Chi è il giudice del tuo marketing?

30001691 s

L'ho fatto in articoli che ho scritto in passato. Ho metodologie maldicenti che i professionisti del marketing hanno utilizzato ... dall'utilizzo di portavoce curvy alla propaganda di risultati ridicoli. Un po 'di marketing mi dà sui nervi. Ma non importa nell'equazione del marketing, né la mia opinione è abbastanza onesta.

Un amico ha recentemente condiviso un'offerta che ha ricevuto da un'azienda che sembrava una carta ben confezionata con un indirizzo scritto a mano e un adesivo apposto con un indirizzo di risposta. Sembrava che potesse provenire da un amico o da una famiglia. Tuttavia, quando l'ha aperto, aveva un'offerta e si è sentito ingannato. Era così arrabbiato, ha scattato una foto e l'ha condivisa su Facebook.

Non mi chiedo se meritasse o meno di essere arrabbiato: sono affari suoi. Ha diritto alla sua opinione. La domanda che ho affermato nella risposta era a che punto non è commercializzare un travestimento di qualche tipo. Progettiamo siti per piccole startup che le facciano sembrare imprese aziendali. Progettiamo infografiche di livello mondiale per i clienti che lottano con i loro budget di marketing. Garantiamo casi di studio e testimonianze dei clienti che ottengono i migliori risultati.

È ingannevole?

Secondo me, il marketing è molto simile agli appuntamenti. Non vai ad un appuntamento con quei comodi sudori che indossi. Ti fai una doccia, ti vesti, ti pettini bene e ti metti dell'acqua di colonia… vuoi avere un bell'aspetto.

Sei ingannevole?

La percezione potrebbe essere sì. Stai cercando di attirare qualcuno abbastanza da vedere quanto ti piacciono. Dopo alcuni appuntamenti, potresti o meno decidere di promuovere la relazione.

Ottenere un pezzo di direct mail scritto a mano può attirare qualcuno abbastanza da aprirlo. Quando gestivo servizi di posta diretta, dissi ai nostri clienti che dovevamo catturare l'attenzione di qualcuno nel breve tragitto tra la cassetta postale e il cestino. Ciò richiede un po 'di creatività seria per distinguersi dalla massa. Le tecnologie si sono evolute così tanto sulla posta diretta che alcune stampanti hanno sistemi che letteralmente scrivere le etichette e persino gli stili alternativi dei personaggi in modo che non ci siano due lettere uguali!

Aggiungerò che quelle tecnologie non sono economiche. Quell'inserzionista ha speso molto di più su quel biglietto (stile) scritto a mano di quanto avrebbe dovuto semplicemente attaccare un mailer di una pagina nella cassetta della posta. Spendere quel denaro aggiuntivo ha sicuramente portato a un tasso di coinvolgimento più elevato e molto probabilmente ha portato a un tasso di conversione maggiore.

La vera domanda o meno se il marketing sia ingannevole non è l'opinione mia né del mio amico. Il vero giudice è il potenziale cliente e, in ultima analisi, il successo di fidelizzazione dell'azienda. Se il tasso di abbandono dei clienti è un problema enorme, potrebbe esserlo un operatore di marketing attirando clienti ma sono probabili aspettative mancanti e hanno bisogno di riallineare le proprie strategie di marketing.

Non credo che attirare qualcuno da aprire, visualizzare o fare clic sia ingannevole: credo che sia compito dei professionisti del marketing spingere le persone in un percorso di vendita e fino a quando non si può decidere se il cliente può trarre vantaggio dal fare affari con te .

L'apertura della busta non ha impegnato nessuno a un abbonamento, ha solo fatto un ottimo lavoro nel far vedere il loro marketing invece che nel cestino. Quasi ogni giorno mi ritrovo a guardare uno spot pubblicitario, scaricare un white paper o aprire un'e-mail che pensavo fosse una perdita di tempo. Non mi arrabbio per questo, né penso che sia ingannevole.

Vado solo avanti.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.