Lavorare con il file .htaccess in WordPress

file htaccess WordPress

WordPress è un'ottima piattaforma che è resa ancora migliore da quanto sia dettagliata e potente la dashboard standard di WordPress. Puoi ottenere molto, in termini di personalizzazione del modo in cui il tuo sito si sente e funziona, semplicemente utilizzando gli strumenti che WordPress ti ha messo a disposizione come standard.

Tuttavia, arriva un momento nella vita di qualsiasi proprietario di un sito Web in cui sarà necessario andare oltre questa funzionalità. Lavorare con WordPress File. Htaccess può essere un modo per farlo. Questo file è un file core su cui si basa il tuo sito e riguarda principalmente il funzionamento dei permalink del tuo sito web.

Il file .htaccess può essere utilizzato per ottenere una serie di cose utili, però. In precedenza ne abbiamo trattati alcuni, incluso un processo per la creazione regex reindirizza in WordPresse una panoramica più generale su reindirizzamenti di intestazione per WordPress. In entrambe queste guide, abbiamo acceduto e modificato il file .htaccess, ma senza spiegare molto sul motivo per cui il file è lì in primo luogo e su come puoi usarlo.

Questo è lo scopo di questo articolo. Per prima cosa, esamineremo cosa fa il file .htaccess nella configurazione standard di WordPress. Quindi, spiegheremo come puoi accedervi e come modificarlo. Infine, ti mostreremo perché potresti volerlo fare.

Cos'è il file .htaccess?

Prima di tutto togliamo le basi. Il file .htaccess non è tecnicamente un file File di WordPress. Oppure, per dirla in modo più accurato, il file .htaccess è in realtà un file utilizzato dai server Web Apache. Questo è il sistema attualmente in uso dalla stragrande maggioranza dei siti e degli host WordPress. A causa dell'ubiquità di Apache quando si tratta di gestire siti WordPress, ognuno di questi siti ha un file .htaccess.

Il file .htaccess condivide alcune caratteristiche con gli altri file che il tuo sito WordPress utilizza per la configurazione. Il nome del file è un file nascosto e dovrà essere scoperto per essere modificato. Si trova anche nella directory principale del tuo sito WordPress.

Ricorda, il file .htaccess fa una cosa e solo una cosa: determina come vengono mostrati i permalink del tuo sito. Questo è tutto. 

Tuttavia, dietro questa semplice descrizione si nasconde molta complessità. Questo perché molti proprietari di siti, plugin e temi apportano modifiche al modo in cui i permalink vengono utilizzati all'interno del tuo sito WordPress. Ogni volta che tu (o un plugin) apporti una modifica al modo in cui funzionano i tuoi permalink, queste modifiche vengono memorizzate nel file .htaccess. 

In linea di principio, questo è un sistema abbastanza buono ed è sicuro. Tuttavia, nel mondo reale può creare problemi reali. Uno è perché Il 75% degli sviluppatori utilizza JavaScripte quindi non sono così a proprio agio con Apache, molti plugin possono sovrascrivere il file .htaccess in un modo che lascia il tuo sito insicuro. Risolvere (o addirittura individuare) questo tipo di problema va oltre il nostro scopo qui, ma si applicano le avvertenze standard sui plug-in: installa solo quelli di cui ti fidi e che vengono regolarmente aggiornati per correggere buchi di sicurezza come questo.

Trovare e modificare il file .htaccess

Nonostante il fatto che il file .htaccess sia progettato principalmente per gestire i permalink sul tuo sito, puoi modificare il file per ottenere una serie di risultati utili: questi includono reindirizzamenti o semplicemente migliorare la sicurezza sul tuo sito limitando l'accesso esterno a pagine particolari.

In questa sezione ti mostreremo come farlo. Ma prima… 

ATTENZIONE: la modifica del file .htaccess può danneggiare il tuo sito web. 

Apportare modifiche ai file fondamentali su cui gira il tuo sito è rischioso. Dovresti fai sempre il backup del tuo sito prima di apportare modifiche e sperimentare senza influire sul sito live. 

In effetti, c'è una buona ragione per cui il file .htaccess non è disponibile per la maggior parte degli utenti di WordPress. WordPress ha una netta maggioranza della quota di mercato per i siti web di piccole imprese, e questo significa che molti dei loro utenti sono, diciamo, non i più tecnicamente inclini. Questo è il motivo per cui il file .htaccess è nascosto di default, per evitare che gli utenti inesperti commettano errori.

Accesso e modifica del file .htaccess

Con tutto ciò fuori mano, diamo un'occhiata a come puoi accedere al file .htaccess. Per fare ciò:

  1. Creare una connessione al sito Web utilizzando un client FTP. Ci sono molti ottimi client FTP gratuiti, incluso fileZilla. Leggi la documentazione fornita per stabilire una connessione FTP al tuo sito.
  2. Una volta stabilita una connessione FTP, ti verranno mostrati tutti i file che compongono il tuo sito. Dai un'occhiata a queste cartelle e ne vedrai una chiamata directory principale.
  3. All'interno di questa cartella, vedrai il tuo file .htaccess. Normalmente sarà vicino all'inizio dell'elenco dei file in quella cartella. Fare clic sul file, quindi fare clic su Visualizza / Modifica. 
  4. Il file verrà aperto nell'editor di testo.

E questo è tutto. Ora puoi apportare modifiche al tuo file, ma prendi nota che potresti non volerlo fare. Ti mostreremo come usare questo file nella prossima sezione, ma prima di farlo è una buona idea farlo fare una copia locale del tuo file .htaccess (utilizzando la finestra di dialogo standard "salva con nome"), apporta le modifiche localmente, quindi carica il file su un sito a fasi (come abbiamo notato sopra).

Utilizzando il file .htaccess

Ora sei pronto per iniziare a utilizzare le funzionalità extra fornite dal file .htacess. Cominciamo con alcuni di base.

  • 301 reindirizza - Il reindirizzamento 301 è un piccolo pezzo di codice che invia i visitatori da una pagina all'altra ed è necessario se trasferisci un particolare post del blog a cui è collegato da un sito esterno. In alternativa, puoi utilizzare il file .htaccess per reindirizzare il sito web. Puoi anche indirizzare i visitatori da una vecchia versione HTTP del sito a una nuova versione HTTPS più sicura. Aggiungilo al file .htacess:

Redirect 301 /oldpage.html /newpage.html

  • Sicurezza - Esistono anche diversi modi per utilizzare il file .htaccess per applicare strategie di sicurezza avanzate per WP. Uno di questi è quello di bloccare l'accesso a file particolari in modo che solo gli utenti con l'autenticazione corretta possano accedere ai file principali su cui gira il tuo sito WordPress. Puoi utilizzare questo codice, aggiunto alla fine del tuo file .htaccess, per limitare l'accesso a un numero di file core:

<FilesMatch "^.*(error_log|wp-config\.php|php.ini|\.[hH][tT][aApP].*)$">
Order deny,allow
Deny from all
</FilesMatch>

  • Modifica URL - Un'altra caratteristica utile del file .htaccess, sebbene più complessa da implementare, è che il file può essere utilizzato per controllare il modo in cui gli URL vengono visualizzati quando i visitatori accedono al tuo sito. Per fare ciò, dovrai assicurarti di utilizzare la versione più recente di Apache. Ciò fa sì che l'URL di una pagina appaia diverso ai visitatori. Quest'ultimo esempio è - forse - un po 'troppo complesso per la maggior parte degli utenti che si stanno solo abituando al file .htaccess. Tuttavia, l'ho incluso per mostrarti l'ambito di ciò che può essere ottenuto con il file. Aggiungilo al tuo file .htaccess:

RewriteEngine on
RewriteRule ^oranges.html$ apples.html

Andare oltre con .htaccess

Lavorare con il file .htaccess è un ottimo modo per apprendere come funziona il tuo sito WordPress a un livello più fondamentale e per darti un'idea dell'enorme possibilità di personalizzazione che ti offre anche un sito WP standard. Una volta che hai imparato a lavorare con il file .htaccess apportando le modifiche di base che abbiamo descritto sopra, ti si aprono molte opzioni. Uno, come abbiamo spiegato in precedenza, è la capacità di ripristina il tuo blog WordPress

Un altro è che molti dei modi per migliorare la sicurezza di WordPress comportano la modifica diretta del file .htaccess o l'utilizzo dello stesso sistema FTP per apportare modifiche ad altri file root. In altre parole, una volta che inizi a esaminare i dettagli del tuo sito, troverai infinite possibilità di personalizzazione e miglioramento.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.