Chi definisce la tecnologia nella tua azienda?

search1

La definizione di tecnologia è:

l'applicazione pratica della scienza al commercio o all'industria

Qualche tempo fa ho chiesto: "Se il tuo reparto IT stava uccidendo l'innovazione“. Era una domanda che ha sollecitato una bella risposta! Molti reparti IT hanno la capacità di soffocare o abilitare l'innovazione ... i reparti IT possono persino soffocare o abilitare la produttività e le vendite?

Oggi ho avuto il piacere di incontrare Chris di Compendio. È stata una conversazione vivace e siamo finiti a circa 45 minuti dopo che volevamo.

Uno dei pezzi interessanti della conversazione è stata la discussione su chi fosse il titolare della decisione di acquistare una piattaforma o servizi SEO. Entrambi abbiamo sospirato quando la decisione è caduta nelle mani di un rappresentante IT. Non cerco in alcun modo di screditare i professionisti IT: mi affido quotidianamente alla loro esperienza. Blogging per SEO è una strategia per acquisire contatti ... a responsabilità di marketing.

Tuttavia, è intrigante che un reparto IT sia spesso incaricato di una piattaforma o di un processo che determina i risultati aziendali. Troppe volte vedo i risultati aziendali (innovazione, ritorno sull'investimento, facilità d'uso, ecc.) Prendere un posto in secondo piano nella decisione di acquisto.

Selezionandoci come piattaforma di blog aziendale, spesso è il reparto IT a credere di poter implementare un file "gratis" soluzione per i blog. Un blog è un blog, giusto?

  • Nevermind che il contenuto non è ottimizzato
  • Nevermind che la piattaforma non è sicura, stabile, esente da manutenzione, ridondante, ecc.
  • Nevermind che la piattaforma non è scalabile a milioni di visualizzazioni di pagina e decine di migliaia di utenti.
  • Nevermind che l'azienda che lo ha costruito ha speso centinaia di migliaia di dollari in ricerca e sviluppo per garantire che le migliori pratiche e la conformità dei motori di ricerca fossero incorporate.
  • Nevermind che l'interfaccia utente è semplice da usare per chiunque, senza bisogno di una formazione intensiva.
  • Nevermind che il sistema è automatizzato, quindi non è necessaria alcuna conoscenza di etichettatura e categorizzazione.
  • Nevermind che il nostro personale monitori i progressi dei nostri clienti per assicurarne il successo.
  • Nevermind che la piattaforma viene fornita con un coaching continuo per aiutare i blogger a sviluppare le proprie competenze e aumentare il ritorno sull'investimento nel tempo.

Con la SEO, spesso è lo stesso argomento. Sono stato persino dalla parte opposta dell'argomento SEO, dicendoti questo non hai bisogno di un esperto SEO. Jeremy mi ha ricordato questo post ... doh!

Il punto era che troppe aziende NON hanno l'ottimizzazione per i motori di ricerca e perdono molto traffico rilevante. Se hanno appena fatto il file ordine, potrebbero almeno mettere quel bellissimo sito su cui hanno speso $ 10 di fronte a pochi visitatori. Questo post è stato scritto per la grande maggioranza delle aziende che non hanno concorrenza e nessuna ottimizzazione ... era un appello a fare almeno il minimo.

Per le aziende in settori competitivi, tuttavia, l'80% ottimizzato non è nemmeno vicino. Il 90% non è abbastanza. Per ottenere il primo posto in classifica su un termine altamente competitivo è necessaria l'esperienza di una delle poche aziende al mondo. Se ti trovi in ​​una pagina dei risultati di un motore di ricerca anche moderatamente competitiva, il tuo reparto IT non ti porterà al numero 1. Sarai fortunato se ti porteranno anche sulla prima pagina dei risultati.

Non assegneresti al tuo reparto IT la responsabilità del tuo team di vendita, ma lo affiderai a una tecnologia che potrebbe impedire alla tua azienda di ottenere le vendite. Se hai intenzione di applicare la tecnologia praticamente ... assicurati di indagare a fondo sulle opportunità e sui vantaggi prima di pensare di poterlo fare da solo!

Commenti

  1. 1

    C'è un mondo di differenza tra un blog piattaforma e un SEO .

    Una piattaforma di blogging è solo una combinazione di software e hardware e i dipartimenti IT sono piuttosto bravi a metterli insieme. Ci sono anche molti fornitori che fanno questo lavoro, perché dispongono di software proprietario, o perché possiedono già o noleggiano hardware, o perché hanno molta esperienza nella manutenzione di questo particolare stack IT. La domanda su come dividere la gestione della tua piattaforma di blogging tra persone interne e persone in outsourcing è il problema canonico dell'IT "acquista/costruisci/prende in prestito".

    Una strategia SEO, tuttavia, è quasi del tutto indipendente dalla tua piattaforma di blogging. Puoi avere una SEO eccezionale o terribile indipendentemente dalla piattaforma. Ma l'utilizzo di una società SEO lo è non come usare una società IT di terze parti. È più come assumere copywriter in grado di tradurre le tue idee nella lingua di Google.

    Certo, puoi usare un software di blogging gratuito e open source. E siamo onesti, Doug: WordPress funziona su un'infrastruttura sicura, stabile e altamente ridondante. Gli utenti di WordPress includono Dow Jones, The New York Times, People Magazine, Fox News e CNN, che superano tutti il ​​test "milioni di pagine visualizzate, decine di migliaia di utenti". Automattic (le persone che creano WordPress) ne hanno decine di milioni finanziamento di rischio, che ritengo costituisca un budget di ricerca e ingegneria piuttosto ampio. WordPress non è un giocattolo.

    Tuttavia, WordPress è solo una piattaforma di blogging. In realtà, è solo metà una piattaforma di blogging: il software WordPress open source (sebbene ci siano innumerevoli servizi di hosting WordPress, incluso WordPress.com). Se sei interessato a qualsiasi grado di affidabilità o scalabilità, devi investire nell'hardware e nell'esperienza pertinenti.

    Quindi, il dipartimento IT ha ragione sul fatto che un blog è solo un blog e possono utilizzare strumenti gratuiti per avviare la parte del blog. Ma la maggior parte del lavoro e la maggior parte del valore potenziale non è nel software. Quasi l'intero punto di avere un blog è reso possibile attraverso una strategia SEO completa e continua. E una volta che ti rendi conto che è ciò di cui hai bisogno, è qualcosa per cui dovresti essere disposto a pagare.

    La sfida è far capire ai reparti IT che una buona SEO non è una manciata di trucchi stupidi, che è difficile, che è in continua evoluzione e che fa la differenza nel mondo.

    @robbyslaughter

    • 2

      Ciao Roby!

      Non sono sicuro se sei d'accordo o in disaccordo con me. Tu ed io sappiamo che il Dow Jones, il New York Times, People Magazine, Fox News e la CNN non eseguono WordPress "così com'è". Lo stanno facendo funzionare senza costi di infrastruttura aggiuntivi, costi di sviluppo del tema, costi di ottimizzazione dei motori di ricerca, ecc.? Non pensi che stiano spendendo soldi per istruire il proprio personale sull'uso di quelle piattaforme? O lo sviluppo per trasmettere contenuti a quelle piattaforme? Certo che lo sono! Ognuna di queste aziende ha investito un bel po' di soldi per far funzionare una piattaforma "gratuita".

      Un blog è solo un blog, ma una piattaforma di blogging NON è solo una piattaforma di blogging. Il misuratore di forza delle parole chiave, l'automazione della codifica, la categorizzazione e il posizionamento dei contenuti in Compendium sono enormi fattori di differenziazione. Richiede che l'utente dedichi meno tempo a preoccuparsi di "come" bloggare, "come" ottimizzare i propri contenuti e più tempo a preoccuparsi di "cosa" bloggare. I blogger aziendali dovrebbero concentrarsi sul loro messaggio, non sulla loro piattaforma.

      Ti garantisco che qualsiasi persona può aprire Compendio e postare intuitivamente e quel post sarà ottimizzato. Questo non è il caso di WordPress. La maggior parte delle persone a cui ho insegnato personalmente come bloggare in modo efficace con WordPress non aveva idea di quanto mancasse in ogni post.

      Anche in questo caso, il focus del reparto IT spesso non è il focus del business. Ho sempre apprezzato i miei colleghi IT che "esaminano" i miei acquisti di software per assicurarmi di non mettere a rischio l'azienda; tuttavia, non saranno mai in grado di riconoscere i vantaggi della piattaforma o della strategia e il suo impatto sul business. Non è per questo che vengono educati, in cosa si trova la loro esperienza, né per cosa dovrebbero essere utilizzati.

      Lascia che gli uomini d'affari prendano le decisioni aziendali! Lascia che l'IT sia il loro consulente di fiducia.

      • 3

        Non sono d'accordo o in disaccordo con il tuo punto generale, sto solo chiarendo i tuoi commenti.

        Nessuno ha detto che i grandi utenti di WordPress eseguono il software senza ulteriori personalizzazioni e costi di infrastruttura. Hai detto "non importa che la piattaforma non sia scalabile per milioni di visualizzazioni di pagina e decine di migliaia di utenti", ma non è vero. È chiaramente possibile scalare WordPress (o Blogger, o Drupal o DotNetNuke o Compendium e così via) a questo livello, ma devi investire nell'hardware, nel software di supporto e nell'esperienza tecnica. La domanda non è se lo sia possibile, è se vuoi farlo da solo o se vuoi che qualcun altro lo faccia per te.

        Sì, una piattaforma di blogging è solo una piattaforma di blogging. È una combinazione di software e hardware che produce un blog. Certo, alcuni hanno caratteristiche diverse e quelle caratteristiche potrebbero avere più valore e valere più soldi. Che tu abbia una IndyCar, una BMW completa o un camion affidabile, hai un veicolo automobilistico che può essere guidato da un punto A al punto B. È vero che alcuni di questi veicoli sono più adatti a determinati compiti? Assolutamente. La domanda è: quale compito stai cercando di raggiungere?

        Sono sicuro che se metti un utente fianco a fianco con Compendium e qualsiasi piattaforma di blog open source, il post sul blog Compendium attirerebbe più traffico, anche se i post fossero identici parola per parola. Questo è un grande valore per la tua azienda! Se questo caso d'uso è rappresentativo, rappresenta un fantastico punto di forza per CB.

        Ma esaminiamo Perché quel singolo post otterrebbe più traffico. Il motivo è principalmente perché Compendio l'azienda ha un'operazione strategica in corso. Stai aggiornando la codebase tutto il tempo. Ti stai collegando ai post dei clienti per aiutarli a costruire la reputazione. Incontri i clienti e fornisci formazione e risorse aggiuntive. Mantieni un'infrastruttura altamente affidabile. Gran parte, se non la maggior parte, del vantaggio di Compendio rispetto a uno strumento gratuito è il servizio continuo e il supporto che fornisci per il tuo software, i tuoi clienti e i loro contenuti.

        E ancora, questo è un meraviglioso vantaggio e molti dei tuoi clienti sono molto felici. Ma non è una parte fondamentale della tua "piattaforma di blogging" software e hardware. Potresti ottenere lo stesso risultato utilizzando software diversi (ma sarebbe più lavoro!). Questo è in effetti ciò che piace alle aziende DK New Media fare ogni giorno. Chiunque sia coinvolto nel processo decisionale per i blog aziendali deve comprendere queste sfumature.

        La questione fondamentale qui è dove finisce la responsabilità di un dipartimento e inizia quella di qualcun altro. Non ci sono risposte facili a questa domanda. Peggio ancora, se una qualsiasi parte di quella linea attraversa al di fuori dell'azienda un fornitore di terze parti, iniziano a esserci spazi sfocati tra le entità e diventa più difficile valutare rischi e benefici. Come proteggi il tuo perimetro se persone esterne hanno accesso? Oppure, dal lato marketing: come sei sicuro che il fornitore della piattaforma in outsourcing non rovinerà il tuo marchio? Questi rischi possono essere piccoli o grandi, ma non sono zero.

        Sono sicuro che molte decisioni relative alla tecnologia vengono prese dall'IT senza un sufficiente rispetto per le implicazioni di business. Ma il problema è in entrambi i modi: gli uomini d'affari devono capire di più sull'IT e viceversa. Lavorare insieme invece che l'uno contro l'altro gioverà a tutti.

        • 4

          Grazie per questo chiarimento, Robby! Rimarrò in attesa degli ultimi commenti. Confido che le mie risorse IT siano i miei consulenti, quindi non faccio qualcosa di stupido. Tuttavia, non darò loro la decisione finale su piattaforme e strategie che sono nel migliore interesse per portare avanti l'attività. Ognuno di noi ha i propri punti di forza e devono essere sfruttati in modo appropriato.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.