Come ho danneggiato la mia reputazione con i social media ... e cosa dovresti imparare da essi

Come ho danneggiato la mia reputazione sui social media

Se ho mai avuto il piacere di incontrarti di persona, sono abbastanza fiducioso che mi troveresti simpatico, divertente e compassionevole. Se non ti ho mai incontrato di persona, però, temo cosa potresti pensare di me in base alla mia presenza sui social media.

Sono una persona appassionata. Sono appassionato del mio lavoro, della mia famiglia, dei miei amici, della mia fede e della mia politica. Adoro il dialogo su uno qualsiasi di questi argomenti ... quindi quando i social media sono emersi oltre un decennio fa, ho colto al volo l'opportunità di fornire e discutere i miei punti di vista praticamente su qualsiasi argomento. Sono sinceramente curioso di farlo Perché le persone credono in quello che fanno e spiegano perché credo in quello che faccio.

Crescendo, la mia vita familiare è stata incredibilmente varia. Ciò include tutte le prospettive: religione, politica, orientamento sessuale, razza, ricchezza ... ecc. Mio padre era un eccellente modello e un devoto cattolico romano. Ha accolto con favore l'opportunità di spezzare il pane con chiunque, quindi la nostra casa era sempre aperta e le conversazioni erano sempre vivaci ma incredibilmente rispettose. Sono cresciuto in una casa che accoglieva qualsiasi conversazione.

La chiave per spezzare il pane con le persone, però, era che le guardavi negli occhi e loro riconoscevano l'empatia e la comprensione che hai portato in tavola. Hai imparato dove e come sono cresciuti. Potresti capire perché hanno creduto a ciò che hanno fatto sulla base delle esperienze e del contesto che hanno portato alla conversazione.

I social media non hanno rovinato la mia reputazione

Se mi hai sopportato negli ultimi dieci anni, sono sicuro che hai assistito alla mia impazienza di impegnarmi sui social media. Se sei ancora in giro, sono grato che tu sia ancora qui - perché sono saltato ignorantemente sui social media a capofitto entusiasta dell'opportunità di costruire connessioni migliori e capire meglio gli altri. Era una pozza poco profonda, per non dire altro.

Le probabilità erano che se mi avessi visto parlare a un evento, lavorato con me, o anche solo sentito parlare di me e mi avessi aggiunto come amico su qualsiasi canale di social media ... Mi sono connesso anche con te online. I miei canali di social media erano un libro aperto: condividevo i miei affari, la mia vita personale, la mia famiglia ... e sì ... la mia politica. Tutto con la speranza di connettività.

Non è successo.

Quando ho pensato per la prima volta di scrivere questo post, volevo davvero intitolarlo Come i social media hanno rovinato la mia reputazione, ma questo mi avrebbe reso una vittima mentre ero un partecipante fin troppo volenteroso alla mia stessa morte.

Immagina di sentire delle urla da un'altra stanza in cui i colleghi discutono appassionatamente di un argomento specifico. Corri nella stanza, non capisci il contesto, non conosci il background di ogni individuo e urli la tua opinione sarcastica. Mentre alcune persone potrebbero apprezzarlo, la maggior parte degli osservatori penserebbe semplicemente che sei un idiota.

Ero quel coglione. Ancora e ancora e ancora.

Per aggravare il problema, piattaforme come Facebook erano fin troppo disposte ad aiutarmi a trovare le stanze più rumorose con le discussioni più intense. E onestamente ignoravo le ripercussioni. Avendo aperto le mie connessioni con il mondo, il mondo ora osservava la peggiore delle mie interazioni con gli altri.

Se avessi scritto un aggiornamento (taggo #goodpeople) che condividesse una storia su qualcuno che si è sacrificato e ha aiutato un altro essere umano ... avrei un paio di dozzine di visualizzazioni. Se ho gettato una sbavatura sull'aggiornamento politico di un altro profilo, ne ho ricevuti centinaia. La maggior parte del mio pubblico di Facebook ha visto solo un lato di me, ed è stato terribile.

E, naturalmente, i social media sono stati più che felici di fare eco al mio peggior comportamento. Lo chiamano Fidanzamento.

Ciò che manca ai social media

Ciò che manca ai social media è qualsiasi contesto. Non posso dirti tutte le volte che ho offerto un commento e sono stato immediatamente etichettato come l'opposto di quello in cui credevo davvero. Ogni aggiornamento sui social media che gli algoritmi promuovono push and pull nelle tribù di entrambi i pubblici che attaccano. Sfortunatamente, l'anonimato non fa che aumentare.

Il contesto è fondamentale in qualsiasi sistema di credenze. C'è un motivo per cui i bambini spesso crescono con convinzioni simili a quelle dei loro genitori. Non è indottrinamento, è letteralmente che ogni giorno vengono istruiti ed esposti a una convinzione di qualcuno che amano e rispettano. Questa convinzione è pienamente supportata nel tempo da migliaia o centinaia di migliaia di interazioni. Combina questa convinzione con esperienze di supporto e quelle convinzioni sono bloccate. È una cosa difficile, se non possibile, da cambiare.

Non sto parlando di odio qui ... sebbene anche questo possa essere tragicamente appreso. Sto parlando di cose semplici ... come la fede in un potere superiore, l'istruzione, il ruolo del governo, la ricchezza, gli affari, ecc. Il fatto è che tutti noi abbiamo convinzioni radicate in noi, esperienze che rafforzano quelle convinzioni e le nostre percezioni del mondo sono diversi a causa loro. È qualcosa che dovrebbe essere rispettato, ma spesso non è sui social media.

Un esempio che uso spesso sono gli affari perché sono stato un dipendente fino all'età di circa 40 anni. Fino a quando non ho effettivamente avviato la mia attività e assunto persone, ero veramente ignorante di tutte le sfide legate all'avvio e alla gestione di un'impresa. Non capivo i regolamenti, l'assistenza limitata, la contabilità, le sfide del flusso di cassa e altre richieste. Cose semplici ... come il fatto che le aziende sono spesso (molto) in ritardo nel pagare le fatture.

Quindi, come vedo altre persone che non hanno mai assunto nessuno che fornisca la loro opinione online, sono d'accordo nel fornire la mia! Un dipendente che ha continuato a gestire la propria attività mi ha chiamato mesi dopo e ha detto: "Non l'ho mai saputo!". Il fatto è che finché non sei nei panni di qualcun altro, solo tu think capisci la loro situazione. La realtà è che non lo farai finché non sarai lì.

Come sto riparando la mia reputazione sui social media

Se mi segui, vedrai ancora che sono una persona impegnata e supponente online, ma che la mia condivisione e le mie abitudini sono cambiate radicalmente negli ultimi due anni. Questo è stato il risultato difficile della perdita di amici, del turbamento della famiglia e ... sì ... persino della perdita di affari a causa di ciò. Ecco il mio consiglio per andare avanti:

Gli amici di Facebook dovrebbero essere veri amicids

Gli algoritmi su Facebook sono i peggiori secondo me. Ad un certo punto, avevo quasi 7,000 amici su Facebook. Mentre mi sentivo a mio agio a discutere e discutere di argomenti colorati con amici intimi su Facebook, ha esposto i miei peggiori aggiornamenti a tutte le 7,000 persone. È stato terribile perché ha superato il numero di aggiornamenti positivi che ho condiviso. Il mio Facebook amici ho visto semplicemente i miei aggiornamenti più partigiani, terribili e sarcastici.

Ho ridotto Facebook a poco più di 1,000 amici e continuerò a ridurre tale quantità andando avanti. Per la maggior parte, tratto tutto ora come se diventasse pubblico, indipendentemente dal fatto che lo contrassegni in quel modo o meno. Il mio impegno è diminuito drasticamente su Facebook. Sono anche ansioso di riconoscere che sto vedendo anche il peggio delle altre persone. Faccio spesso clic sul loro profilo per dare un'occhiata reale alla brava persona che sono.

Ho anche smesso di usare Facebook per affari. Gli algoritmi di Facebook sono costruiti per te pagare per avere gli aggiornamenti della tua pagina visibili e penso che sia davvero malvagio. Le aziende hanno passato anni a crearsi un seguito e poi Facebook ha strappato tutti i post tranne quelli pagati dai loro follower ... perdendo totalmente l'investimento che avevano fatto nella cura di una comunità. Non mi interessa se posso ottenere più affari su Facebook, non ci proverò. Inoltre, non voglio mai rischiare di fare affari con la mia vita personale lì, il che è fin troppo facile.

LinkedIn è solo per le imprese

Sono ancora aperto a connettermi con chiunque LinkedIn perché condividerò solo lì la mia attività, i miei articoli relativi all'attività e i miei podcast. Ho visto altre persone condividere aggiornamenti personali e sconsigliarlo. Non entreresti in una sala riunioni e inizieresti a urlare alle persone ... non farlo su LinkedIn. È la tua sala riunioni online e devi mantenere quel livello di professionalità lì.

Instagram è la mia prospettiva migliore

C'è poca o nessuna discussione, per fortuna, su Instagram. Invece, è una vista in la mia vita che voglio curare con attenzione e condividere con gli altri.

Anche su Instagram devo stare attento però. La mia vasta collezione di bourbon ha fatto sì che le persone si connettessero con me per la preoccupazione che potessi essere un alcolizzato. Se il mio Instagram si chiamasse "La mia collezione di bourbon", una fila di bourbon che ho raccolto andrebbe bene. Tuttavia, la mia pagina sono io ... e la mia descrizione è la vita sopra i 50. Di conseguenza, troppe foto di bourbon e la gente pensa che io sia un ubriaco. Oy.

Di conseguenza, sono intenzionale nei miei tentativi di diversificare le mie foto di Instagram con le foto del mio nuovo nipote, i miei viaggi, i miei tentativi di cucina e attenti scorci della mia vita personale.

Gente ... Instagram non è la vita reale ... Lo manterrò così.

Twitter è segmentato

Condivido apertamente sul mio Twitter personale conto ma ne ho anche uno professionale per Martech Zone e DK New Media che seguo rigorosamente. Periodicamente faccio conoscere alle persone la differenza. Glielo faccio sapere Martech ZoneL'account Twitter di è ancora io… ma senza le opinioni.

Quello che apprezzo di Twitter è che gli algoritmi sembrano presentare una visione equilibrata di me piuttosto che i miei tweet più controversi. E… i dibattiti su Twitter possono fare la lista delle tendenze, ma non sempre spingere attraverso lo stream. Ho le conversazioni più appaganti su Twitter ... anche quando sono in dibattiti appassionati. E spesso riesco a sgonfiare una conversazione che diventa emotiva con una parola gentile. Su Facebook, sembra che non accada mai.

Twitter sarà un canale difficile per me su cui esprimere le mie opinioni ... ma mi rendo conto che potrebbe ancora danneggiare la mia reputazione. Una risposta fuori contesto per l'intera conversazione del mio intero profilo potrebbe significare rovina. Trascorro più tempo a decidere cosa condividere su Twitter rispetto al passato. Molte volte, non faccio mai clic su Pubblica sul tweet e vado avanti.

La migliore reputazione è non averne una?

Nel frattempo, rimango in soggezione nei confronti dei leader del mio settore che sono ben rispettati e abbastanza disciplinati da non prendere mai posizione sui social media. Alcuni potrebbero pensare che sia un po 'codardo ... ma penso che spesso ci voglia più coraggio per tenere la bocca chiusa che per aprirti alle critiche e cancellare la cultura che vediamo accelerare online.

Il miglior consiglio, purtroppo, potrebbe essere quello di non discutere mai nulla di controverso che possa essere travisato o estrapolato dal contesto. Più invecchio, più vedo queste persone far crescere le loro attività, essere invitate al tavolo di più e diventare più popolari nel loro settore.

È un semplice fatto che avevo alienato persone che non mi avevano mai incontrato di persona, non avevo mai assistito alla mia compassione e che non erano mai state esposte alla mia generosità. Per questo, mi pento di ciò che ho condiviso negli anni sui social media. Ho anche contattato diverse persone e mi sono scusato personalmente, invitandole a prendere un caffè per conoscermi meglio. Voglio che mi vedano per quello che sono e non per la caricatura malvagia a cui li ha esposti il ​​mio profilo sui social media. Se sei una di quelle persone ... Chiamami, Mi piacerebbe recuperare.

Non è triste che la chiave per i social media possa essere quella di evitare di usarli del tutto?

NOTA: ho aggiornato la preferenza sessuale all'orientamento sessuale. Un commento ha giustamente sottolineato la mancanza di inclusività lì.

Commenti

  1. 1

    "Questo include tutte le prospettive: religione, politica, preferenze sessuali, razza, ricchezza ... ecc."

    Sarai visto come più attuale e inclusivo se usi l'orientamento sessuale invece della preferenza. Non stiamo scegliendo di essere etero, gay o qualsiasi altra cosa. È la nostra identità.

  2. 3

    Mi piace VERAMENTE che tu abbia scritto questo. Dimostra che in realtà non hai imparato nulla. Il problema erano le tue teorie cospirative, l'odio e la stupidità generale. I social media non sono il nemico (come hai sottolineato) è in realtà che sei solo una persona odiosa ... Ricordi quel tweet in cui hai detto con disinvoltura di "procurargli un po 'di colla da gorilla" su una fuga radioattiva in Giappone? Ricordo ... sono passati 10 giorni. Spero che la tua reputazione continui su questa traiettoria.

    • 4

      Zack, grazie per il tuo commento. Penso che supporti il ​​mio articolo e la visione dei social media così come ovviamente hai una visione terribile di me mentre i miei colleghi, clienti e amici no. I migliori auguri.

  3. 5

    Wow! Doug, che bell'articolo ricco di approfondimenti su cose di cui dovremmo essere tutti più consapevoli individualmente. Ma come hai già detto, l'importanza di farlo quando si cerca di bilanciare l'essere una persona e anche gestire un'attività online è ancora più impegnativa e tortuosa!

    Sembra che tu ed io abbiamo iniziato questa connessione online e offline così tanti anni fa, sembra che sia sempre stato. Così tante tazze di caffè in vari bar e attività commerciali lungo la strada. Nessuna offesa per nessuna delle mie altre amicizie dai giorni di Circle City, la tua in quella che probabilmente mi dispiace di più di essere così lontana geograficamente da non poter condividere più caffè, discussioni, dibattiti, risate e sì, forse anche un po 'di bourbon con su base più regolare.

    A te, alle nostre attività e ai social media. Possiamo continuare a navigare noi stessi in queste acque con attenzione e aiutare a guidare i nostri clienti in sicurezza anche tra le rive!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.