5 dashboard di Google Analytics che non ti spaventeranno

dashboard di analisi

Google Analytics può intimidire molti professionisti del marketing. Ormai sappiamo tutti quanto siano importanti le decisioni basate sui dati per i nostri dipartimenti marketing, ma molti di noi non sanno da dove cominciare. Google Analytics è uno strumento potente per gli esperti di marketing dalla mentalità analitica, ma può essere più accessibile di quanto molti di noi credano.

Quando inizi su Google Analytics, la prima cosa che devi fare è rompere il tuo analitica in piccole sezioni. Crea dashboard in base all'obiettivo, alla sezione o persino alla posizione di marketing. La collaborazione intra-dipartimentale è fondamentale, ma non vuoi ingombrare le tue dashboard di Google Analytics inserendo tutti i grafici di cui hai bisogno in un'unica dashboard.

Per creare in modo efficace una dashboard di Google Analytics, dovresti:

  • Considera il tuo pubblico - Questa dashboard è per i rapporti interni, il tuo capo o il tuo cliente? Probabilmente dovrai vedere le metriche che stai monitorando a un livello più granulare rispetto al tuo capo, ad esempio.
  • Evita il disordine - Risparmia il mal di testa di cercare di trovare il grafico giusto quando ne hai bisogno, organizzando accuratamente i tuoi dashboard. Da sei a nove grafici su ogni dashboard è l'ideale.
  • Crea dashboard per argomento - Un ottimo modo per evitare il disordine è raggruppare i dashboard per argomento, intento o ruolo. Ad esempio, potresti monitorare sia gli sforzi SEO che quelli SEM, ma probabilmente vorrai mantenere i grafici per ogni sforzo in una dashboard separata per evitare confusione. L'idea alla base della visualizzazione dei dati è che si desidera ridurre al minimo la tensione mentale, quindi ci vengono in mente tendenze e intuizioni. Il raggruppamento dei grafici in dashboard per argomento supporta tale obiettivo.

Ora che hai in mente alcune linee guida, ecco alcune delle applicazioni pratiche per ogni dashboard di Google Analytics (Nota: tutti i grafici del dashboard sono dati di Google Analytics in DataHero):

AdWords Dashboard - Per il PPC Marketer

Lo scopo di questa dashboard è fornire una panoramica del rendimento di ciascuna campagna o gruppo di annunci, nonché monitorare la spesa complessiva e identificare le opportunità di ottimizzazione. Hai anche il vantaggio aggiuntivo di non dover scorrere la tua tabella AdWords all'infinito. La granularità di questa dashboard dipende ovviamente dai tuoi obiettivi e dai KPI, ma alcune metriche iniziali da considerare sono:

  • Spendi per data
  • Conversioni per campagna
  • Costo per acquisizione (CPA) e spesa nel tempo
  • Conversioni per query di ricerca con corrispondenza
  • Costo per acquisizione (CPA) più basso

Google Dashboard personalizzato di AdWords in DataHero

Dashboard dei contenuti: per il marketing dei contenuti

I blog sono diventati la spina dorsale di molti dei nostri sforzi SEO come marketer. Spesso utilizzati come macchina di lead gen, i blog possono anche essere la prima interazione con molti dei tuoi clienti e utilizzati principalmente per il riconoscimento del marchio. Qualunque sia il tuo obiettivo, assicurati di progettare la dashboard tenendo presente tale obiettivo, misurando il coinvolgimento dei contenuti, i lead generati e il traffico complessivo del sito.

Metriche suggerite:

  • Tempo sul sito (suddiviso per post sul blog)
  • Sessioni per post del blog o post del blog
  • Iscrizioni per post del blog / categoria di post del blog
  • Iscritti al webinar (o altri obiettivi di contenuto)
  • Sessioni per fonte / post
  • Frequenza di rimbalzo per fonte / post

Conversioni Google Dashboard personalizzato in DataHero

Dashboard di conversione del sito - Per il Growth Hacker

È probabile che la home page e le pagine di destinazione siano destinate alla conversione, qualunque cosa la tua organizzazione definisca una conversione. Dovresti eseguire un test A / B su queste pagine, quindi devi monitorare attentamente il rendimento delle pagine di destinazione in base a questi test. Per gli esperti di marketing orientati alla crescita, le conversioni sono fondamentali. Concentrati su cose come le sorgenti di conversione più elevate, il tasso di conversione per pagina o la frequenza di rimbalzo per pagina / fonte.

Metriche suggerite:

  • Sessioni per pagina di destinazione / fonte
  • Completamenti obiettivo per pagina / fonte di destinazione
  • Tasso di conversione per pagina di destinazione / fonte
  • Frequenza di rimbalzo per pagina / fonte di destinazione

Assicurati di tenere traccia di eventuali test A / B per data. In questo modo, sai esattamente cosa sta causando un cambiamento nei tassi di conversione.

Dashboard delle metriche del sito - Per gli esperti di marketing

Queste metriche sono piuttosto tecniche ma possono fare una grande differenza in termini di ottimizzazione del tuo sito. Per scavare ancora più a fondo, guarda come queste metriche più tecniche si collegano ai contenuti o alle metriche social. Ad esempio, tutti i tuoi utenti Twitter arrivano tramite cellulare a una determinata pagina di destinazione? In tal caso, assicurati che la pagina di destinazione sia ottimizzata per i dispositivi mobili.

Metriche suggerite:

  • Utilizzo mobile
  • risoluzione dello schermo
  • Sistema operativo
  • Tempo trascorso sul sito in generale

KPI di alto livello - Per il vicepresidente del marketing

L'idea di questa dashboard è di rendere davvero facile tenere d'occhio le metriche. Di conseguenza, non devi conferire con cinque persone diverse all'interno del tuo dipartimento per avere una visione dello stato di salute dei tuoi sforzi di marketing. Conservare tutti questi dati in un unico posto assicura che eventuali modifiche alle prestazioni di marketing non passeranno inosservate.

Metriche suggerite:

  • Spesa complessiva
  • Lead per fonte / campagna
  • Prestazioni di email marketing
  • Salute dell'imbuto generale

KPI di marketing Google Dashboard personalizzato in DataHero

Per comunicare il valore del marketing al resto dell'organizzazione, stiamo tutti diventando sempre più dipendenti dai dati. Dobbiamo essere sufficientemente analitici per raccogliere i dati giusti, scoprire informazioni chiave e comunicarle alle nostre organizzazioni. Ecco perché non puoi permetterti di ignorare strumenti importanti come Google Analytics, soprattutto quando lo scomponi in morsi più consumabili, come i dashboard.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.