nei link ai commenti del blog. Possono tuttavia scegliere di ignorare questo attributo sui popolari siti di social media come Twitter dopo aver stabilito di quali account possono fidarsi. Un altro esempio sarebbe se CNN.com scegliesse di aggiungere nofollow a ogni link. Google probabilmente ignorerebbe la maggior parte delle istanze dell'attributo perché ritiene che i collegamenti su CNN.com siano preziose menzioni editoriali di un sito web.

  5. 5

    Ho letto alcuni post di blog su questo argomento e sembrano tutti parlare principalmente di commenti sul blog come spam. La mia domanda è: cosa succede se commenti su un blog dofollow con commenti rigorosamente moderati che sono rilevanti per il tuo sito con un commento reale? Come trattano i motori di ricerca questi link? I link valgono meno nei commenti che se fossero nel corpo del post del blog?

  6. 6

    Ottimo post, Jeremy.

    Indipendentemente dal valore, reale o percepito, dei collegamenti a ritroso dai commenti del blog, questo è un esempio di dove tutto si riduce al contenuto.

    La pubblicazione di commenti pertinenti e approfonditi sui blog può comunque aiutare a indirizzare gli utenti al tuo sito e ai tuoi servizi. Mettendo te stesso, la tua personalità, la tua reputazione là fuori per gli altri, ti stabilisci come un'autorità che la gente cercherà.

  7. 7

    Un collegamento editoriale onesto pubblicato in un commento del blog che non contiene l'attributo rel = 'nofollow' è un collegamento valido a Google.

  8. 8

    Sicuramente la creazione di link attraverso blog simili / familiari al tuo mercato di nicchia ti farebbe indirizzare il traffico nel tuo sito. Se fornisci commenti interessanti, aggiungendo valore ai post degli articoli di quei blog, i proprietari di blog sarebbero felici di ricevere quei commenti e di lasciarti anche il tuo link.

    Consiglio di partecipare alla conversazione su cosa fa aumentare il Page Rank di un sito Web su Startups.com! Puoi seguire questo http://bit.ly/cCgRrC link per arrivare direttamente alla domanda e alle risposte già pubblicate da altri esperti.

  9. 9

    Jeremy, se si utilizza WordPress CMS, non è possibile assegnare selettivamente lo stato do = follow a un particolare commentatore. Come si affronta questo?

    Inoltre, si parla di "non dovresti condividere il ranking della tua pagina con altri siti web". C'è qualche validità in questo argomento?

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.