Come monitorare le prestazioni della tua ricerca organica (SEO)

Come monitorare le prestazioni SEO

Avendo lavorato per migliorare le prestazioni organiche di ogni tipo di sito, dai mega siti con milioni di pagine, ai siti di e-commerce, alle piccole imprese locali, ho adottato un processo che mi aiuta a monitorare e segnalare le prestazioni dei miei clienti. Tra le società di marketing digitale, non credo che il mio approccio sia unico... ma è molto più approfondito della tipica ricerca organica (SEO) agenzia. Il mio approccio non è difficile, ma utilizza una serie di strumenti e analisi mirate per ogni cliente.

Strumenti SEO per il monitoraggio delle prestazioni di ricerca organica

  • Google Search Console – pensa a Google Search Console (precedentemente noto come strumenti per i webmaster) come una piattaforma di analisi per aiutarti a monitorare la tua visibilità nei risultati di ricerca organici. Google Search Console identificherà i problemi con il tuo sito e ti aiuterà a monitorare le tue classifiche in una certa misura. Ho detto "in parte" perché Google non fornisce dati completi per gli utenti di Google che hanno effettuato l'accesso. Inoltre, ho trovato alcuni falsi errori nella console che compaiono e poi scompaiono. Inoltre, alcuni altri errori non influiscono in modo significativo sulle prestazioni. Fare il pignolo sui problemi di Google Search Console può far perdere un sacco di tempo... quindi fai attenzione.
  • Google Analytics – Analytics ti fornirà dati sui visitatori effettivi e potrai segmentare direttamente i tuoi visitatori in base alla fonte di acquisizione per monitorare il tuo traffico organico. Puoi ulteriormente suddividerlo in visitatori nuovi e di ritorno. Come con la console di ricerca, l'analisi non divulga i dati degli utenti che hanno effettuato l'accesso a Google, quindi quando suddividi i dati in parole chiave, fonti di riferimento, ecc., ottieni solo un sottoinsieme delle informazioni di cui hai bisogno. Con così tante persone che hanno effettuato l'accesso a Google, questo può davvero portarti fuori strada.
  • Google Business – Pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) sono suddivisi in tre aree separate per le attività commerciali locali: annunci, map pack e risultati organici. Il pacchetto di mappe è controllato da Google Business e dipende fortemente dalla tua reputazione (recensioni), dall'accuratezza dei tuoi dati aziendali e dalla frequenza dei tuoi post e recensioni. Un'attività locale, che si tratti di un negozio al dettaglio o di un fornitore di servizi, deve gestire il proprio profilo Google Business in modo efficace per rimanere altamente visibile.
  • Analisi del canale YouTube – YouTube è il secondo motore di ricerca più grande e non ci sono scuse per non essere presenti. Ci sono un sacco di diversi tipi di video su cui la tua azienda dovrebbe lavorare per indirizzare il traffico organico ai video e il traffico di riferimento da YouTute al tuo sito. Per non parlare del fatto che i video miglioreranno l'esperienza dei tuoi visitatori sul tuo sito web. Cerchiamo di avere un video pertinente su ogni pagina di un sito aziendale per capitalizzare sui visitatori che lo apprezzano rispetto alla lettura di una tonnellata di informazioni in una pagina o in un articolo.
  • SEMRush – Ce ne sono alcuni fantastici Strumenti SEO là fuori per la ricerca organica. Uso SEMrush da anni, quindi non sto cercando di influenzarti su uno degli altri là fuori... Voglio solo assicurarmi che tu capisca che tu deve avere accedere a questi strumenti per monitorare veramente le prestazioni di ricerca organica. Se apri un browser e inizi a guardare le pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) stai ottenendo risultati personalizzati. Anche se non hai effettuato l'accesso e non sei in una finestra privata, la tua posizione fisica può influire direttamente sui risultati che stai ottenendo in Google. Questo è un errore comune che vedo fare ai clienti quando controllano le proprie prestazioni... hanno effettuato l'accesso e hanno una cronologia di ricerca che fornirà risultati personalizzati che potrebbero differire notevolmente dal visitatore medio. Strumenti come questo possono anche aiutarti a identificare opportunità per l'integrazione di altri mezzi come video, o in via di sviluppo Rich Snippets nel tuo sito per migliorare la tua visibilità.

Variabili esterne che influiscono sul traffico organico

Mantenere un'elevata visibilità nei risultati di ricerca sui termini di ricerca pertinenti è fondamentale per il successo del marketing digitale della tua azienda. È importante tenere a mente che la SEO non è qualcosa che è sempre fatto… non è un progetto. Come mai? A causa di variabili esterne che sono al di fuori del tuo controllo:

  • Ci sono siti che competono contro di te per il posizionamento come notizie, directory e altri siti di informazioni. Se riescono a ottenere ricerche pertinenti, significa che possono farti pagare per l'accesso al loro pubblico, che si tratti di annunci, sponsorizzazioni o posizionamento di spicco. Un ottimo esempio sono le Pagine Gialle. Le Pagine Gialle vogliono ottenere risultati di ricerca per cui il tuo sito può essere trovato in modo che tu sia costretto a pagarli per aumentare la tua visibilità.
  • Ci sono aziende che competono con la tua. Potrebbero investire pesantemente in contenuti e SEO per sfruttare le ricerche pertinenti su cui sei in competizione.
  • Ci sono esperienza utente, modifiche al ranking algoritmico e test continui che si verificano sui motori di ricerca. Google cerca costantemente di migliorare l'esperienza dei propri utenti e garantire risultati di ricerca di qualità. Ciò significa che potresti possedere un risultato di ricerca un giorno e poi iniziare a perderlo il giorno successivo.
  • Ci sono tendenze di ricerca. Le combinazioni di parole chiave possono aumentare o diminuire in popolarità nel tempo e i termini possono persino cambiare del tutto. Se sei un'azienda di riparazioni HVAC, ad esempio, avrai un picco di AC quando fa caldo e problemi con il forno quando fa freddo. Di conseguenza, mentre analizzi il tuo traffico mese su mese, il numero di visitatori potrebbe cambiare in modo significativo con la tendenza.

La tua agenzia o consulente SEO dovrebbe scavare in questi dati e analizzare veramente se stai migliorando o meno con queste variabili esterne in primo piano.

Monitoraggio delle parole chiave che contano

Hai mai avuto il passo SEO in cui la gente dice che ti porteranno a Pagina 1? Ugh… cancella quei toni e non dare loro l'ora del giorno. Chiunque può posizionarsi a pagina 1 per un termine unico... non ci vuole quasi nessuno sforzo. Ciò che aiuta davvero le aziende a ottenere risultati organici è sfruttare termini pertinenti e non di marca che conducano un potenziale cliente al tuo sito.

  • Parole chiave con marchio – Se hai un nome di azienda univoco, un nome di prodotto o anche i nomi dei tuoi dipendenti... è probabile che ti classificherai per quei termini di ricerca indipendentemente da quanto poco impegno metti nel tuo sito. È meglio che mi posizioni in classifica Martech Zone… è un nome piuttosto unico per il mio sito che esiste da oltre un decennio. Mentre analizzi le tue classifiche, le parole chiave di marca e le parole chiave non di marca dovrebbero essere analizzate separatamente.
  • Conversione di parole chiave – Non contano nemmeno tutte le parole chiave non di marca. Sebbene il tuo sito possa essere classificato in base a centinaia di termini, se non generano traffico pertinente che interagisce con il tuo marchio, perché preoccuparsi? Abbiamo assunto responsabilità SEO per diversi clienti dove abbiamo drasticamente ridotto il loro traffico organico aumentando le loro conversioni perché ci concentriamo sui prodotti e sui servizi che l'azienda ha da offrire!
  • Parole chiave pertinenti – Una strategia chiave nello sviluppo di a libreria di contenuti sta fornendo valore ai tuoi visitatori. Sebbene non tutti i visitatori possano trasformarsi in clienti, essere la pagina più completa e utile su un argomento può costruire la reputazione e la consapevolezza del tuo marchio online.

Abbiamo un nuovo cliente che ha investito decine di migliaia in un sito e contenuti nell'ultimo anno in cui si posizionano su centinaia di termini di ricercae NON hanno avuto conversioni dal sito. Gran parte del contenuto non era nemmeno mirato ai loro servizi specifici... si classificavano letteralmente in base a termini di servizi che non fornivano. Che fatica sprecata! Abbiamo rimosso quei contenuti poiché non sono di alcuna utilità per il pubblico che stanno cercando di raggiungere.

I risultati? Meno parole chiave classificate... con un sostanziale aumentare nel traffico di ricerca organico pertinente:

Meno posizionamento delle parole chiave con aumento del traffico organico

Il monitoraggio delle tendenze è fondamentale per il rendimento della ricerca organica

Mentre il tuo sito si muove attraverso l'oceano del web, ci saranno alti e bassi ogni singolo mese. Non mi concentro mai su classifiche e traffico istantanei per i miei clienti, li spingo a guardare i dati nel tempo.

  • Conteggio delle parole chiave per posizione nel tempo – L'aumento del page rank richiede tempo e slancio. Man mano che ottimizzi e migliori il contenuto della tua pagina, promuovi quella pagina e le persone condividono la tua pagina, il tuo ranking aumenterà. Sebbene le prime 3 posizioni a pagina 1 siano davvero importanti, quelle pagine potrebbero essere iniziate a pagina 10. Voglio assicurarmi che tutte le pagine del sito siano indicizzate correttamente e che la mia classifica generale continui a crescere. Ciò significa che il lavoro che stiamo facendo oggi potrebbe non ripagare nemmeno in lead e conversioni per mesi... ma possiamo mostrare visivamente ai nostri clienti che li stiamo muovendo nella giusta direzione. Assicurati di segmentare questi risultati in termini pertinenti con marchio e non con marchio come discusso sopra.

Classificazione delle parole chiave per posizione

  • Numero di visitatori organici mese su mese – Prendendo in considerazione le tendenze stagionali per i termini di ricerca associati alla tua attività, vuoi esaminare il numero di visitatori che il tuo sito acquisisce dai motori di ricerca (nuovi e di ritorno). Se le tendenze di ricerca sono coerenti mese per mese, ti consigliamo di vedere un aumento del numero di visitatori. Se le tendenze di ricerca sono cambiate, ti consigliamo di analizzare se stai crescendo nonostante le tendenze di ricerca. Se il tuo numero di visitatori è piatto, ad esempio, ma le tendenze di ricerca sono in calo per le parole chiave pertinenti... stai effettivamente ottenendo risultati migliori!
  • Numero di visitatori organici mensili anno su anno – Prendendo in considerazione le tendenze stagionali per i termini di ricerca associati alla tua attività, ti consigliamo anche di esaminare il numero di visitatori che il tuo sito acquisisce dai motori di ricerca (nuovi e di ritorno) rispetto all'anno precedente. La stagionalità ha un impatto sulla maggior parte delle aziende, quindi analizzare il numero di visitatori ogni mese rispetto al periodo precedente è un ottimo modo per vedere se stai migliorando o se hai bisogno di scavare per vedere cosa ha bisogno di essere ottimizzato.
  • Numero di conversioni da traffico organico – Se la tua agenzia di consulenza non sta collegando il traffico e le tendenze ai risultati aziendali effettivi, ti sta deludendo. Ciò non significa che sia facile da fare... non lo è. Il percorso del cliente per consumatori e aziende non è pulito canali di vendita come vorremmo immaginare. Se non riusciamo a collegare un numero di telefono o una richiesta Web specifici a una fonte per il lead, spingiamo i nostri clienti a creare procedure operative standard che documentino tale fonte. Abbiamo una catena di dentisti, ad esempio, che chiede a ogni nuovo cliente come ne ha sentito parlare... la maggior parte ora dice Google. Anche se ciò non fa differenza tra il map pack o la SERP, sappiamo che gli sforzi che stiamo applicando a entrambi stanno dando i loro frutti.

Concentrarsi sulle conversioni ti aiuta anche a ottimizza per le conversioni! Stiamo spingendo sempre di più i nostri clienti a integrare live chat, click-to-call, moduli semplici e offerte per aumentare i tassi di conversione. A che serve posizionarsi in alto e far crescere il tuo traffico organico se non genera più lead e conversioni?!

E se non puoi trasformare un visitatore organico in un cliente ora, devi anche implementare strategie di nutrimento che possano aiutarli a navigare nel percorso del cliente per diventarlo. Adoriamo le newsletter, le campagne a goccia e offriamo iscrizioni per invogliare i nuovi visitatori a tornare.

I rapporti SEO standard non racconteranno l'intera storia

Sarò onesto che non utilizzo nessuna delle piattaforme di cui sopra per produrre report standard. Non esistono due aziende esattamente uguali e in realtà voglio prestare maggiore attenzione a dove possiamo capitalizzare e differenziare la nostra strategia piuttosto che imitare i siti concorrenti. Se sei un'azienda iperlocale, ad esempio, monitorare la crescita del traffico di ricerca internazionale non ti aiuterà, vero? Se sei una nuova azienda senza autorità, non puoi paragonarti ai siti che stanno vincendo i primi risultati di ricerca. O anche se sei una piccola impresa con un budget limitato, eseguire un rapporto che un'azienda con un budget di marketing di un milione di dollari non è plausibile.

I dati di ogni cliente devono essere filtrati, segmentati e focalizzati su chi è il loro pubblico di destinazione e il cliente in modo da poter ottimizzare il loro sito nel tempo. La tua agenzia o consulente deve capire la tua attività, a chi vendi, quali sono i tuoi elementi di differenziazione, e quindi tradurlo in dashboard e metriche che contano!

Divulgazione: sono un affiliato di SEMRush e sto usando il nostro link di affiliazione in questo articolo.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.