Grandi dati, grande responsabilità: come le PMI possono migliorare le pratiche di marketing trasparente

Piano tecnologico di marketing e dati trasparenti per le PMI

I dati dei clienti sono essenziali per le piccole e medie imprese (Piccole e medie imprese) per comprendere meglio le esigenze dei clienti e il modo in cui interagiscono con il marchio. In un mondo altamente competitivo, le aziende possono distinguersi sfruttando i dati per creare esperienze personalizzate e di maggior impatto per i propri clienti.

La base di un'efficace strategia per i dati dei clienti è la fiducia dei clienti. E con la crescente aspettativa per un marketing più trasparente da parte di consumatori e autorità di regolamentazione, non c'è momento migliore per dare un'occhiata a come stai utilizzando i dati dei clienti e come migliorare le pratiche di marketing che coltivano credibilità e fiducia dei clienti.

I regolamenti stanno guidando norme più aggressive sulla protezione dei dati

Stati come la California, il Colorado e la Virginia hanno implementato le proprie politiche sulla privacy su come le aziende possono raccogliere e utilizzare i dati dei clienti. Al di fuori degli Stati Uniti, la legge cinese sulla protezione delle informazioni personali e il regolamento generale sulla protezione dei dati dell'UE impongono restrizioni alle modalità di trattamento dei dati personali dei cittadini.

Inoltre, i principali attori tecnologici hanno annunciato modifiche alle proprie pratiche di tracciamento dei dati. Nei prossimi due anni i cookie di terze parti diventeranno obsoleti Google Chrome, una mossa che segue altri browser come Safari e Firefox che hanno già iniziato a bloccare i cookie di tracciamento di terze parti. Apple ha anche iniziato a porre restrizioni sui dati personali raccolti nelle app.

Anche le aspettative dei consumatori stanno cambiando.

Il 76% dei consumatori è alquanto o estremamente preoccupato per il modo in cui le aziende raccolgono e utilizzano i propri dati personali. Inoltre, il 59% dei consumatori afferma che preferirebbe rinunciare a esperienze personalizzate (ad es. pubblicità, consigli, ecc.) piuttosto che monitorare la propria attività digitale dai marchi.

Gartner, Best practice sulla privacy dei dati: come chiedere informazioni ai clienti durante la pandemia

Esperienze personalizzate e tracciamento dei dati

In futuro, possiamo aspettarci più restrizioni per proteggere i dati personali. Questi fattori indicano la necessità di rivalutare le pratiche di marketing per garantire che siano conformi alle politiche del governo, ma riflettano anche un settore in evoluzione e le aspettative dei consumatori.

La buona notizia è che la protezione dei dati dei clienti è già una priorità aziendale per molte PMI.

Il 55% delle PMI intervistate negli Stati Uniti considera la tecnologia per la sicurezza dei dati e delle informazioni critiche per le proprie operazioni aziendali, indicando la preoccupazione di proteggere i dati dei clienti. (Vedere la parte inferiore della pagina per la metodologia di indagine.)

GetAppSondaggio sulle tendenze tecnologiche più importanti del 2021

In che modo la tua azienda comunica le pratiche relative ai dati ai clienti? Nella prossima sezione, tratteremo le best practice per il marketing trasparente che aiutano a rafforzare le relazioni con i clienti attraverso la fiducia.

Strumenti e suggerimenti per migliorare le pratiche di marketing trasparente

Ecco alcuni passaggi che i professionisti del marketing possono intraprendere e gli strumenti da implementare che possono aiutare a migliorare le pratiche di marketing trasparenti.

  1. Dai ai clienti un maggiore controllo – Innanzitutto, è importante offrire ai clienti flessibilità su come vengono raccolti e utilizzati i loro dati. Ciò include l'offerta di opzioni di opt-in e out-out per i clienti che condividono i dati personali. Il software di lead generation può essere uno strumento utile poiché consente di creare moduli per siti Web che raccolgono in modo trasparente i dati dei clienti.
  2. Comunicare chiaramente come sono protetti i dati dei clienti – Sii esplicito su come stai raccogliendo e utilizzando i dati dei clienti. Spiega ai clienti le azioni che stai intraprendendo per proteggere i loro dati o se vengono apportate modifiche al modo in cui vengono salvaguardati. Puoi farlo utilizzando uno strumento di marketing all-in-one per coordinare i messaggi sulla protezione e l'utilizzo dei dati dei clienti su più canali di sensibilizzazione.
  3. Offri un valore reale in cambio di dati – I consumatori affermano di essere allettati da ricompense monetarie in cambio dei loro dati personali. Considera di offrire un vantaggio tangibile ai clienti in cambio dei loro dati. Il software per sondaggi è un ottimo modo per richiedere e raccogliere dati in modo esplicito in cambio di una ricompensa monetaria.

Il 53% dei consumatori è disposto a condividere i propri dati personali in cambio di premi in denaro e il 42% di prodotti o servizi gratuiti, rispettivamente. Un altro 34% afferma che condividerebbe i dati personali in cambio di sconti o coupon.

Gartner, Best practice sulla privacy dei dati: come chiedere informazioni ai clienti durante la pandemia

  1. Sii reattivo – Riconoscere le richieste o le preoccupazioni dei clienti in modo rapido e trasparente contribuirà a creare fiducia, un passaggio fondamentale per un'esperienza cliente positiva. Gli strumenti che offrono funzioni di automazione del marketing, personalizzazione, social media, e-mail e chat possono aiutare la tua azienda a rispondere in modo efficiente e coerente ai clienti.
  2. Chiedi un feedback – Il feedback è un regalo! Misura le prestazioni delle tue tattiche di marketing andando direttamente alla fonte: i tuoi clienti. La raccolta di feedback regolari consente ai team di marketing di adattare le strategie secondo necessità. Uno strumento di ricerca di mercato può aiutarti a raccogliere e analizzare i dati durante le indagini sui tuoi clienti.

Assicurati di avere un piano per la tua tecnologia

Come ho condiviso sopra, ci sono molti modi per sfruttare gli strumenti per supportare pratiche di marketing trasparenti, ma avere semplicemente la tecnologia non è sufficiente. In GetAppSondaggio sulle tendenze di marketing del 2021:

Il 41% delle startup afferma di non aver sviluppato un piano per la propria tecnologia di marketing. Inoltre, le startup che non hanno un piano per la tecnologia di marketing hanno una probabilità quattro volte maggiore di affermare che la loro tecnologia di marketing non soddisfa i loro obiettivi di business.

GetAppSondaggio sulle tendenze di marketing del 2021

La tua azienda potrebbe essere interessata o utilizzare attualmente diversi tipi di software per raccogliere dati e comunicare le pratiche relative ai dati con i clienti. Per sfruttare al meglio la tecnologia e garantirne l'efficacia, è importante creare a piano tecnologico di marketing e seguilo.

5 passaggi per il piano tecnico di marketing

Quando si tratta di marketing onesto e trasparente, c'è molto in gioco: credibilità, fiducia dei clienti e lealtà. Questi suggerimenti sono un punto di partenza per prepararsi al panorama in evoluzione della protezione dei dati rafforzando al contempo le relazioni con i clienti.

Visita GetApp per revisioni software e approfondimenti di esperti per aiutarti a prendere decisioni strategiche informate.

Visita GetApp

Metodologie di indagine

GetAppIl sondaggio Top Technology Trends Survey 2021 di 2021 è stato condotto da agosto a settembre 548, tra 2 intervistati negli Stati Uniti, per identificare le esigenze, le sfide e le tendenze tecnologiche per le piccole imprese. Gli intervistati dovevano essere coinvolti nelle decisioni di acquisto di tecnologia in aziende con un numero di dipendenti da 500 a XNUMX e ricoprire una posizione a livello di manager o superiore all'interno dell'azienda.

GetAppIl sondaggio sulle tendenze di marketing è stato condotto nell'aprile 2021 tra 455 intervistati con sede negli Stati Uniti per saperne di più sulle tendenze di marketing e tecnologia. Gli intervistati sono stati selezionati per ruoli decisionali nelle vendite, nel marketing o nell'assistenza clienti in aziende con un numero compreso tra 2 e 250 dipendenti.