Diventare personale in un mondo affollato

intelligenza mobile del cliente

Nello spazio di vendita al dettaglio competitivo di oggi, le offerte personalizzate differenziano i marchi nella lotta per catturare l'attenzione dei consumatori. Le aziende di tutto il settore si sforzano di offrire ai clienti un'esperienza memorabile e personale per fidelizzare e, infine, migliorare le vendite, ma è più facile a dirsi che a farsi.

La creazione di questo tipo di esperienza richiede gli strumenti per conoscere i tuoi clienti, costruire relazioni e sapere a che tipo di offerte saranno interessati e quando. Ciò che è altrettanto importante è sapere quali offerte non sono rilevanti, per evitare di infastidire o alienare i tuoi clienti più fedeli. 

Le "tre A" della costruzione di relazioni

La costruzione di relazioni con i clienti nella vendita al dettaglio può essere suddivisa in tre fasi: acquisizione, attivazione che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi attività.

  • Acquisizione - significa attirare l'attenzione del cliente sui prodotti e acquisire nuovi clienti, il che significa raggiungere potenziali acquirenti nel mercato più ampio con marketing proattivo, partnership di canale, annunci e offerte.
  • Attivazione - il rivenditore si concentra sul convincere i clienti a eseguire una particolare azione o seguire un determinato percorso desiderato che massimizzi il valore del cliente. Ciò potrebbe significare visitare un negozio un determinato numero di volte al mese, completare un tipo specifico di transazione o aumentare la consapevolezza per diverse offerte. L'obiettivo della fase di attivazione è l'interazione del cliente con il marchio, consentendo al rivenditore di coinvolgerlo e costruire una relazione.
  • Attività - la fase finale è quella in cui entrano in gioco i programmi fedeltà e i vantaggi.

Mentre la prima fase di costruzione della relazione si basa su un raggio d'azione più ampio, le due fasi successive riguardano esclusivamente la personalizzazione. L'unico modo in cui le fasi di attivazione e attività avranno successo è se il cliente ha un interesse personale nell'offerta o nel prodotto.

Se un articolo consigliato o un'offerta proposta non va bene, perché dovrebbero impegnarsi? In questo senso analitica diventare uno strumento prezioso per i rivenditori che desiderano personalizzare le offerte e fidelizzare i propri consumatori.

L'analisi consente ai rivenditori di tenere facilmente traccia di quali offerte risuonano con i loro potenziali clienti e quali no, consentendo in definitiva loro di eliminare le offerte non rilevanti, affinare la diffusione e diventare una fonte affidabile di informazioni e prodotti per ogni singolo consumatore.

Gli acquirenti sono impegnati e se sanno che un marchio offrirà esattamente ciò che vogliono in base agli acquisti e agli interessi precedenti, questo è il marchio per cui cercheranno.

Lavorare i dati

Quindi quali strumenti sono necessari per rendere possibile questa costruzione di relazioni?

Sebbene la maggior parte dei professionisti del marketing e delle organizzazioni abbia accesso a grandi quantità di dati, sia tradizionali che sociali, è una sfida continua estrarli, elevare i segmenti di clienti più importanti e reagire in tempo reale alle esigenze dei clienti. Oggi la sfida più comune che le organizzazioni devono affrontare è che lo siano annegando nei dati e affamando di intuizioni. Infatti, a seguito del rilascio del più recente sondaggio di CMOSurvey.org, il suo direttore Christine Moorman ha commentato che una delle maggiori sfide non è la protezione dei dati, ma la creazione di intuizioni utilizzabili da tali dati.

Quando i professionisti del marketing sono armati dei giusti strumenti analitici, tuttavia, i big data possono essere più un'opportunità. Sono questi dati che consentono ai professionisti del marketing al dettaglio di raggiungere il successo nella fase di attivazione e attività della costruzione di relazioni: hanno solo bisogno di sapere come farlo funzionare. Combinare in modo ottimale business, dati e matematica per estrarre informazioni su come un cliente potrebbe reagire a una determinata offerta o interazione fa la differenza in quanto le aziende lavorano per migliorare il targeting e la personalizzazione.

L'analisi consente agli esperti di marketing di dare un senso alla follia dei dati odierna e di migliorare davvero in queste aree, il che a sua volta aiuta a creare lealtà e guadagni.

Una categoria di vendita al dettaglio in cui questo è chiaramente evidente è quella dei negozi di alimentari. App mobili, beacon e altre tecnologie producono un'enorme quantità di dati sul percorso dei consumatori in negozio. I rivenditori e i marchi intelligenti stanno usando analitica elaborare tali dati in tempo reale e produrre offerte pertinenti che attivino i clienti prima che lascino il negozio.

Per esempio, I marchi Hillshire sono in grado di monitorare gli acquirenti nei negozi utilizzando iBeacons, consentendo loro di inviare annunci personalizzati e coupon per la loro salsiccia artigianale quando l'acquirente si avvicina a quella sezione del negozio.

Non è un segreto che il mondo della vendita al dettaglio di oggi sia più competitivo che mai. La fidelizzazione dei clienti è un obiettivo per i migliori marchi e l'unico modo per riuscirci è diventare personale con i propri clienti.

Non accadrà dall'oggi al domani, ma se affrontati correttamente, i rivenditori hanno la capacità di utilizzare veramente i dati dei propri clienti per comprendere meglio le esigenze e le preferenze di ogni individuo. Queste informazioni sono la chiave per migliorare la personalizzazione, le relazioni con i clienti e, in ultima analisi, i profitti di un'azienda.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.