Hai impostato i parametri nei webmaster?

Google Webmaster Tools

Questa settimana stavo esaminando i siti dei clienti utilizzando gli strumenti dei webmaster. Una delle stranezze che ha identificato era che molti dei link interni al sito avevano codici della campagna ad essi allegati. Questo è stato fantastico per il cliente, che poteva tenere traccia di ciascuno dei loro inviti all'azione (CTA) in tutto il sito. Tuttavia, non è così eccezionale per l'ottimizzazione dei motori di ricerca.

Il problema è che Google (il motore di ricerca) non sa cosa sia il codice di una campagna. Sta semplicemente identificando lo stesso indirizzo in tutto il tuo sito come URL diversi. Quindi, se ho un CTA sul mio sito che sostituisco tutto il tempo per testare e vedere quale attira più conversioni, potrei finire con:

  • http://site.com/page.php?utm_campaign=fall&utm_medium=cta&utm_source=1A
  • http://site.com/page.php?utm_campaign=fall&utm_medium=cta&utm_source=1B
  • http://site.com/page.php?utm_campaign=fall&utm_medium=cta&utm_source=1C

Questa è davvero una singola pagina, ma Google sta vedendo tre diversi URL. Il collegamento interno del tuo sito è importante perché indica al motore di ricerca quale contenuto è importante nel profondo del tuo sito. In genere, la tua home page e il contenuto 1 link dalla tua home page sono pesantemente ponderati. Se hai più codici campagna utilizzati in tutto, Google vede link diversi e, forse, non li soppesa come dovrebbe.

Ciò può verificarsi anche con collegamenti in entrata da altri siti. Siti come Feedburner aggiungono automaticamente i codici delle campagne di Google Analytics ai tuoi link. Alcune applicazioni Twitter aggiungono anche codici campagna (come Twitter feed se abilitato). Google offre un paio di soluzioni a questo.

Un modo è accedere al tuo Google Search Console Conto e identificare i parametri che possono essere utilizzati come codici campagna. Per Google Analytics, è impostato come segue:
parametri dei webmaster
La pagina ti dirà effettivamente quali parametri sta vedendo sul tuo sito, quindi è abbastanza facile capire se questo ha un impatto o meno su di te. Google afferma:

I parametri dinamici (ad esempio, ID di sessione, sorgente o lingua) negli URL possono dare come risultato molti URL diversi che puntano tutti essenzialmente allo stesso contenuto. Ad esempio, http://www.example.com/dresses'sid=12395923 potrebbe puntare allo stesso contenuto di http://www.example.com/dresses. Puoi specificare se desideri che Google ignori fino a 15 parametri specifici nel tuo URL. Ciò può comportare una scansione più efficiente e un minor numero di URL duplicati, contribuendo a garantire che le informazioni necessarie vengano preservate. (Nota: sebbene Google prenda in considerazione i suggerimenti, non garantiamo che li seguiremo in ogni caso.)

La soluzione aggiuntiva è garantire Collegamenti canonici sono impostati. Per la maggior parte dei sistemi di gestione dei contenuti, questa è l'impostazione predefinita ora. Se non hai l'elemento di collegamento canonico nel tuo sito, contatta il tuo provider CMS o webmaster per scoprire il motivo. Ecco un breve video sui link canonici, che ora sono accettati da tutti i principali motori di ricerca.

Assicurati di fare entrambe le cose: non puoi stare troppo attento e il passaggio in più non farà male a nulla!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.