Elenco di controllo: come creare contenuti inclusivi

Inclusività e diversità

Poiché i professionisti del marketing si concentrano su contenuti che coinvolgono il pubblico, spesso ci troviamo a ideare e progettare campagne con piccoli gruppi di persone simili a noi. Sebbene i professionisti del marketing si battano per la personalizzazione e il coinvolgimento, la diversità nei nostri messaggi viene trascurata troppo spesso. E, trascurando le culture, i generi, le preferenze sessuali e le disabilità ... i nostri messaggi intendono farlo impegnarsi può effettivamente emarginare persone che non sono come noi.

L'inclusività dovrebbe essere una priorità in ogni messaggio di marketing. Sfortunatamente, l'industria dei media sta ancora mancando il bersaglio:

  • Le donne sono il 51% della popolazione ma solo il 40% dei protagonisti della trasmissione.
  • Le persone multiculturali sono il 39% della popolazione ma solo il 22% dei lead di trasmissione.
  • Il 20% degli americani di età compresa tra i 18 ei 34 anni si identifica come LBGTQ, ma solo il 9% dei clienti abituali in prima serata.
  • Il 13% degli americani ha disabilità, ma solo il 2% dei clienti abituali in prima serata ha una disabilità.

Concentrandosi sull'inclusività, i media possono aiutare a contrastare gli stereotipi e aiutare a ridurre i pregiudizi inconsci.

Definizioni di inclusione

  • Uguaglianza - mira a promuovere l'equità ma può funzionare solo se tutti partono dallo stesso luogo e hanno bisogno dello stesso aiuto.
  • Equità - sta dando a tutti ciò di cui hanno bisogno per avere successo mentre l'uguaglianza sta trattando tutti allo stesso modo.
  • intersezionalità - la natura interconnessa delle categorizzazioni sociali come razza, classe e genere quando si applicano a un dato individuo o gruppo, considerata la creazione di sistemi di discriminazione o di svantaggio sovrapposti e interdipendenti.
  • Tokenismo - la pratica di fare solo uno sforzo simbolico per essere inclusivi delle persone sottorappresentate, soprattutto reclutando un piccolo numero di persone sottorappresentate al fine di tendere l'apparenza di uguaglianza.
  • Distorsione inconscia - atteggiamenti o stereotipi che influenzano la nostra comprensione, le nostre azioni e le nostre decisioni in modo inconscio.

Questa infografica da Youtube fornisce un elenco di controllo dettagliato che puoi utilizzare con qualsiasi team creativo per garantire che l'inclusività sia un fattore trainante nella pianificazione, nell'esecuzione e nel pubblico di destinazione del contenuto che stai creando. Ecco un riassunto dell'elenco di controllo ... che ho modificato per utilizzare per qualsiasi organizzazione per qualsiasi contenuto ... non solo video:

Contenuto: quali argomenti sono trattati e quali prospettive sono incluse?

  • Per i miei attuali progetti di contenuto, hai attivamente cercato prospettive diverse, specialmente quelle che differiscono dalla tua?
  • I tuoi contenuti funzionano per affrontare o sfatare gli stereotipi sui gruppi emarginati e aiutare il pubblico a vedere gli altri con complessità ed empatia?
  • I tuoi contenuti (in particolare notizie, storia e argomenti relativi alla scienza) danno voce a molteplici prospettive e culture?

Sullo schermo: cosa vedono le persone quando vengono a trovarmi?

  • C'è diversità nei miei contenuti? Nei miei contenuti sono presenti esperti e leader di pensiero provenienti da background diversi lungo più dimensioni dell'identità (genere, razza, etnia, abilità, ecc.)?
  • Tra i miei ultimi 10 contenuti, c'è diversità tra le voci rappresentate?
  • Se utilizzo animazioni o illustrazioni, presentano una varietà di tonalità della pelle, trame dei capelli e generi?
  • C'è diversità tra le voci che narrano i miei contenuti?

Coinvolgimento: come posso coinvolgere e supportare altri creator?

  • Per collaborazioni e nuovi progetti, sto esaminando una pipeline diversificata di candidati in varie fasi della carriera e viene presa in considerazione l'intersezionalità?
  • Approfitto delle opportunità per sfruttare la mia piattaforma per elevare e supportare i creatori provenienti da ambienti sottorappresentati?
  • Sto istruendo me stesso sulle prospettive emarginate coinvolgendo comunità / contenuti diversi?
  • In che modo la mia organizzazione sta lavorando per coltivare voci diverse e responsabilizzare comunicatori / influencer di prossima generazione?
  • In che modo la mia organizzazione evita il tokenismo? Coinvolgiamo esperti e comunicatori provenienti da ambienti sottorappresentati per opportunità che vanno oltre i contenuti legati alla diversità?
  • In che modo i budget e gli investimenti riflettono l'impegno per la diversità e l'inclusione?

Pubblico: come penso al pubblico quando creo contenuti?

  • Chi è il pubblico previsto? Ho preso in considerazione l'idea di costruire i miei contenuti per cercare e coinvolgere un pubblico molto diversificato?
  • Se il mio contenuto include argomenti culturalmente di parte contro determinati gruppi, sto fornendo un contesto che possa accogliere un pubblico diversificato?
  • Nel condurre ricerche sugli utenti, il mio istituto garantisce che si cerchino e includano prospettive diverse?

Creatori di contenuti: chi fa parte del mio team?

  • C'è diversità tra i team che lavorano sui miei contenuti?
  • I dati demografici del mio team riflettono la popolazione generale, non solo il pubblico attuale?
  • Sto coinvolgendo esperti e leader di pensiero provenienti da diversi background lungo molteplici dimensioni dell'identità (genere, razza o etnia, abilità, ecc.) Come consulenti nei miei progetti?

lista di controllo per l'inclusione nel marketing

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.