Come registrare più ospiti locali sul tuo Zoom H6 con un ospite remoto in Garageband

Podcasting con Zoom e Skype

Se vuoi fare sul serio con il podcasting, ti incoraggio davvero a risparmiare per un Registratore Zoom H6. È solo un semplice dispositivo che non richiede quasi nessuna formazione con cui registrare. Aggiungi un po Microfoni Shure SM58, portatile supporti per microfonoe hai uno studio che puoi portare ovunque e con cui ottenere un suono eccezionale.

Tuttavia, sebbene questo sia ottimo per un podcast in cui tutti i tuoi ospiti sono con te, avere un ospite remoto tramite il web rende davvero le cose difficili. Il problema è la latenza audio tramite il web. Se hai appena collegato il tuo laptop per un ospite esterno, l'ospite otterrebbe una sgradevole eco della propria voce. In genere, il modo per aggirare questo è acquistare un mixer e quindi personalizzare più bus ... uno con tutti i tuoi ospiti locali, poi uno con tutto. Puoi convogliare il tuo bus locale attraverso il tuo laptop, quindi usare l'altro bus per registrare tutto.

Ma cosa succede se non hai un mixer o non vuoi portarne uno in giro? Ho fatto così tanto podcast remoto che ho deciso di chiudere il mio Studio di podcast di Indianapolis. Tuttavia, continuo a registrare molti ospiti remoti, quindi avevo bisogno di capirlo.

Ho acquistato tutto quello che mi serve per prendere il mio studio on the road in modo da poter registrare in qualsiasi evento o sede aziendale. Al di fuori del mio laptop, in realtà non ho nemmeno speso un sacco di soldi. Credo che tutti i cavi, gli splitter, le cuffie, lo Zoom H6 e la mia borsa costino circa $ 1,000. È una frazione della piccola fortuna che avevo speso per il mio studio ... e ho difficoltà a sentire qualsiasi differenza di qualità!

Registrazione in Garageband E Zoom H6

Il trucco di questa configurazione è che registreremo ciascuno dei nostri ospiti locali individuali sullo Zoom H6, ma registreremo l'ospite remoto sulla propria traccia in Garageband. Questo perché abbiamo bisogno dell'audio aggregato di tutti i nostri ospiti per collegarsi a Skype (o altro programma) senza fornire loro la propria voce con un'eco. Anche se questo sembra davvero complesso, ecco una panoramica dei passaggi:

  1. Collega correttamente le cuffie, i microfoni, lo zoom e il laptop.
  2. Configura Soundflower per creare un dispositivo audio virtuale per registrare il chiamante in Garageband.
  3. Imposta un progetto Garageband con Skype e il tuo Zoom come tracce individuali.
  4. Configura le impostazioni audio di Skype per utilizzare Soundflower come altoparlante.
  5. Avvia la registrazione in Garageband, avvia la registrazione sul tuo Zoom ed effettua la chiamata.
  6. Dopo aver finito, porta le tracce Zoom nel tuo progetto Garageband e modifica il tuo podcast.

Passaggio 1: collegamento dello zoom e del laptop

Ricorda, stiamo usando l'output dello zoom come bus di input per la nostra chiamata Skype, quindi utilizzerai lo zoom in una modalità normale ... non passando tramite USB a Garageband.

  1. Connetti a splitter per cuffie / microfono al tuo Mac.
  2. Connetti a Splitter per cuffie a 5 vie su un lato dello splitter. Pensavo di aver bisogno di un piccolo amplificatore per cuffie, ma ha funzionato benissimo!
  3. Collega l'altro lato dello splitter al tuo jack per cuffie sullo Zoom H6 utilizzando il cavo maschio / maschio fornito con lo splitter per cuffie.
  4. Collega ciascuno dei cavi XLR del microfono agli ingressi Zoom.
  5. Collega ciascuno dei tuoi file cuffia al tuo splitter a 5 vie. Uso cuffie economiche per gli ospiti e poi collego le mie cuffie professionali per assicurarmi che l'audio sia buono.

Passaggio 2: installa Soundflower e configura un dispositivo virtuale

  1. Scaricare e installare Soundflower, che ti consente di creare un dispositivo audio virtuale sul tuo Mac.
  2. Usa Audio Midi Setup per creare un dispositivo aggregato che può avere le proprie tracce in Garageband. Ho chiamato il mio podcasting e ho utilizzato il microfono integrato (che è dove entrano le cuffie Zoom) e Soundflower (2 canali).

Configurazione MIDI dell'audio del dispositivo aggregato

Passaggio 3: imposta un progetto Garageband

  1. Apri Garageband e avvia un nuovo progetto.
  2. Vai alle preferenze di Garageband e seleziona podcasting come il tuo Dispositivo di input e lasciare l'output integrato come dispositivo di output.

Preferenze di Garageband

  1. Ora aggiungi una traccia con un input 1 e 2 (Podcasting) e del ingresso 3 e 4 (Podcasting). Una traccia sarà la voce in arrivo di Skype e l'altra sarà la tua uscita Zoom (che non devi usare poiché stiamo registrando singole tracce sul tuo Zoom H6). Dovrebbe sembrare come questo:

Tracce di Garageband

Passaggio 4: configura Skype

  1. In Skype, dovrai impostare l'altoparlante sul tuo dispositivo virtuale, Soundflower (2ch) e il tuo microfono al tuo Microfono interno (che è l'uscita Zoom H6 per i tuoi microfoni).

Altoparlanti Skype Soundflower 2 canali

  1. Mettiti le cuffie, fai un Chiamata di prova Skypee assicurati che i tuoi livelli audio siano buoni!

Passaggio 5: registra su Garageband e Zoom

  1. Prova i livelli del tuo microfono su Zoom e premere record per iniziare a registrare i tuoi ospiti locali.
  2. Testa i tuoi livelli audio in Garageband e premere record per iniziare a registrare la tua chiamata Skype.
  3. Fai la tua chiamata Skype!

Passaggio 6: modifica il tuo podcast

  1. Ora che hai finito, importa le tue tracce audio dal tuo Zoom, silenzia la traccia aggregata e modifica il tuo podcast.
  2. Hai finito!

Ultima nota, ho trovato un file incredibile borsa a tracolla che si adatta a tutti i miei cavi, il mio Zoom, i miei microfoni, supporti e persino un treppiede e un tablet se voglio fare un po 'di live streaming. Lo chiamo mio Podcast Go Bag... fondamentalmente un intero studio di podcast in un'unica borsa imbottita e impermeabile che posso portare ovunque.

Borsa a tracolla per podcasting

Divulgazione: utilizzo i miei link di affiliazione in questo articolo.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.