Integrazione DMP: attività basata sui dati per editori

Piattaforma di gestione dei dati

La riduzione radicale della disponibilità di dati di terze parti significa minori possibilità di targeting comportamentale e un calo degli introiti pubblicitari per molti proprietari di media. Per compensare le perdite, gli editori devono pensare a nuovi modi per affrontare i dati degli utenti. Assumere la piattaforma di gestione dei dati può essere una via d'uscita.

Entro i prossimi due anni, il mercato pubblicitario eliminerà gradualmente i cookie di terze parti, il che modificherà il modello tradizionale di targeting degli utenti, gestione degli spazi pubblicitari e monitoraggio delle campagne. 

Sul web la quota di utenti identificata tramite cookie di terze parti tenderà verso lo zero. Il modello tradizionale di monitoraggio del browser cross-site da parte di fornitori di dati e rivenditori di terze parti sarà presto obsoleto. Pertanto, l'importanza dei dati di prima parte aumenterà. Gli editori senza le proprie capacità di raccolta dei dati subiranno gravi battute d'arresto, mentre le aziende che raccolgono i loro segmenti di utenti sono in una posizione unica per raccogliere i frutti di questo nuovo panorama pubblicitario. 

La raccolta e la gestione dei dati di prima parte crea opportunità uniche per gli editori per aumentare i loro guadagni, migliorare l'esperienza dei contenuti, il coinvolgimento e costruire un seguito fedele. Sfruttare i dati di prima parte può essere utilizzato per la personalizzazione dei contenuti e per adattare i messaggi pubblicitari per la promozione incrociata dei siti web.

Business Insider utilizza i dati comportamentali per sviluppare i profili dei suoi lettori e quindi utilizza tali informazioni per personalizzare le newsletter via e-mail e i consigli sui contenuti in loco per coinvolgere meglio i lettori. Questi sforzi hanno aumentato la percentuale di clic degli annunci del 60% e le percentuali di clic nelle loro newsletter via email da 150%.

Perché gli editori hanno bisogno di DMP

Secondo Statistiche interne di Admixer, in media, Il 12% dei budget pubblicitari viene speso per l'acquisizione di dati proprietari per il targeting del pubblico. Con l'eliminazione dei cookie di terze parti, la richiesta di dati aumenterà in modo esponenziale e gli editori che raccolgono dati di prima parte sono in una posizione ideale per trarne vantaggio. 

Tuttavia, avranno bisogno di un affidabile piattaforma di gestione dei dati (DMP) per implementare un modello di business basato sui dati. DMP consentirà loro di importare, esportare, analizzare e, infine, monetizzare i dati in modo efficace. I dati proprietari possono rafforzare l'inventario degli annunci e fornire un'ulteriore fonte di reddito. 

Caso d'uso DMP: Simpals

Simpals è la più grande casa di media online in Moldova. Nella ricerca di nuovi flussi di entrate affidabili, loro collaborato con DMP per impostare la raccolta dei dati di prima parte e l'analisi degli utenti per 999.md, la piattaforma di e-commerce moldava. Di conseguenza, hanno definito 500 segmenti di pubblico e ora li vendono in modo programmatico agli inserzionisti tramite DMP.    

L'utilizzo di DMP fornisce livelli di dati aggiuntivi per gli inserzionisti, aumentando al contempo la qualità e il CPM delle impressioni fornite. I dati sono il nuovo oro. Consideriamo l'aspetto principale dell'organizzazione dei dati degli editori e la scelta di un fornitore di tecnologia in grado di soddisfare le esigenze aziendali di diversi tipi di editori.  

Come prepararsi per l'integrazione DMP? 

  • Raccolta dei dati - Innanzitutto, gli editori devono esaminare sistematicamente tutta la raccolta di dati sulle loro piattaforme. Ciò include la registrazione sui siti Web e nelle applicazioni mobili, gli accessi alle reti Wi-Fi e qualsiasi altro caso in cui gli utenti sono incoraggiati a lasciare i dati personali. Indipendentemente dalla provenienza dei dati, la raccolta e l'archiviazione devono essere conformi ai quadri giuridici esistenti di GDPR che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi  CCPA. Ogni volta che gli editori raccolgono informazioni personali, devono ottenere il consenso degli utenti e lasciare loro la possibilità di rinunciare. 

Integrazione dei dati DMP

  • Elaborazione dei dati - Prima di eseguire l'onboarding di una DMP, è necessario elaborare tutti i dati, riconciliarli in un unico formato e rimuovere i duplicati. Per impostare un formato uniforme per i dati, è fondamentale scegliere un unico identificatore univoco, in base al quale strutturerai il tuo database. Scegli quello che può identificare facilmente l'utente, come un numero di telefono o un'e-mail. Inoltre faciliterà l'integrazione se dividi i tuoi dati in segmenti in base al pubblico con le migliori prestazioni. 

Come integrare DMP? 

Uno dei modi più efficienti per connettere DMP è integralo con CRM tramite API,  sincronizzazione degli UniqueID. Se il tuo CRM è integrato con tutte le tue risorse digitali, può passare automaticamente i dati a DMP, che può arricchirlo e migliorarlo. 

DMP non conserva le informazioni di identificazione personale degli utenti. Quando DMP è integrato tramite un'API o un'importazione di file, riceve un pacchetto di dati che collega l'ID editore con l'identificativo utente univoco definito nel passaggio precedente. 

Per quanto riguarda l'integrazione tramite CRM, è possibile trasferire i dati in formato hash. DMP non può decodificare questi dati e li gestirà in questo formato crittografato. DMP garantisce la privacy e la sicurezza dei dati dell'utente, a condizione che sia stata implementata un'anonimizzazione e una crittografia sufficienti. 

Quale funzionalità dovrebbe avere DMP? 

Per selezionare la migliore DMP per la tua azienda, devi definire i tuoi requisiti per il fornitore di tecnologia. Ancora più importante, è necessario elencare tutte le integrazioni tecniche necessarie. 

DMP non deve interrompere i tuoi processi e deve aggirare l'infrastruttura tecnica esistente. Ad esempio, se disponi già di una piattaforma CRM, CMS e integrazioni con i partner della domanda, il DMP scelto deve essere compatibile con tutti loro. 

Durante la scelta di una DMP, prendi in considerazione tutte le sue capacità tecniche esistenti, in modo che l'integrazione non sia un peso per il tuo team tecnico. Hai bisogno di una piattaforma che fornisca efficacemente le funzionalità chiave: raccolta, segmentazione, analisi e monetizzazione dei dati.

Funzionalità DMP

  • Gestione tag - Dopo aver integrato i dati esistenti nella tua DMP, dovrai raccogliere ulteriori punti dati. Per farlo, devi impostare tag o pixel sui tuoi siti web. Queste sono le stringhe di codice che raccolgono dati sul comportamento degli utenti sulle tue piattaforme e poi le registrano nella DMP. Se quest'ultimo ha l'estensione gestore di tag, sarà in grado di gestire centralmente i tag sulle tue piattaforme. Sebbene facoltativo, farà risparmiare al tuo team tecnico molto tempo e fatica. 
  • Segmentazione e tassonomia - La tua DMP dovrebbe avere diverse funzionalità per la segmentazione e l'analisi dei dati. Deve essere in grado di stabilire la tassonomia, una struttura di dati ad albero che descriva l'interrelazione tra i segmenti di dati. Consentirebbe a DMP di definire segmenti di dati ancora più stretti, analizzarli più in profondità e valutarli più in alto. 
  • Integrazione CMS - Una caratteristica di più alto livello di DMP è la capacità di integrarlo con il CMS del tuo sito web. Ti consentirà di ottimizzare dinamicamente i contenuti del tuo sito web e soddisfare le esigenze dei tuoi utenti. 
  • monetazione - Dopo aver integrato DMP, dovrai imparare come attivare i dati per l'ulteriore monetizzazione nelle piattaforme lato domanda (DSP). È importante scegliere una DMP che possa essere facilmente integrata con i partner della domanda.

    Alcuni DSP offrono DMP nativa, strettamente integrata nel loro ecosistema. È importante notare che una DMP integrata in un singolo DSP può essere una soluzione efficace, a seconda della situazione del mercato e del panorama competitivo. 

    Se operi in un mercato piccolo, dove un particolare DSP è un attore dominante, utilizzare il loro DMP nativo potrebbe essere una mossa intelligente. Se lavori in un grande mercato, devi prestare attenzione alla facilità con cui DMP può integrarsi con le principali piattaforme di domanda.  

  • Integrazione dell'ad server - Un'altra caratteristica importante è la possibilità di utilizzare i propri dati. La maggior parte dei publisher utilizza un ad server per lavorare direttamente con agenzie e inserzionisti, lanciare le proprie campagne pubblicitarie, effettuare promozioni incrociate o vendere traffico residuo. Pertanto, la tua DMP deve integrarsi facilmente con il tuo ad server.

    Idealmente, il tuo ad server dovrebbe gestire gli asset pubblicitari su tutte le tue piattaforme (sito web, app per dispositivi mobili, ecc.) E scambiare i dati con il tuo CRM, che a sua volta lo comunicherà con il DMP. Un tale modello può semplificare in modo significativo tutte le tue integrazioni pubblicitarie e consentirti di monitorare chiaramente la monetizzazione. Tuttavia, non è sempre così e devi assicurarti che DMP funzioni senza problemi con il tuo ad server.  

Funzionalità di integrazione DMP

Incartare 

È fondamentale che il fornitore di tecnologia scelto sia conforme alle normative globali sulla privacy e sulla sicurezza dei dati. Anche se ti concentri esclusivamente sui dati del mercato locale, puoi comunque ottenere utenti da qualsiasi parte del mondo. 

Un altro fattore importante da considerare sono le relazioni del provider DMP con gli inserzionisti e i partner locali. Unire l'infrastruttura unificata con partnership consolidate può facilitare l'integrazione delle tue piattaforme e ottimizzare la monetizzazione delle tue risorse digitali. 

È anche fondamentale scegliere un partner tecnologico che non solo fornisca un'interfaccia completamente self-service, ma fornisca anche guida pratica, feedback e consulenza. Un'assistenza clienti di prim'ordine è un must per risolvere eventuali problemi e personalizzare le strategie di gestione dei dati. 

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.