Non lasciare che i robot parlino per il tuo marchio!

Marchio del Bot

Alexa, l'assistente personale abilitato alla voce di Amazon, potrebbe guidare più di $ 10 miliardi di entrate in appena un paio d'anni. All'inizio di gennaio, Google ha dichiarato di aver venduto più di 6 milioni Dispositivi Google Home da metà ottobre. I robot assistenti come Alexa e Hey Google stanno diventando una caratteristica essenziale della vita moderna e questo offre un'incredibile opportunità per i marchi di connettersi con i clienti su una nuova piattaforma.

Desiderosi di cogliere questa opportunità, i marchi si stanno affrettando a mettere i loro contenuti su piattaforme guidate dalla ricerca vocale. Buono per loro: entrare al piano terra con le piattaforme vocali ha molto senso, proprio come la creazione di un sito web commerciale aveva senso nel 1995. Ma nella loro fretta, troppe aziende stanno lasciando la voce del loro marchio (e i dati della piattaforma vocale associati) nelle mani di un bot di terze parti.

Potrebbe essere un errore catastrofico. Immagina un Internet in cui tutti i siti Web sono in bianco e nero, disposti in una singola colonna e tutti i siti utilizzano lo stesso carattere. Niente risalterebbe. Nessuno dei siti rifletterebbe l'aspetto dei marchi che rappresentano, quindi i clienti avrebbero un'esperienza incoerente quando interagiscono con i marchi su altre piattaforme. Sarebbe un disastro dal punto di vista del marchio, giusto?

Qualcosa del genere accade quando le aziende mettono insieme un'applicazione per assistenti personali abilitati alla voce senza creare e proteggere una voce del marchio unica. Fortunatamente, non deve essere così. Invece di dare ai robot assistenti il ​​controllo della voce del tuo marchio, puoi creare la tua strategia di comunicazione basata sull'intelligenza artificiale del marchio con un'app progettata per la comunicazione vocale multipiattaforma.

Non è necessario creare un software vocale da zero per realizzarlo: ora sono disponibili soluzioni di dialogo basate su dati e basate su API che ti consentono di parlare con i clienti ovunque si trovino: al telefono, sui social media, in una finestra di chat o nelle loro case tramite bot assistenti. Con il giusto approccio, puoi assicurarti che queste conversazioni siano coerenti e on-brand ogni volta.

I principali rivenditori attualmente utilizzano questa strategia per gestire le conversazioni con i clienti tramite bot assistenti, fornendo risposte alle domande dei clienti sulla disponibilità o sulla consegna del prodotto. Le compagnie di assicurazione utilizzano la voce per rispondere alle domande sui vantaggi del noleggio auto durante la riparazione delle auto dei clienti. Le banche utilizzano piattaforme vocali per impostare e modificare gli appuntamenti con i clienti.

Con la giusta soluzione vocale e informazioni aggiornate, puoi assicurarti che i dati dei clienti vengano applicati in modo accurato per creare connessioni con i clienti. E quando prendi il controllo della voce del tuo marchio sulle piattaforme di assistente AI, sarai anche in grado di integrare i dati delle transazioni vocali nel sistema CRM della tua azienda. Ciò diventerà sempre più importante man mano che più consumatori effettuano ricerche tramite la voce.

L'analista indipendente del settore Gartner lo prevede 30 per cento della navigazione sarà effettuata senza schermi entro il 2020, poiché la navigazione vocale attraverso dispositivi come telefoni e assistenti AI guadagna terreno sulle ricerche basate su testo. La tua azienda può permettersi di perdere traccia di tali dati o consentire che venga controllata da un bot di terze parti? Assumendo proattivamente il controllo della voce del tuo marchio, puoi mantenere il controllo anche dei tuoi dati.

Poiché gli assistenti vocali gestiscono più transazioni tra marchi e clienti, il rischio per le aziende che affidano la voce del proprio marchio a bot di terze parti diventa più pronunciato. Il valore del marchio viene attenuato quando la voce non è coerente su tutti i canali e la fiducia dei clienti viene indebolita. La perdita di dati significa che i marchi non possono creare profili cliente completi e accurati.

I leader aziendali orientati al futuro comprendono la posta in gioco, motivo per cui si stanno affrettando a creare una presenza della piattaforma vocale. Il loro desiderio di abbracciare le piattaforme ha senso. Ma è importante creare una strategia che protegga l'integrità del marchio. Se la tua azienda prevede di conversare con i clienti tramite i loro assistenti vocali, assicurati di non lasciare che i bot parlino per te.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.