Google fa sembrare le immagini di pubblico dominio come fotografie di stock, e questo è un problema

Foto di riserva

Nel 2007, famoso fotografo Carol M. Highsmith ha donato il suo intero archivio a la Biblioteca del Congresso. Anni dopo, Highsmith scoprì che la società di fotografia stock Getty Images aveva addebitato costi di licenza per l'utilizzo di queste immagini di pubblico dominio, senza il suo consenso. E così ha intentato una causa per $ 1 miliardo, rivendicando violazioni del copyright e presunto uso improprio e falsa attribuzione di quasi 19,000 fotografie. I tribunali non si sono schierati con lei, ma è stato un caso di alto profilo.

La causa legale di Highsmith è un ammonimento, che esemplifica i rischi o le sfide che sorgono per le aziende quando le immagini di pubblico dominio vengono trattate come fotografie di stock. Le regole sull'utilizzo delle foto possono essere complicate e sono state rese ancora più complicate da app come Instagram che rendono facile per chiunque scattare e condividere foto. Nel 2017, le persone scatteranno più di 1.2 miliardi di foto. È un numero sbalorditivo.

Il successo del marketing nel mondo di oggi può dipendere dal fatto che un marchio utilizzi efficacemente le immagini per coltivare un'identità e una reputazione, aumentare la consapevolezza, attirare l'attenzione e promuovere i contenuti. Autenticità, che è stata etichettata la strada per il cuore del millennial—È la chiave. I consumatori non rispondono a foto che sembrano truccate o messe in scena. I marchi devono integrarsi autentico immagini sul loro sito web, social media e materiali di marketing, motivo per cui si rivolgono sempre più autentica fotografia stock siti come Dreamstime immagini di pubblico dominio. Prima di utilizzare qualsiasi immagine, tuttavia, le aziende devono fare i compiti.

Comprensione delle immagini di dominio pubblico

Le immagini di pubblico dominio sono libere da copyright, o perché sono scadute o non sono mai esistite, oppure in casi speciali in cui il titolare del copyright ha rinunciato volontariamente ai propri diritti d'autore. Il dominio pubblico contiene una vasta gamma di immagini su una vasta gamma di argomenti, rappresentando una risorsa preziosa. Queste immagini sono gratuite, facili da trovare e flessibili, consentendo agli operatori di marketing di individuare rapidamente immagini autentiche adatte alle loro esigenze. Tuttavia, solo perché le immagini di pubblico dominio sono libere da copyright non significa che i professionisti del marketing possano rinunciare a un processo di verifica, che può essere lento e quindi costoso. Perché dovresti scaricare un'immagine gratuita quando perdi giorni per cancellarla o, peggio, perdi milioni di dollari in una causa legale?

Immagini di pubblico dominio e stock photography non sono le stesse cose e le immagini di pubblico dominio dovrebbero essere usate con cautela. Ogni azienda che utilizza immagini di dominio pubblico deve comprendere i rischi coinvolti.

Uno dei motivi per cui la fotografia stock e le immagini di pubblico dominio sono comunemente viste come intercambiabili è che aziende come Google hanno cercato di far sembrare che lo siano. Gli acquirenti si rivolgono spesso a immagini di pubblico dominio perché Google le antepone alle foto stock distorcendo i risultati di ricerca organici. Questa fusione può mettere le aziende nei guai. Se qualcuno cerca foto stock, non dovrebbero vedere i risultati per immagini di pubblico dominio, proprio come le foto stock non vengono visualizzate quando qualcuno cerca immagini di dominio pubblico.

Perché Google lo fa? Ci sono un paio di possibili spiegazioni. Uno è che Matt Cutts, che era il capo dell'antispam, ha lasciato Google nel 2016. Ultimamente vediamo abbondanti spam nella SERP, anche su Google proprio blog in articoli sulle migliori pratiche. I rapporti rimangono senza indirizzo. Un altro è che l'intelligenza artificiale che controlla l'algoritmo ora e non è così buona come ci si aspetterebbe da Google. Simile al modo in cui funzionano i siti di notizie false, promuove infine un tipo di contenuto inappropriato. Inoltre, questa fusione potrebbe essere una rappresaglia per le associazioni di categoria della fotografia che hanno citato in giudizio Google per la sua strategia anticoncorrenziale di Google Immagini o addirittura per il posizionamento ingiusto, dal momento che Google fa traffico significativo da Google Immagini; (si stima che l'85% delle immagini scaricate sul web siano distribuite da Google Immagini). Il traffico che ritorna in Google Immagini genererà entrate pubblicitarie.

Il fatto è che le immagini di pubblico dominio non hanno le caratteristiche di sicurezza di una foto d'archivio. Solo perché un'immagine è di dominio pubblico non significa che sia esente dal rischio di violazione del copyright o di altri diritti, come i diritti di somiglianza delle persone che appaiono nell'immagine. Nel caso di Highsmith, il problema era una mancanza di attenzione da parte del fotografo rispetto a una licenza molto libera, ma la mancanza di consenso da parte di un modello può essere molto più complicata.

All'inizio di quest'anno, Leah Caldwell ha citato in giudizio Chipotle per oltre $ 2 miliardi perché ha affermato che l'azienda ha utilizzato la sua immagine nel materiale promozionale senza il suo consenso. Nel 2006, un fotografo ha chiesto di scattare la foto di Caldwell a Chipotle vicino all'Università di Denver, ma lei ha rifiutato e si è rifiutata di firmare un modulo di liberatoria per l'uso delle immagini. Otto anni dopo, Caldwell vide le sue foto sui muri di Chipotle in Florida e in California. Le immagini contenevano bottiglie sul tavolo, che Caldwell ha detto sono state aggiunte e diffamato il suo personaggio. Ha fatto causa.

Le storie di Caldwell e Highsmith mettono in luce quanto possa essere rischioso per le aziende utilizzare le immagini senza un controllo approfondito. Le immagini di pubblico dominio sono fornite con poca garanzia e non sono liberatorie per modello o proprietà. Il fotografo, non il modello, concede solo i diritti che il fotografo possiede, il che significa che il modello può ancora potenzialmente citare in giudizio il designer se l'immagine viene utilizzata commercialmente. È una grande scommessa.

Niente di tutto questo per dire che le aziende non dovrebbero trarre vantaggio dalle immagini di pubblico dominio, ma piuttosto sottolineare l'importanza di comprendere il rischio. Le immagini di pubblico dominio devono essere utilizzate solo dopo aver condotto la due diligence per mitigare i rischi. Questo è il motivo per cui Dreamstime include una piccola raccolta di immagini di pubblico dominio sul suo sito Web e una raccolta molto ampia di immagini rilasciate da modelli gratuiti, per le quali vengono fornite garanzie.

Comprendere il rischio delle immagini di dominio pubblico è il primo passo. Il secondo passo per i marchi è stabilire un processo di due diligence. Le domande di verifica dovrebbero includere: questa immagine è stata veramente caricata dall'autore e non "rubata"? Il sito di immagini è disponibile per tutti? Le immagini vengono riviste? Quali incentivi hanno i fotografi per fornire gratuitamente fantastiche raccolte di immagini? Inoltre, perché le immagini vengono inserite automaticamente nelle parole chiave? Ogni immagine ha poche parole chiave e spesso sono irrilevanti.

Anche i marketer devono considerare il modello. La persona nell'immagine ha firmato una liberatoria del modello? Senza uno, qualsiasi utilizzo commerciale può essere contestato come fece Caldwell con Chipotle. I danni possono essere decine di milioni di dollari per una singola immagine, anche quando il modello viene pagato. Un'altra considerazione riguarda le potenziali violazioni del marchio. Ovviamente, un logo è off-limits, ma lo è anche un'immagine come le tre strisce firmate Adidas su un capo di guardaroba.

Le immagini di dominio pubblico possono essere una risorsa preziosa, ma comportano grossi rischi. L'opzione più intelligente è usare foto d'archivio ed essere creativi per stare lontano dai cliché. I marchi possono trovare tranquillità perché sanno che le immagini sono sicure da usare, mentre ottengono anche il contenuto autentico di cui hanno bisogno per rendere più dinamico il materiale di marketing. È meglio impegnarsi per valutare le immagini in anticipo, piuttosto che affrontare una causa in seguito.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.