Errori comuni nello sviluppo di temi con WordPress

20821051 s

La domanda per lo sviluppo di WordPress continua a crescere e quasi tutti i nostri clienti ora hanno un sito WordPress o un blog WordPress incorporato. È una mossa solida - non amata da tutti ma ci sono così tanti temi, plugin e una grande quantità di sviluppatori che ha senso. La possibilità di modificare la tua presenza sul web senza rottamare una piattaforma e ricominciare da capo è solo un enorme vantaggio.

Se hai un sito WordPress che odi o semplicemente non riesci a farlo funzionare come vorresti, trova una risorsa che possa risolverlo per te. Un'implementazione di WordPress è valida quanto le persone che hanno sviluppato il tuo tema e i tuoi plugin.

Abbiamo avuto una richiesta così grande che ci siamo dovuti rivolgere a servizi e subappaltatori che convertono i file di Photoshop in temi, oppure acquistiamo temi da servizi di terze parti. Adoriamo davvero Themeforest per la sua qualità e selezione (questo è il nostro link di affiliazione). In conclusione, non dovresti mai dover modificare i file del tema a meno che tu non stia facendo qualcosa di drastico al tema. Tutti i contenuti, pagine, post e categorie, dovrebbero essere modificabili tramite l'amministrazione del tema.

Quando abbiamo un tema sviluppato o ne acquistiamo uno, però, spesso troviamo questi problemi comuni:

  • Categorie invece di tipi di post personalizzati - A volte i siti hanno sezioni diverse - come notizie, comunicati stampa, elenchi di prodotti, ecc. Che funzionano bene in un formato stile blog in cui hai una pagina di indice, pagine di categoria e quindi singole pagine per visualizzare l'intero contenuto. Tuttavia, notiamo che molti sviluppatori di temi abbreviano le categorie di sviluppo e hardcode in modo che tu possa utilizzare il blog solo per pubblicare questo contenuto. Questa è un'implementazione terribile e non sfrutta i tipi di post personalizzati di WordPress. Inoltre, se riorganizzi le tue categorie, sei fottuto perché il tema è tipicamente codificato. Spesso entriamo, sviluppiamo i tipi di post personalizzati, quindi utilizziamo un plug-in per convertire la categoria di post nel tipo di post personalizzato.
  • Campi personalizzati senza plug-in Advanced Custom Fields - Sono davvero sorpreso che Advanced Custom Fields non sia stato acquistato da WordPress e integrato nel prodotto principale. Se hai post che richiedono informazioni aggiuntive, come un video, un indirizzo, una mappa, un iframe o qualche altro dettaglio, ACF ti consente di programmare l'inserimento di quegli elementi dinamicamente nel tuo tema e renderli obbligatori, predefiniti o opzionali . ACF è un must e dovrebbe essere usato al posto dei campi personalizzati a causa del controllo che fornisce sul tema. Vuoi un video incorporato nella home page? Aggiungi un campo personalizzato che viene visualizzato solo in una meta box nell'editor della tua home page.
  • Struttura del tema - WordPress ha un editor di temi molto semplice che dobbiamo utilizzare nei momenti in cui i client non ci forniscono l'accesso FTP / SFTP per modificare i file. Non c'è niente di così frustrante come l'acquisto di un tema e non avere modo di modificare gli stili, l'intestazione o il piè di pagina perché hanno spostato i file nelle sottocartelle. Lascia i file nella radice della cartella del tema! A meno che tu non abbia incluso qualche altro framework, semplicemente non c'è bisogno di tutte le complesse strutture di cartelle. Non è che avrai centinaia di file nella cartella del tema che non riesci a trovare.
  • Barre laterali e widget - Non avere barre laterali per includere widget in tutto il tema è frustrante ... e anche l'uso eccessivo di barre laterali e widget per quelle che dovrebbero essere semplici opzioni è frustrante. Una barra laterale dovrebbe essere limitata al contenuto statico in alcuni tipi di pagina dei tuoi temi, ma viene aggiornato periodicamente. Potrebbe essere un invito all'azione sul lato del tuo contenuto. Oppure potrebbe essere un annuncio pubblicitario che desideri visualizzare dopo il contenuto. Ma non è una barra laterale e un widget solo per visualizzare un numero di telefono, ad esempio.
  • Opzioni hardcoded - Link sociali, immagini, video e ogni altro elemento dovrebbero essere integrati nelle opzioni del tema che possono essere facilmente sostituite. Non c'è niente di così fastidioso come dover accedere ai file del tema principale per aggiungere un collegamento al profilo sociale in 10 punti diversi. Aggiungi una pagina delle opzioni (ACF ha un componente aggiuntivo) e inserisci tutte le impostazioni lì in modo che i tuoi addetti al marketing possano facilmente aggiungerle o sostituirle quando il tema viene avviato e avviato.
  • Gli elenchi di collegamenti sono menu - WordPress aveva una sezione dei collegamenti e alla fine l'hanno eliminata perché i menu erano un modo perfetto per implementare un elenco di collegamenti a risorse interne o esterne. Spesso vediamo un singolo menu programmato in più posizioni su un sito, oppure vediamo elenchi visualizzati in un widget della barra laterale. Se l'elenco è una posizione permanente ed è orizzontale, verticale o gerarchico ... è il momento per un menu.
  • Indice contro prima pagina - La pagina dell'indice dovrebbe essere riservata al tuo blog e elencare i post che stai producendo. Se desideri avere una home page personalizzata che non sia i post del blog, dovresti incorporare un file File modello di prima pagina nel tuo tema. Le impostazioni Amministrazione> Lettura all'interno di WordPress ti consentono di impostare quale pagina desideri avere come prima pagina e quale pagina desideri avere come pagina del tuo blog ... usale!
  • Di risposta - Ogni tema dovrebbe essere rispondente alle diverse altezze e larghezze della pletora di finestre le persone utilizzano dispositivi mobili, tablet, laptop e schermi di grandi dimensioni. Se il tuo tema non risponde, stai facendo male a te stesso non fornendo l'esperienza appropriata al dispositivo utilizzato. E potresti persino farti del male non ricevendo traffico di ricerca mobile sul tuo sito.

Un'altra grande pratica che stiamo iniziando a vedere è che gli sviluppatori di temi e i venditori di temi includono anche un file di importazione di WordPress in modo che tu possa far funzionare il sito esattamente come appare quando lo hai acquistato - e poi puoi semplicemente entrare e modificare il contenuto . Acquistare e installare un tema, quindi visualizzare in anteprima una pagina vuota senza gli elementi e le caratteristiche eccezionali mostrati dal design del tema è aggravante. La curva di apprendimento è diversa su temi complessi e gli sviluppatori spesso implementano le funzionalità in modo diverso. Una buona documentazione e contenuti iniziali sono un ottimo modo per aiutare i tuoi clienti.

Un commento

  1. 1

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.