Come trasmettere e archiviare un ID contatto Salesforce con Gravity Forms e WordPress

Salesforce Gravity Form WordPress

My Agenzia partner di Salesforce sta lavorando con un'organizzazione aziendale in questo momento per implementare Salesforce, Marketing Cloud, Mobile Cloud e Ad Studio. I loro siti web sono tutti costruiti WordPress a Gravity Forms, un fantastico strumento per la gestione di moduli e dati con tantissime funzionalità. Mentre distribuiscono campagne tramite Marketing Cloud in e-mail e Mobile Cloud in SMS, stiamo configurando il loro account e i loro processi per trasmettere sempre l'ID contatto Salesforce a qualsiasi pagina di destinazione con un modulo.

Passando i dati di contatto, possiamo popolare ciascuno Gravity Forms invio con un campo nascosto per acquisire l'ID contatto di Salesforce in modo che il cliente possa esportare i dati e importare le informazioni aggiornate nel proprio CRM. Le iterazioni successive includeranno un popolamento automatico dei dati, ma per ora vogliamo solo assicurarci che i dati vengano salvati in modo appropriato.

Ci sono alcuni scenari che vogliamo incorporare in questa strategia:

  • Un utente fa clic su un collegamento in un'e-mail inviata tramite una campagna e-mail, una campagna SMS o un percorso del cliente. A tale URL viene aggiunto automaticamente l'ID contatto Salesforce utilizzando una variabile stringa di query denominata chiave di contatto. Un esempio potrebbe essere:

https://yoursite.com?contactkey=1234567890

  • La pagina di destinazione potrebbe non contenere un modulo, quindi desideriamo memorizzare l'ID contatto Salesforce in un cookie in modo che possa essere estratto successivamente all'interno di un modulo Gravity.
  • La pagina di destinazione può contenere un modulo Gravity Forms, in cui si desidera compilare dinamicamente un campo nascosto con l'ID contatto Salesforce.

Memorizzazione di un ID contatto Salesforce in un cookie in WordPress

Per acquisire e memorizzare l'ID contatto Salesforce in un cookie in WordPress, dovremo aggiungere codice alla nostra pagina functions.php nel nostro tema attivo. Sovrascriveremo anche qualsiasi ID contatto Salesforce che potrebbe essere già presente in un cookie esistente, poiché molte aziende puliscono i record, rimuovono i duplicati, ecc:

function set_SalesforceID_cookie() {
 if (isset($_GET['contactkey'])){
  $parameterSalesforceID = $_GET['contactkey'];
  setcookie('contactkey', $parameterSalesforceID, time()+1209600, COOKIEPATH, COOKIE_DOMAIN, false);
 }
}
add_action('init','set_SalesforceID_cookie');

L'utilizzo di questo hook imposterà un cookie indipendentemente dal fatto che un form esista o meno sulla pagina. Dobbiamo anche popolare qualsiasi campo nascosto di Gravity Forms usando il file gform_field_value_ {name} metodo e il cookie se non è presente alcun ID contatto Salesforce viene passato nell'URL:

add_filter( 'gform_field_value_contactkey', 'populate_contactkey' );
function populate_utm_campaign( $value ) {
 if (!isset($_GET['contactkey'])){
   return $_COOKIE['contactkey'];
 }
}

Questo è cookie di prima parte, anche, il che è vantaggioso per noi.

Aggiunta di un campo nascosto ID contatto Salesforce in Gravity Forms

All'interno di una Gravity Forms form, ti consigliamo di aggiungere un file campo nascosto:

le forme di gravità aggiungono un campo nascosto

Quindi, sul tuo campo nascosto, ti consigliamo di impostare l'opzione Avanzate per impostare il campo in modo che venga popolato dinamicamente con la variabile stringa di query chiave di contatto. Se questo suona ridondante ... lo è. Nel caso in cui un visitatore blocchi il tracciamento tramite i cookie, possiamo comunque popolare il campo nascosto con la variabile querystring:

la gravità forma il campo nascosto popola la stringa di query

Gravity Forms ne ha tantissime altre opzioni di prepopolamento che puoi anche incorporare in modo programmatico nel loro sito.

Aggiornamenti dell'implementazione

  • Rimuovi la memorizzazione nella cache nelle pagine dei moduli Gravity - se Gravity Forms si trova su una pagina cache, non popolerai dinamicamente il tuo campo. Questo è un problema noto e, per fortuna, qualcuno ha creato un plug-in che garantisce che qualsiasi pagina con un modulo Gravity Forms non venga memorizzata nella cache, Forme fresche per la gravità. Naturalmente, una preoccupazione con questo è se stai caricando un modulo su ogni pagina del tuo sito ... fondamentalmente disabiliterà la memorizzazione nella cache in tutto il sito.
  • Plugin per cookie di Gravity Forms - C'è un vecchio plugin che non è pubblicato nel repository di WordPress ma il è disponibile del codice che puoi aggiungere al tuo sito e memorizza qualsiasi variabile di stringa di query in un cookie. Non l'ho testato, ma sembra in elaborazione.
  • Add-On per Salesforce di Gravity Forms - Sono un po 'deluso dal fatto che Gravity Forms non abbia un'integrazione Salesforce ufficiale a questo punto e sarebbe fantastico incorporare i cookie in tale implementazione. Vorrei avere il tempo di svilupparlo! Offrono a Componente aggiuntivo Zapier che può essere integrato con Salesforce, ma non l'ho testato.

Con questa configurazione, ora memorizziamo l'ID contatto Salesforce come cookie e popoliamo tutti i dati di Gravity Forms con esso. Anche se l'utente abbandona il sito e ritorna in un'altra sessione, il cookie viene impostato e prepopolerà il campo Gravity Forms.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.