5 errori che potrebbero portare la tua email nella cartella dello spam

errori nella cartella spam della posta elettronica

Se c'è una parte del mio lavoro che continua a farmi sbattere la testa contro il muro, è proprio quella consegna email. Continuiamo a far crescere un elenco di abbonati e-mail impegnati, ma cavolo, gli ISP sono ridicoli. Nelle aziende, una cosa che accade è che le e-mail girano mentre i dipendenti vanno e vengono. Avremo abbonati che interagiscono costantemente per mesi e poi - puff - le e-mail rimbalzano. O peggio, vengono indirizzati a qualche altro dipendente che lo segnala come SPAM.

Possiamo letteralmente passare settimane senza segnalazioni di SPAM e percentuali di annullamento molto minori ... e quindi inspiegabilmente vedere la percentuale di e-mail che fa saltare in alto o in basso la posta in arrivo. Stesse righe dell'oggetto, stesso tempo di consegna, stessi server IP inviati da, stessi indirizzi di risposta ... stesso, stesso, stesso ... e kaboom. Un calo della deliverability. Qualche settimana fa, siamo stati persino inseriti nella lista nera da un piccolo ISP. Quando abbiamo chiesto il motivo, ci hanno semplicemente inserito nella whitelist ... senza mai dirci cosa è successo. È come se ci stessero solo mettendo alla prova per vedere se eravamo legittimi. E non siamo un grande emailer: la nostra lista è di circa 75,000.

Se utilizzi un provider di servizi di posta elettronica (ESP), non sai nemmeno qual è la percentuale della tua casella di posta. I fornitori di e-mail promuovono sempre deliverability punteggi, ovvero il numero di e-mail che arrivano a destinazione. Avranno anche una clausola in genere che devi inviare alla tua lista un paio di volte prima di vedere alla grande deliverability numeri. Non sto scherzando ... tutti gli indirizzi email errati rimbalzeranno e verranno rimossi, quindi la percentuale di recapito della tua casella di posta dovrebbe raggiungere i numeri su cui ti hanno venduto.

Il problema è che il numero o la percentuale è solo ciò che è stato consegnato ... non consegnato alla posta in arrivo. Ecco perché usiamo 250ok - per monitorare il nostro reputazione di deliverability della posta in arrivo e del nostro mittente. Con 250ok, siamo stati in grado di correggere alcuni problemi reali nel tempo ... ma abbiamo ancora alcuni alti e bassi che sono semplicemente inspiegabili.

Detto questo, ci sono buone pratiche che puoi istituire che miglioreranno i tuoi risultati (per ora). TechnologyAdvice Research ha pubblicato un'infografica, 5 dei principali errori di posta elettronica che ti invieranno alla cartella dello spam. L'infografica presenta errori comuni di email marketing:

  1. Autorizzazioni inadeguate
  2. Contenuto di spam
  3. Violazioni legali
  4. ID mittente non autenticato
  5. Contenuti irrilevanti

Ecco fatto ... invia con il permesso, invia ottimi contenuti e invia da un ottimo provider di posta elettronica.

Principali errori e-mail che portano la tua e-mail nella cartella dello spam

Commenti

  1. 1
  2. 3

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.