CrowdSPRING: Il killer dell'agenzia?

logo primavera folla

Potresti pensare che sia piuttosto strano per un ragazzo che sta lanciando la sua nuova agenzia online promuovere un'alternativa al lavoro con un'agenzia del tutto ... ma è quello che ho intenzione di fare. Sono sicuro che riceverò messaggi di odio dai miei amici designer per aver postato questo. Sto bene con quello. Ti spiego perché ... guarda solo il video che spiega crowdSPRING primo:

L'argomento del settore contro Folla PRIMAVERA è che i sistemi che promuovono l'uso del lavoro speculativo richiedono talenti che hanno impiegato anni per svilupparsi e ne fanno una merce. C'è un intero NO! Movimento SPEC, Dichiarando:

La campagna NO! SPEC funge da veicolo per unire coloro che sostengono l'idea che il lavoro sulle specifiche svaluti il ​​potenziale del design e alla fine rende un disservizio al cliente.

Cos'è la specifica?

Spec è diventata la forma abbreviata per qualsiasi lavoro svolto su base speculativa. In altre parole, qualsiasi lavoro richiesto per il quale non è stato concordato un compenso equo e ragionevole, preferibilmente per iscritto.

Cosa c'è di sbagliato in questo?

In poche parole, le specifiche richiedono al progettista di investire tempo e risorse senza alcuna garanzia di pagamento.

CrowdSPRING ha personalmente sentito il caldo - sotto l'attacco di a Campagna CrowdSINK. Alcuni lavori su CrowdSPRING sono risultati essere copie di lavori di altri designer.

In piena divulgazione, di recente ho provato il servizio e ho pagato $ 200 per un file banner design per un sito che sto per revisionare (Pay Calculator). Puoi esaminare le proposte e vedere la vasta gamma di talenti e stili che è stata inviata in base ai dettagli del mio progetto.

Ecco perché apprezzo quello che sta facendo CrowdSPRING:

  1. Un ottimo design e la capacità di interpretare la descrizione di un progetto in un prototipo finale vinceranno sempre. Ciò offre ai grandi designer senza il supporto di un'agenzia o una storia di grandi clienti l'opportunità di ottenere ottimi lavori e ottimi clienti. In altre parole, i grandi designer che parteciperanno saranno premiati per il loro lavoro.
  2. Un ottimo design può fornire a un sito Web il vantaggio di cui ha bisogno per far progredire un'azienda, ma senza un accesso economico a un designer, le aziende sono costrette a tagliare gli angoli e hanno una presenza di design che spesso non corrisponde alla qualità del loro lavoro. Spiacenti designer, non si tratta solo di te!
  3. Un buon design non fa un'agenzia. Il design è un aspetto di una strategia complessiva. Non posso dirti quante volte ho visto urtare e gestire agenzie che lanciano un progetto da $ 30,000 che non ottiene alcun risultato - e poi guardarle liberare il cliente e dirigersi verso la prossima vittima. Ho visto una scia di lacrime quando si tratta di "No Spec".
  4. Pagare per le prestazioni consente di ottenere risultati migliori. Il pagamento del tempo di progettazione non ha alcuna garanzia di prestazioni. Se vengo assunto per creare un sito Web e non funziona, non dovrei essere pagato. Se qualcuno presenta un cattivo design (ce n'erano parecchi nel mio progetto CrowdSPRING), non dovrebbero essere ricompensati.
  5. Pagare per le prestazioni può essere più redditizio per i grandi designer. Non ho idea se il progetto che ho richiesto abbia richiesto 10 minuti o 30 ore per il completamento del designer. Non mi interessa Ciò significa che il designer potrebbe essere pagato eccezionalmente bene per il mio progetto. Inoltre, non vedo l'ora di lavorare con quell'artista in futuro per ottenere un lavoro coerente e di qualità nel mio prossimo progetto.
  6. Perché un'azienda dovrebbe essere punita pagando per un design scadente? Perché un designer non dovrebbe presentare alcune idee per assicurarsi di creare un design che corrisponda ai desideri dell'azienda? I migliori designer che conosco sembrano sempre interpretare le esigenze con grande talento e persino mettere la propria firma sul progetto. I grandi designer non hanno nulla da temere con il lavoro Spec.

In breve, credo che sistemi come CrowdSPRING aprano opportunità ai designer esperti per guadagnarsi da vivere premiando il grande design e scoraggiando i designer poveri. Inoltre, credo che offra alle aziende l'opportunità di ottenere design convenienti e di qualità a cui non avrebbero mai potuto accedere prima.

Sono in empatia con i sostenitori di NO! SPEC? Certo che lo faccio! Ho costruito piani di progetto, software, proposte, riunioni, chiamate in conferenza, discorsi, articoli, sessioni di brainstorming ... l'elenco potrebbe continuare all'infinito per il lavoro "Spec" che ho realizzato e per il quale non sono mai stato formalmente compensato. Se fossi un NO! Spec Marketer, non potrei permettermi di mangiare in questo momento ... e mi farei ridere a ogni riunione a cui partecipo.

A dire il vero, vorrei che ci fosse un sistema come CrowdSPRING disponibile per il mio lavoro! Metterei le mie strategie e idee contro quelle delle migliori agenzie ogni giorno! CrowdSPRING non è un assassino di agenzie, è un nuovo mercato per i designer.immagine 2260935 10648149

Commenti

  1. 1

    Mia moglie ha appena completato un progetto crowdSRPING per un logo per la sua piccola attività di arti e mestieri. Ha ricevuto risposte da tutto il mondo. Alcuni erano completamente fuori bersaglio, altri erano fantastici. Ha ricevuto circa 50 candidature totali e ha avuto difficoltà a scegliere tra tre "finalisti". Quando è stato chiesto di cambiare dettagli, come colori, caratteri, ecc., Tutti i designer sono stati molto reattivi. Ha anche pagato $ 200 ed è rimasta così colpita, sta già pianificando cancelleria e sito web usando crowdSPRING. Alla folla di NO! SPEC, devo dire "Benvenuto nel nuovo mondo degli ordini / flat", dove il tuo concorrente potrebbe provenire da 130 paesi diversi. Scusate ma la disintermediazione è inarrestabile, basta chiedere agli agenti di viaggio "professionisti".

  2. 3

    Grazie per la recensione di questo servizio. Sembra che sia qualcosa che dovrei presentare presto su TechStartups. Apprezzo sempre la tua franchezza e la tua visione diretta degli affari.

  3. 4

    "Un ottimo design e la capacità di interpretare la descrizione di un progetto in un prototipo finale vinceranno sempre. Ciò offre ai grandi designer senza il supporto di un'agenzia o una storia di grandi clienti l'opportunità di ottenere un ottimo lavoro e ottimi clienti. In altre parole, grandiosi i designer che parteciperanno saranno premiati per il loro lavoro "

    Con tutto il rispetto, questa affermazione semplicemente non è vera. Su Crowdspring, l'acquirente sta dirigendo il progetto di design quasi completamente, presumibilmente dal loro feedback iniziale, e poi attraverso il feedback (che il più delle volte non è imminente). C'è ancora meno barometro di ciò che è "grande" del solito - un'opinione soggettiva nel migliore dei casi. Non ci sono criteri di valutazione su ciò che rende effettivamente un design "buono" e l'acquirente spesso seleziona un lavoro che non è "ottimo", ma piuttosto qualcosa che "gli piace" (come è loro diritto) ma non c'è alcuna garanzia che "ottimo" "il design sarà premiato, o addirittura notato (tranne che da altri designer). In ogni concorso crowdSPRING, solo il designer vincitore viene pagato, quindi anche se ci sono diversi esempi di "grande" design in un concorso, molti "grandi" designer non vengono "ricompensati" per il loro lavoro.

    Sorprendentemente, le stesse persone che sostengono che i designer non hanno il diritto di essere pagati per il loro lavoro, sembrano ritenere che gli acquirenti abbiano diritto a un design economico. Non si tratta solo di designer, ma è un'equazione aziendale su due lati. Servizi come crowdSPRING invalidano un lato di questa equazione aziendale. E sarei più impressionato dal presunto altruismo di crowdSPRING se non facessero pagare il 15% per progetto. Sembrano credere di avere il diritto di guadagnarsi da vivere in base alle loro "offerte commerciali". Mi chiedo perché tu e loro non siate altrettanto spinti a vedere i designer nella stessa luce.

    "Il pagamento delle prestazioni consente di ottenere risultati migliori".

    Questo è un commento piuttosto strano su un post del blog che sostiene un servizio che non paga nulla alla maggior parte dei loro designer. La stragrande maggioranza delle persone su crowdSPRING non guadagna un centesimo con i loro progetti e usando la tua logica, ciò significherebbe che sono artisti terribili. L'idea che non pagare nulla ai designer, con solo una debole speranza di guadagnare qualche compenso per il loro lavoro, li renda designer migliori è ridicola. In effetti, quella logica non funzionerebbe con NESSUNA occupazione, esperta o no.

    Trovo anche il video di crowdSPRING piuttosto strano. Secondo la loro dichiarazione di intenti auto-proclamata, si tratta solo di aiutare il "piccoletto". "Attenti ai perdenti" è uno dei loro slogan, credo. Stranamente, l'unico "piccoletto" è ritratto nel video come un concorrente di crowdSPRING, tanto un bersaglio di crowdSPRING quanto la grande agenzia ritratta con luci lampeggianti. Secondo il loro video, crowdSPRING è pronto a far fallire anche l'unico "piccoletto". Non che io metta in dubbio la loro presa di posizione - è la natura della competizione - ma certamente mette in conto il ruolo auto-sviluppato di crowdSPRING di "livellare il campo di gioco" per quello stesso "perdente". E proprio come il loro posizionamento di "libero arbitrio" (crowdSPRING difende con entusiasmo i "diritti" dei designer di lavorare, gratuitamente, per loro, mentre l'azienda guadagna 15 punti dal massimo), è tutta una questione di crowdSPRING che realizza un profitto. Non che ci sia qualcosa di sbagliato in questo, ma chiamiamolo almeno per quello che è.

    Potresti avere ragione sul fatto che crowdSPRING sia un "killer di agenzie", ma calpesteranno molti designer verdi, ingenui e disoccupati (32k e in crescita) prima di issare con orgoglio quel titolo sul loro mantello.

    • 5

      Grazie per la tua prospettiva su questo. In qualità di "acquirente", non mi dispiace la commissione del 15% che CrowdSPRING sta prendendo per abilitare questo mercato. Lo stanno promuovendo e consentendo e meritano un risarcimento. È un programma volontario: gli acquirenti non devono essere presenti e nemmeno i designer.

      Per quanto riguarda il "grande design" ... in ultima analisi, la decisione dovrebbe essere nelle mani di chi paga il servizio, non credi?

      • 6

        In realtà, sono d'accordo con la versione di Bryan del "grande" design qui. Doug, so che hai visto molti esempi in cui aspiranti venditori su Internet / SBO inesperti si feriscono o sembrano stupidi, piuttosto che aiutare le loro aziende. Lo stesso vale per il design, ma probabilmente lo è ancora di più.

        La decisione dovrebbe essere nelle mani dell'acquirente, sì, ma molti acquirenti hanno anche bisogno del beneficio di un professionista del design per guidare la loro decisione e il loro processo di pensiero, anche se non sanno di aver bisogno dell'aiuto.

  4. 7

    Sembra che a molte persone piaccia riscuotere gli stipendi invece di spingere se stessi. CrowdSpring suona più o meno come un grande colloquio di lavoro. Invia il tuo lavoro e le tue idee e se sono migliori di tutti gli altri sarai ricompensato con il lavoro e eventuali referenze o ripetizioni di affari in futuro. Tom Watson non si è presentato la scorsa settimana per ricevere applausi e un assegno al British Open. Si è spinto a competere contro giocatori più giovani e migliori ed è stato premiato. Immagina se il PGA Tour pagasse tutti lo stesso per essersi presentati e l'unica ricompensa fosse un trofeo. Sarebbe molto più noioso e movimentato di adesso, il che significa qualcosa 🙂

  5. 8

    @chris "Sembra che a molte persone piaccia riscuotere gli stipendi invece di spingere se stessi."

    Proprio su fratello. DIRITTO SU!

    Vedi, ecco il punto. Mia figlia si sposerà la prossima estate e tu lavori per un'azienda di fotografia di matrimonio. Non ho ancora deciso per un fotografo e con tutto questo crowdsourcing di design in corso, la mia attività di progettazione grafica è un po 'leggera. Non sono sicuro di potermi permettere le tariffe della tua azienda: cosa, $ 3995 per il "Pacchetto Ultimate" e circa ottocento dollari per il fotografo?

    Dirti cosa. Mandatemi un fotografo per il giorno, fategli fotografare il matrimonio, datemi un pacchetto definitivo su specifica e se alla signora ea me piace quello che avete fatto, vi pagheremo quello che abbiamo deciso che sarà il budget - circa $ 700. Oh sì, ci saranno un altro paio di dozzine di fotografi di matrimoni lì, in competizione per il concerto, ma non preoccuparti. Finché ti impegni, tutto dovrebbe funzionare alla grande.

    Consideralo una specie di colloquio di lavoro, non solo una busta paga. Spero certamente che il tuo lavoro sia il migliore, perché vorremmo davvero premiare la tua azienda per il lavoro. Questo è SE il tuo lavoro risulta essere migliore di chiunque altro, ovviamente.

    Ecco anche un bonus: se alla signora piace davvero quello che fai al matrimonio, penserà di assumere te, Ron ed Elizabeth per un altro concerto. Quanto sarebbe bello?

    Ciao. Chris? Non vuoi essere come quel giocatore di golf di cui hai parlato. Sai, spingendo te stesso?

    Chris?

    • 9

      Steve,

      L'ho visto fare ora con i fotografi della scuola. Mia figlia riceve un pacco che lo ordiniamo o no. Se ci piacciono le foto, le paghiamo. In caso contrario, lo rimandiamo indietro. In realtà sto incontrando un fotografo oggi, ma l'ho assunto in passato e so che farà un ottimo lavoro, quindi non gli chiedo un lavoro SPEC. Se fosse la mia prima volta e non lo conoscessi, però… potrei avvicinarmi diversamente!

      Doug

  6. 10

    Penso che manchi il punto del movimento NO SPEC. Si tratta di freelance e designer solisti che vengono emarginati, non di un'agenzia. Le agenzie scommettono sul fatto che il lavoro sulle specifiche consentirà un livello più elevato di risultati fatturabili.

    Chiedere a qualcuno che ha affinato le proprie capacità per un periodo di anni di prendere $ 200 per un design (diciamo quel banner pubblicitario) che potrebbe aver passato una giornata a perfezionare, e solo se viene scelto, è denigratorio per la professione.

    Chiederesti a uno scrittore di fare lo stesso? Dubito che molti scrittori si sottoporrebbero a una simile lotteria.

    Questo per me sta relegando la professione di designer al livello di vendita di ninnoli lungo la strada in un paese del terzo mondo.

    I designer sono molto spesso le persone che sono lì per un lungo periodo con un cliente e ignorare il loro valore significa ingannare il tuo marchio di una risorsa preziosa: il talento con previdenza.

    Guarda come mi sento riguardo a crowdSPRING nel mio blog all'indirizzo http://sharkyscircle.blogspot.com.

    Saggio uomo mio.

    • 11

      Ciao Guy,

      Sì, chiederei a uno scrittore di fare lo stesso. E io ho! Di recente ho avviato un programma di contenuti su Compendium Blogware e ho richiesto a tutti gli scrittori che desideravano partecipare di fornire post gratuiti sul blog che sarebbero stati pubblicati per l'azienda che ha vinto un concorso. Lo scopo della promozione era garantire che potessero scrivere il contenuto e che l'azienda scoprisse se era adatto o meno.

      Non credo che la qualità del design che ho ricevuto fosse a livello di "gingillo", qualunque cosa. Era un design incredibile. Inoltre, non posso dire quanto tempo ci sia voluto - ci sarebbero voluti 15 minuti ... se guardi i progetti presentati, vedrai che il designer ha ascoltato il mio feedback e ha adattato il suo design, corrispondendo alla mia richiesta.

      Sono d'accordo con te sul fatto che trovare un ottimo designer che possa abbinare gli stili della tua organizzazione e comprendere il business è un'esperienza incredibile e ne vale la pena. Ecco perché credo che tu non abbia nulla di cui preoccuparti. Quando le mie attività cresceranno abbastanza da poter supportare un designer a tempo pieno o una partnership, mi muoverò sicuramente in quella direzione!

      Grazie!
      Doug

  7. 12

    CrowdSpring è un vero e proprio accordo per le persone che stanno cercando di portare a termine il lavoro. Fornisce un posto per le persone che sono specialisti. Mi guadagno da vivere offrendo progetti di siti web e so di avere un posto dove andare per cercare un lavoro.

  8. 13
    • 14
      • 15
        • 16

          David, l'intervista che hai pubblicato è davvero una buona lettura - ma è un po 'come scrivere sull'industria automobilistica e su quanto siano terribili le auto - senza riconoscere che ci sono diversi tipi di auto e diversi tipi di case automobilistiche.

          Il fatto che un designer professionista abbia creato un cattivo design non ti rende un cattivo designer per associazione. Allo stesso modo, il fatto che altri mercati non abbiano costruito protezioni adeguate e abbiano ignorato i rischi del lavoro speculativo non significa che, poiché alcuni mercati sono cattivi, devono essere tutti cattivi. Eppure, questo è il messaggio trasmesso nell'intervista.

          • 17

            @ Ross - se perdonerai il mio snark -

            Stasera in 60 minuti - "La Ford Pinto. Una trappola mortale che esplode". Seguito da "Ford Cars che probabilmente non esploderanno" e un segmento su "Tutte le altre case automobilistiche che producono auto che probabilmente non esploderanno neanche".

            Quindi, presenteremo una storia su una "Rapina in banca che sembra essere stata scritta da Hollywood" e daremo uno sguardo agli "Undici milioni di prelievi bancari avvenuti questa settimana senza incidenti".

            Andy Rooney è fuori questa settimana.

            * Risatina *

          • 18
  9. 19

    Semplicemente non farei mai lavori speciali. Periodo. Ma se un cliente non può dire o apprezzare la differenza tra il mio lavoro e il lavoro della folla di CrowdSpring, perché nel mondo dovrebbe pagare un premio per i miei servizi? CrowdSpring sembra il matrimonio perfetto tra questi clienti e i designer che vedono il proprio lavoro come una merce.

    • 20

      Jon,

      Penso che chiamare te o David Airey "designer" sarebbe un disservizio per la strategia che i tuoi team forniscono alle aziende. Mi piacerebbe vedere la tua opinione su SPEC contro NO! SPEC in un post! Non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui potrò collaborare con un'azienda come la tua per offrire un'esperienza di marchio coerente, utilizzabile e bella.

      Suppongo che lo paragonerei all'acquisto di un'auto. Solo negli ultimi anni sono stato in grado di acquistare un'auto che fosse comoda, bella e affidabile… Ho guidato parecchi clunk prima di arrivare dove sono. Apprezzo la mia macchina, ma non ho avuto l'opportunità di acquistare quello che volevo per diversi anni!

      Doug

      • 21

        Direi che è un paragone decente, Doug: un cliente che investe in un lavoro sulle specifiche è come comprare una macchina "rumorosa".

        Tuttavia, sembra un po 'contraddittorio con il tuo post sul blog originale. Forse stai cambiando idea?

        • 22

          Ciao David,

          Non credo di cambiare idea, ma forse non ero abbastanza equilibrato nel mio incarico. Credo nell'assunzione di una società di design a lungo termine e so che c'è un incredibile ROI su quel modello. CrowdSPRING offre un'alternativa quando non è possibile, però. Sono molto soddisfatto del prodotto che ho ricevuto a CrowdSPRING e sono rimasto colpito dalla raffinatezza e dalla facilità che la loro applicazione mi ha fornito per comunicare e ottenere il design di cui avevo bisogno.

          Il punto principale è che persone come te o Jon non devono mai preoccuparsi di CrowdSPRING perché tu fornisci molto più di una grafica. Lo ripeto più e più volte: un grande designer non dovrebbe mai temere il lavoro SPEC (che tu lo faccia o meno).

          Forse i sostenitori di NO! SPEC dovrebbero istruire la comunità imprenditoriale su quali sono le alternative, piuttosto che mostrare solo il lato negativo. Come giovane imprenditore, ho bisogno di molto lavoro di progettazione, ma non ho ancora il budget. Se vuoi fare un guest post come rimprovero, lo accolgo con favore!

          Grazie David!

          • 23

            Nessun problema, Doug.

            Non è che abbia paura del lavoro sulle specifiche o che mi preoccupi di tali siti Web, e penso che Jon Arnold mi appoggerebbe qui. È semplicemente che non voglio vedere designer più giovani e dilettanti sprecare il loro tempo lavorando senza alcuna garanzia di pagamento.

            Tutti meritano di essere pagati. I siti web specifici vengono pagati, ma la stragrande maggioranza dei loro "dipendenti" no.

            Ci sono milioni di lavori di progettazione là fuori, e non è necessario che i progettisti svalutino le loro capacità semplicemente "sperando" in un reddito.

            Comunque, tornando alla scrittura del libro, ma prima che me ne vada, è molto gentile da parte tua offrirmi un posto come ospite qui. Grazie per quello. Forse quando avrò completato il mio incarico di libro.

            Goditi il ​​fine settimana, Doug.

  10. 24

    Doug,

    Grazie per aver scritto di crowdSPRING. Sicuramente apprezzo la natura provocatoria del titolo dell'articolo, ma mentre scrivi, le agenzie non si occupano solo di design. Le agenzie mettono sul tavolo molte preziose competenze oltre il design e molti clienti possono trarre vantaggio da tale consulenza.

    Quando abbiamo avviato crowdSPRING, non intendevamo competere con le agenzie. In effetti, non pensavamo che le agenzie sarebbero state interessate a sfruttare la nostra comunità creativa. Ma dal primo giorno, le agenzie ci hanno contattato e ci hanno chiesto di creare un prodotto che fornisse maggiore privacy e controllo degli utenti (i nostri progetti crowdSPRING Pro). Abbiamo lanciato questo prodotto nel settembre 2008 e da allora molte agenzie hanno sfruttato la nostra comunità globale di designer. Alcuni lo hanno fatto apertamente (ad esempio: Element79 di Omnicom, BBH, Shift Communications e IP Pixel di Starcom Worldwide). Altri hanno scelto di non rivelare chi sono quando pubblicano un progetto. Alcuni ci hanno utilizzato esclusivamente per un progetto, mentre altri hanno utilizzato il loro normale team di progettazione e hanno integrato il loro lavoro con un progetto su crowdSPRING.

    Ovviamente hai ragione nel dire che alcuni designer si sono opposti al nostro modello di business e, nel loro zelo nel difendere lo status quo, alcuni hanno pubblicato una serie di dichiarazioni inesatte sulla nostra comunità. Siamo orgogliosi di essere trasparenti, motivo per cui siamo stati in grado di attrarre una così grande comunità di designer in un breve lasso di tempo. Di recente ho scritto un post che ha risposto alle venticinque domande più frequenti su crowdSPRING - molte di queste risposte coprivano alcune delle questioni sollevate dalle persone nei commenti al tuo post. Se non l'hai ancora letto, puoi trovarlo qui: http://blog.crowdspring.com/2009/07/14/crowdsprin...

    In definitiva, crediamo nel libero arbitrio e nel libero mercato. Ogni persona ha il diritto di valutare la propria tolleranza al rischio e di decidere come vuole lavorare. crowdSPRING non è per tutti. Forniamo un'opportunità e un gioco di livello in cui le persone possono competere basandosi esclusivamente sul proprio talento e migliaia di designer hanno trovato nuovi clienti su crowdSPRING. Tale concorrenza minaccia l'industria del design? Difficilmente. Il libero mercato riguarda la concorrenza e molte aziende di successo prima di noi hanno mostrato la strada: iStockphoto, Innocentive, Etsy.

    Ancora una volta, grazie per il pezzo premuroso - e grazie anche per essere pragmatico e sfruttando la nostra comunità per aiutarti. Buona fortuna con il lancio!

    Migliore,

    Ross Kimbarovsky
    cofondatore
    http://www.crowdspring.com

    • 25

      Ross, grazie mille per aver dedicato del tempo e risposto. Penso che tu abbia fatto un ottimo lavoro nel riconoscere la differenziazione del tuo prodotto rispetto al lavoro delle agenzie e nel fornire informazioni sul fatto che stai lavorando con alcune agenzie in modo trasparente!

    • 26

      @ Ross - Devo ammetterlo, adoro l'atmosfera di Don Chisciotte sulla lotta per i diritti dei designer di fornire ai tuoi acquirenti concetti artistici senza pagare. Vedi, ho sempre capito perché esistono aziende come Crowdspring (lavoro di progettazione gratuito - chi non può resistere?) E perché gli acquirenti pensano che il lavoro sulle specifiche sia fantastico (150 concetti di logo per $ 200 dollari - quanto è bello?). Per quanto mi riguarda, non riesco a capire perché i designer partecipino, ma come un vecchio cane (parte dello "status quo" suppongo) credo che dovrò rimanere perplesso sul motivo per cui i designer professionisti sembrano aver perso il " essere pagato "parte di ciò che costituisce un professionista in QUALSIASI campo. Anche se immagino che molti se ne rendano conto abbastanza rapidamente, e la velocità di combustione dei designer sui siti di concorso è feroce. Crowdspring come entità minaccia l'industria del design? Ovviamente no. Ma il concetto - che i designer non dovrebbero essere pagati come tutti gli altri - lo fa sicuramente. Va contro ciò che rende bene un "settore professionale", un "settore professionale". Non è un'esclusiva di Crowdspring. Né è un'idea originale. La genesi di quell'atteggiamento è iniziata molto prima che tu avessi il concetto di Crowdspring, che a proposito, è stato revocato da Sitepoint, che lo ha sollevato da Dio sa chi, fino al 2001 o giù di lì, quando Logoworks ha tenuto per la prima volta concorsi di design organizzati tramite il loro backend sito web Arteis. Lo hanno fatto dopo aver assistito a concorsi di logo che si stavano svolgendo in tutta la rete e hanno pensato di poter entrare anche loro in azione. Anche se per accuratezza, devo sottolineare che Logoworks, una volta il "cattivo ragazzo" del mondo del design, almeno ha pagato OGNI designer che ha contribuito. Credo che lo facciano ancora.

      Anche se non sono mai stato un grande fan di Logoworks, relativamente parlando, il loro modello di business, una volta criticato, sembra essere / era un esempio di virtù. Hanno usato la maggior parte dei punti di discussione che stai usando ora, quasi alla lettera, con un'importante distinzione. Hanno aggiunto qualcosa del tipo "non paghiamo molto, ma almeno paghiamo qualcosa a tutti". Purtroppo, quella è stata la prima condizione fuori dalla finestra quando le aziende concorrenti hanno iniziato a escogitare modi per ridurre Logoworks. Quando il LW bruhaha è esploso, intorno al 2004, i designer che hanno criticato Logoworks e hanno affermato che il loro modello di business annunciava la fine dell'industria del design erano chiamati esattamente le stesse cose che i sostenitori della speculazione ora chiamano i loro critici. Diavolo, penso anche che sia stata lanciata anche la frase "status quo". So che LW ha respinto con piccole parole interessanti come "leveraged" e "scalable".

      Aziende come Crowdspring sono semplicemente un'altra fase della de-evoluzione del commercio del design grafico. Non è niente di nuovo. Né, con il numero di siti di contest di design già operativi, in pre-lancio o in beta, è destinato ad essere particolarmente unico. C'è tuttavia un cambiamento di atteggiamento, perpetuato da aziende come la tua, che il design non è come qualsiasi altra attività creativa. È più un hobby, o anche un evento sportivo (amatoriale). E 99designs, Crowdspring e tutte le meravigliose aziende che stanno per lanciare presto, fermenteranno ulteriormente questo atteggiamento.

      Detto questo, non ho nemmeno idee sbagliate sul futuro. Voi gatti avete vinto. La lotta, a parte il pianto, è finita. Ma ecco il problema. Man mano che più aziende come Crowdspring entrano online, TU sarai costretto a competere. E poiché non crei direttamente il tuo prodotto, dovrai offrire di più, addebitare meno, il che porterà gli acquirenti a prendere in giro i designer non pagati anche più di quanto non facciano ora. Ci è voluto circa un decennio prima che l'industria del design grafico arrivasse al ribasso. Ci vorrà circa un anno per il crowdsourcing e i siti di contest di design. Due cime.

      Possiamo fare tutto quello che vogliamo, ma la maggior parte dei designer partecipa a concorsi di design per un obiettivo: vincere, essere pagati e, si spera, guadagnarsi da vivere o integrare quello che già hanno. Tu ed io sappiamo entrambi che non lo faranno. Ma è fondamentale, al fine di mantenere iscritte nuove reclute, che almeno alcuni designer credano che sia possibile su siti Web come Crowdspring. Qualcosa di tutto questo preannuncia un quadro roseo per i designer nei prossimi due anni? Non proprio.

      Vedo che confronti CS con altri siti web come istock. Questo è un confronto stanco e impreciso. Che piacciano o no, Istock offre immagini stock e foto non personalizzate che possono essere acquistate molte volte, da molte persone diverse. CS offre un lavoro personalizzato una tantum per un acquirente. Lo stesso vale con il tuo confronto Etsy. Penso che la frase che sto cercando sia "mele e arance".