Penalità per contenuti duplicati: il mito, la realtà e il mio consiglio

Mito sulla penalità di contenuti duplicati

Per oltre un decennio, Google ha combattuto il mito della penalità per i contenuti duplicati. Dato che continuo a rispondere a domande su questo argomento, ho pensato che valesse la pena discuterne qui. Per prima cosa, discutiamo della verbosità:

Cosa è Duplicate Content?

Il contenuto duplicato si riferisce generalmente a blocchi sostanziali di contenuto all'interno o tra domini che corrispondono completamente ad altri contenuti o che sono sensibilmente simili. Per lo più, questo non è ingannevole in origine. 

Google, evita contenuti duplicati

Qual è la penalità per contenuti duplicati?

Una penalità significa che il tuo sito non è più elencato nei risultati di ricerca o che le tue pagine sono state drasticamente ridotte nel ranking per parole chiave specifiche. Non c'è nessuno. Periodo. Google ha dissipato questo mito nel 2008 eppure la gente ne discute ancora anche oggi.

Mettiamolo a letto una volta per tutte, gente: non esiste una "penalità per contenuti duplicati". Almeno, non nel modo in cui la maggior parte delle persone intende quando lo dice.

Google, Demistificazione della penalità per contenuti duplicati

In altre parole, l'esistenza di contenuti duplicati sul tuo sito non penalizzerà il tuo sito. Puoi comunque comparire nei risultati di ricerca e persino posizionarti bene sulle pagine con contenuti duplicati.

Perché Google vorrebbe che tu evitassi i contenuti duplicati?

Google vuole un'esperienza utente superiore nel suo motore di ricerca in cui gli utenti trovano informazioni di valore con ogni clic di un risultato di ricerca. Il contenuto duplicato rovinerebbe quell'esperienza se i primi 10 risultati su una pagina dei risultati di un motore di ricerca (SERP) aveva lo stesso contenuto. Sarebbe frustrante per l'utente e i risultati dei motori di ricerca verrebbero consumati dalle aziende SEO blackhat che si limitano a costruire fattorie di contenuti per dominare i risultati di ricerca.

Il contenuto duplicato su un sito non è motivo di azione su quel sito a meno che non sembri che lo scopo del contenuto duplicato sia quello di essere ingannevole e manipolare i risultati del motore di ricerca. Se il tuo sito soffre di problemi di contenuti duplicati ... facciamo un buon lavoro nella scelta di una versione del contenuto da mostrare nei nostri risultati di ricerca.

Google, evita di creare contenuti duplicati

Quindi non ci sono penalità e Google sceglierà una versione da visualizzare, quindi perché dovresti farlo tu evitare contenuti duplicati? Nonostante non sia stato penalizzato, tu può ferisce ancora la tua capacità di posizionarti meglio. Ecco perché:

  • È molto probabile che Google lo farà visualizzare una singola pagina nei risultati... quello con la migliore autorità tramite i backlink e poi nasconderà il resto dai risultati. Di conseguenza, lo sforzo messo in altre pagine di contenuto duplicato è semplicemente uno spreco quando si tratta di posizionamento nei motori di ricerca.
  • Il ranking di ogni pagina è fortemente basato sul backlink pertinenti a loro da siti esterni. Se hai 3 pagine con contenuti identici (o tre percorsi alla stessa pagina), potresti avere collegamenti a ritroso a ciascuna pagina anziché tutti i collegamenti a ritroso che conducono a uno di essi. In altre parole, stai danneggiando la tua capacità di avere una singola pagina che accumula tutti i backlink e si classifica meglio. Avere una singola pagina in classifica nei migliori risultati è di gran lunga migliore di 3 pagine a pagina 2!

In altre parole ... se ho 3 pagine con contenuti duplicati e ognuna di esse ha 5 backlink ciascuna ... non si classificherà come una singola pagina con 15 backlink! Contenuti duplicati significa che le tue pagine sono in competizione tra loro e potrebbero danneggiarle tutte piuttosto che classificare una pagina grande e mirata.

Ma abbiamo dei contenuti duplicati all'interno delle pagine, e adesso ?!

È del tutto naturale avere contenuti duplicati all'interno di un sito web. Ad esempio, se sono un'azienda B2B che offre servizi che funzionano in più settori, potrei avere pagine con targeting per settore per il mio servizio. La stragrande maggioranza delle descrizioni di tale servizio, vantaggi, certificazioni, prezzi, ecc. Possono essere tutte identiche da una pagina di settore all'altra. E questo ha assolutamente senso!

Non stai ingannando nel riscrivere i contenuti per personalizzarli per persone diverse, è un caso assolutamente accettabile di duplicare il contenuto. Ecco il mio consiglio, però:

  1. Usa titoli di pagina univoci - Il titolo della mia pagina, utilizzando l'esempio sopra, includerebbe il servizio e il settore su cui si concentra la pagina.
  2. Usa meta descrizioni di pagina uniche - Anche le mie meta descrizioni sarebbero uniche e mirate.
  3. Incorporare contenuti unici - Sebbene ampie parti della pagina possano essere duplicate, incorporerei il settore in sottotitoli, immagini, diagrammi, video, testimonianze, ecc. Per garantire che l'esperienza sia unica e mirata al pubblico di destinazione.

Se stai alimentando 8 settori con il tuo servizio e incorpori queste 8 pagine con URL, titoli, meta descrizioni univoci e una percentuale sostanziale (il mio istinto senza dati è il 30%) del contenuto unico, non funzionerai qualsiasi rischio che Google pensi che stai tentando di ingannare qualcuno. E, se si tratta di una pagina ben progettata con link pertinenti ... potresti posizionarti bene su molti di essi. Potrei persino incorporare una pagina principale con una panoramica che spinga i visitatori a pagine secondarie per ogni settore.

E se sostituissi i nomi delle città o delle province con il targeting geografico?

Alcuni dei peggiori esempi di contenuti duplicati che vedo sono fattorie SEO che prendono e duplicano pagine in ogni posizione geografica in cui lavora il prodotto o servizio. Ho lavorato con due società di coperture ora che avevano precedenti consulenti SEO che costruiscono dozzine di città- pagine centriche in cui hanno semplicemente sostituito il nome della città nel titolo, nella meta descrizione e nel contenuto. Non ha funzionato ... tutte quelle pagine sono state classificate male.

In alternativa, ho inserito un piè di pagina comune che elencava le città o le contee servite, una pagina dell'area coperta dal servizio con una mappa della regione servita, reindirizzato tutte le pagine della città alla pagina del servizio ... e boom ... il servizio le pagine della pagina e dell'area di servizio sono salite alle stelle in classifica.

Non utilizzare script semplici o farm di contenuti sostitutivi per sostituire singole parole come questa ... stai cercando guai e non funziona. Se sono un roofer che copre 14 città ... Preferisco avere collegamenti a ritroso e menzioni da siti di notizie, siti partner e siti di comunità che puntano alla mia singola pagina sul tetto. Questo mi farà classificare e non c'è limite al numero di parole chiave combinate di servizi urbani che potrei classificare con una singola pagina.

Se la tua azienda SEO può creare uno script per una farm come questa, Google può rilevarla. È ingannevole e, a lungo andare, potrebbe portarti a essere effettivamente penalizzato.

Naturalmente ci sono delle eccezioni. Se si desidera creare più pagine di località con contenuti unici e pertinenti per personalizzare l'esperienza, non è ingannevole ... è personalizzato. Un esempio possono essere i tour della città ... in cui il servizio è lo stesso, ma c'è una grande differenza nell'esperienza geografica che può essere dettagliata nelle immagini e nelle descrizioni.

Ma che dire dei contenuti duplicati innocenti al 100%?

Se la tua azienda ha pubblicato un comunicato stampa, ad esempio, che ha fatto il suo giro ed è pubblicato su più siti, potresti comunque voler pubblicarlo anche sul tuo sito. Lo vediamo spesso. Oppure, se hai scritto un articolo su un sito di grandi dimensioni e desideri ripubblicarlo per il tuo sito. Ecco alcune best practice:

  • Canonical - Un link canonico è un oggetto di metadati nella tua pagina che dice a Google che la pagina è duplicata e che dovrebbe cercare in un URL diverso la fonte delle informazioni. Se sei in WordPress, ad esempio, e desideri aggiornare una destinazione URL canonica, puoi farlo con Rank Math SEO. Aggiungi l'URL di origine nel canonico e Google rispetterà che la tua pagina non è duplicata e l'origine merita il merito. Assomiglia a questo:

<link rel="canonical" href="https://martech.zone/duplicate-content-myth" />

  • Reindirizzare - Un'altra opzione è reindirizzare semplicemente l'URL alla posizione che desideri che le persone leggano e che i motori di ricerca indicizzino. Capita spesso che rimuoviamo contenuti duplicati da un sito web e reindirizziamo tutte le pagine con ranking inferiore alla pagina con ranking più alto.
  • noindex - contrassegnare una pagina su noindex ed escluderla dai motori di ricerca farà sì che il motore di ricerca ignori la pagina e la manterrà fuori dai risultati dei motori di ricerca. Google in realtà lo sconsiglia, affermando:

Google sconsiglia di bloccare l'accesso del crawler ai contenuti duplicati sul tuo sito web, sia con un file robots.txt che con altri metodi.

Google, evita di creare contenuti duplicati

Se ho due pagine assolutamente duplicate, preferirei utilizzare un canonico o un reindirizzamento in modo che eventuali collegamenti a ritroso alla mia pagina vengano passati alla pagina migliore, tuttavia.

E se qualcuno rubasse e ripubblicasse i tuoi contenuti?

Questo accade ogni pochi mesi con il mio sito. Trovo menzioni con il mio software di ascolto e scopro che un altro sito sta ripubblicando i miei contenuti come propri. Dovresti fare alcune cose:

  1. Prova a contattare il sito tramite il loro modulo di contatto o e-mail e richiedi che venga rimosso immediatamente.
  2. Se non hanno le informazioni di contatto, esegui una ricerca Whois del dominio e contatta i contatti nel loro record di dominio.
  3. Se hanno la privacy nelle impostazioni del loro dominio, contatta il loro provider di hosting e informali che il loro cliente sta violando il tuo copyright.
  4. Se continuano a non conformarsi, contatta gli inserzionisti del loro sito e informali che stanno rubando dei contenuti.
  5. Invia una richiesta sotto il file Digital Millennium Copyright Act.

La SEO riguarda gli utenti, non gli algoritmi

Se tieni semplicemente a mente che la SEO riguarda l'esperienza dell'utente e non un algoritmo da battere, la soluzione è semplice. Comprendere il tuo pubblico, personalizzare o segmentare il contenuto per un maggiore coinvolgimento e pertinenza è un'ottima pratica. Cercare di ingannare gli algoritmi è terribile.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.