In che modo la pubblicità contestuale può aiutarci a prepararci per un futuro senza cookie?

Pubblicità contestuale di seedtag

Google ha recentemente annunciato che sta ritardando i suoi piani per eliminare gradualmente i cookie di terze parti nel browser Chrome fino al 2023, un anno dopo rispetto a quanto originariamente previsto. Tuttavia, mentre l'annuncio può sembrare un passo indietro nella battaglia per la privacy dei consumatori, l'industria in generale continua a portare avanti i piani per deprecare l'uso dei cookie di terze parti. Apple ha lanciato modifiche all'IDFA (ID for Advertisers) come parte del suo aggiornamento iOS 14.5, che richiede alle app di chiedere agli utenti di concedere l'autorizzazione per raccogliere e condividere i propri dati. Inoltre, Mozilla e Firefox hanno già interrotto il supporto ai cookie di terze parti per tracciare gli utenti sui loro browser. Tuttavia, con la contabilità di Chrome per quasi metà di tutto il traffico web negli Stati Uniti, questo annuncio segna ancora un cambiamento epocale per i cookie di terze parti.

Tutto ciò porta a spingere la pubblicità online ad adattarsi a un Web più orientato alla privacy, offrendo agli utenti finali un migliore controllo sui propri dati. La tempistica del 2022 è sempre stata molto ambiziosa, il che significa che questo tempo aggiuntivo è stato accolto favorevolmente da inserzionisti ed editori, poiché fornisce loro più tempo per adattarsi. Tuttavia, la transizione a un mondo senza cookie non sarà un passaggio una tantum, ma un processo continuo per gli inserzionisti che è già in corso.

Rimuovere la dipendenza dai cookie

Nella pubblicità digitale, i cookie di terze parti sono ampiamente utilizzati dalle società di tecnologia pubblicitaria per identificare gli utenti su desktop e dispositivi mobili a fini di targeting e reporting. In base ai cambiamenti nelle preferenze dei consumatori su come i loro dati vengono raccolti o utilizzati, i marchi saranno costretti a troncare la loro dipendenza dai cookie, spostandosi verso un futuro che soddisfi i nuovi standard sulla privacy. Le aziende del settore possono sfruttare questa nuova era come un'opportunità per risolvere alcuni dei problemi di fondo legati ai cookie, come il caricamento lento e la mancanza di controllo sui dati degli editori per i gruppi editoriali o la corrispondenza dei cookie tra diverse piattaforme per gli inserzionisti.

Inoltre, la dipendenza dai cookie ha fatto sì che molti marketer si concentrassero eccessivamente sulle loro strategie di targeting, vedendoli affidarsi a modelli di attribuzione discutibili e abbracciare unità pubblicitarie standard che spingono per la mercificazione della pubblicità. Il più delle volte, alcune aziende del settore dimenticano che il vero motivo per cui esiste la pubblicità è creare emozioni positive in chiunque interagisca con il marchio.

Che cos'è la pubblicità contestuale?

La pubblicità contestuale aiuta a identificare le parole chiave di tendenza e a raggiungere i clienti attraverso un'analisi simile a quella umana del contenuto (inclusi testo, video e immagini), la loro combinazione e il posizionamento per poter incorporare un annuncio che corrisponda al contenuto e all'ambiente di una pagina.

Pubblicità contestuale 101

Contestuale è la risposta migliore e l'unica disponibile su larga scala

Mentre i walled garden rimarranno un'opzione per gli inserzionisti per interagire con i loro potenziali clienti utilizzando dati proprietari, la grande domanda è cosa accadrà sul web aperto senza cookie. Le aziende del settore ad tech hanno due opzioni: sostituire i cookie con una tecnologia alternativa che consenta loro di mantenere l'indirizzabilità sul web; oppure passa a opzioni di targeting incentrate sulla privacy come la pubblicità contestuale.

L'industria della tecnologia pubblicitaria è ancora agli inizi per identificare una soluzione ottimale per un mondo di cookie post-terze parti. Il problema con il cookie non è la sua tecnologia, ma la sua mancanza di privacy. Con le preoccupazioni sulla privacy ben radicate, nessuna tecnologia che non rispetti gli utenti prevarrà. Targeting contestuale mediante elaborazione del linguaggio naturale (NLP) e Intelligenza Artificiale (AI) gli algoritmi non solo sono disponibili e utilizzabili su larga scala, ma si stanno anche dimostrando efficaci quanto lo era il targeting per pubblico.

La capacità dei marchi di comprendere il contenuto che l'utente sta consumando al momento della pubblicazione dell'annuncio diventerà un identificatore nuovo e altrettanto efficace per il pubblico di destinazione e le sue preferenze. Il targeting contestuale combina la pertinenza con la scala, la precisione e l'uniformità sostenute dai media programmatici.

Garantire la privacy dei consumatori

In termini di privacy, la pubblicità contestuale consente un marketing mirato in ambienti altamente rilevanti senza richiedere dati ai clienti. Si occupa del contesto e del significato degli ambienti pubblicitari, non dei modelli comportamentali degli utenti online. Pertanto, presume che l'utente sia rilevante per l'annuncio senza mai fare affidamento sul suo comportamento storico. Con aggiornamenti in tempo reale, gli obiettivi contestuali dell'azienda si aggiorneranno automaticamente per includere ambienti nuovi e pertinenti per gli annunci, generando risultati e conversioni migliori.

Un altro vantaggio strategico è che consente agli inserzionisti di consegnare messaggi ai consumatori quando sono più ricettivi ai messaggi del marchio. Ad esempio, quando un utente sta navigando in un contenuto su un argomento specifico, potrebbe implicare il suo interesse a effettuare un acquisto correlato. Nel complesso, la capacità delle aziende ad tech di rivolgersi a contesti personalizzabili è essenziale, soprattutto quando operano in mercati altamente specifici o di nicchia.

Il futuro degli annunci

Con l'industria della tecnologia pubblicitaria sulla strada per un mondo senza cookie, è giunto il momento di adattarsi e assicurarsi che i consumatori siano in grado di fornire agli utenti finali attenti alla privacy e digitalmente esperti un migliore controllo sui propri dati. Poiché il targeting contestuale si è dimostrato efficace con aggiornamenti e personalizzazione in tempo reale, molti esperti di marketing lo cercano come alternativa ai cookie di terze parti.

Molte industrie si sono adattate con successo ai momenti chiave e hanno finito per diventare di conseguenza più grandi e più redditizi. La creazione di Internet, ad esempio, ha creato opportunità globali per le agenzie di viaggio e coloro che hanno abbracciato il cambiamento si sono evoluti da aziende locali o nazionali in aziende globali. Chi ha resistito al cambiamento, e non ha messo al primo posto i propri clienti, probabilmente oggi non esiste. L'industria pubblicitaria non fa eccezione e le imprese devono definire la propria strategia a ritroso. I consumatori desiderano la privacy nello stesso modo in cui desiderano prenotare le proprie vacanze online: se questo viene concesso, nasceranno nuove ed entusiasmanti opportunità per tutti.

Ulteriori informazioni sulla tecnologia AI contestuale di Seedtag

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.