Seguaci di zombi: i morti camminano nel mondo dell'influencer marketing

Seguaci falsi di zombi

Ti imbatti in un profilo di social media con un conteggio di follower superiore alla media, migliaia di Mi piace e precedenti esperienze di partnership con il marchio - dolcetto o scherzetto?

Con il numero di campagne di marketing di influencer Continuando a crescere, non è così raro che i marchi cadano vittime dell'inganno di tali account con follower falsi e un pubblico non autentico. 

Secondo l' Influencer Marketing Hub:

  • Influencer marketing è destinato a crescere fino a circa $ 9.7 miliardi nel 2020.
  • 300% di più micro-influenzatori vengono utilizzati da grandi aziende rispetto al 2016.
  • Quasi il 90% di tutte le campagne di influencer include Instagram come parte del marketing mix.
  • Frode di influencer è fonte di crescente preoccupazione per gli intervistati con più di 2/3 degli intervistati che lo hanno sperimentato.

Questo non vuol dire che tutti i macro-influencer rientrino in questa categoria. In effetti, le mele marce sono poche e lontane tra loro e sono pesantemente in inferiorità numerica rispetto a quelle oneste e del tutto affidabili. 

Tuttavia, è importante capire esattamente come scegliere un influencer che abbia tutte le migliori intenzioni per te e il tuo marchio. 

Ora, non stiamo cercando di spaventare nessuno dall'influencer marketing. Al contrario, in realtà. E avvalersi dell'aiuto di un'agenzia di marketing di influencer può aiutare i marchi a trovare un influencer con un pubblico veramente fedele e autentico che aiuterà a generare un ritorno sull'investimento impressionante.

I social media sono uno degli unici mezzi che ha registrato una crescita senza rivali negli ultimi mesi. Qualsiasi operatore di marketing può vedere che l'attività promozionale sulla piattaforma online deve far parte della strategia di un marchio in futuro. E una partnership con influencer è una delle tattiche più efficaci e organiche da utilizzare per fare proprio questo. 

Amelia Neate, Senior Manager Matchmaker influencer

Amelia non ha torto. In effetti, l'influencer marketing è il metodo di acquisizione dei clienti online in più rapida crescita, con 22% dei professionisti del marketing etichettandolo anche come il più conveniente. 

E come risultato, 67% degli esperti di marketing di marchi in una vasta gamma di settori si sta preparando ad aumentare la propria spesa per l'influencer marketing nei prossimi 12 mesi. 

Ma, mentre i marchi iniziano ad alzare la posta con l'attività di influencer, Amelia spiega come sfruttare al meglio una campagna di marketing di influencer, assicurandosi che sia il più efficace possibile. 

False paure dei follower

Seguaci falsi e lead morti si presentano in molte forme. Notoriamente, i follower acquistati sono uno dei più comuni, per cui le persone saltano il duro lavoro necessario per raggiungere la celebrità dei social media e, invece, pagano per falsi follower per far sembrare il loro account più grande di quanto non sia in realtà.

Mentre questo sta diventando qualcosa che viene condannato sia dagli utenti che dai marchi, a meno che non vengano scoperti, può essere difficile distinguere un numero elevato di follower autentico da uno falso.

Un altro tipo di falso follower è un account che è stato inattivo per un lungo periodo di tempo, sia perché un individuo se ne è dimenticato, non desidera più usarlo ma non ha cancellato il profilo o altro.

Ma indipendentemente dal motivo, un account non attivo può avere un impatto negativo sulle valutazioni del coinvolgimento.

Mettendo in evidenza quanto questo possa essere dannoso per i marchi, uno studio ha scoperto che potrebbero essere tanti 95 milioni bots spacciarsi come falsi follower solo su Instagram, costando alle aziende 1.3 miliardi di dollari in lead morti e perdite.

Per combattere gli effetti dannosi che ciò ha su un marchio, l'utilizzo dell'esperienza di un'agenzia di marketing di influencer può aiutare a mettere a riposo le menti e garantire che la campagna raggiunga migliaia, se non milioni di follower altamente coinvolti.

Smascherare il problema

Ci sono stati diversi casi nel corso degli anni in cui individui con lo status di influencer sono stati giudicati colpevoli di aver acquistato follower falsi per migliorare la percezione del loro potere e importanza sulle piattaforme. 

Ad esempio, il Bake Off's Paul Hollywood si è ritrovato in un falso scandalo di follower quando si è preso una pausa da Twitter dopo che il conteggio dei suoi follower è diminuito sulla scia del sito di social networking che ha rimosso account falsi dalla piattaforma.   

Altri studi rivelano un livello sorprendentemente alto percentuale di follower falsi per influencer famosi, come Kourtney Kardashian e vari altri influencer dei social media.  

È solo un numero alla fine della giornata, giusto? Ma per quanto riguarda i marchi, questo dovrebbe far suonare il campanello d'allarme. Quando un marchio lancia una campagna di influencer, lo fa con l'impressione che il suo marchio raggiungerà un pubblico più ampio e coinvolto. Gli influencer possono addebitare ingenti somme di denaro per un solo post, quindi i marchi devono essere sicuri che il ritorno, ad esempio, nella portata o esposizione che otterranno, sia abbastanza considerevole da giustificare la spesa.

Amelia Neate, Senior Manager presso global influencer marketing agency, Matchmaker influencer

Quindi, cosa dovrebbero fare i marchi? 

Amelia spiega che ci sono un certo numero di cose da considerare quando si collabora con un influencer.  

  • Fidanzamento - Piuttosto che concentrarti sul conteggio dei follower, dai maggiore importanza alle valutazioni del coinvolgimento. Anche se la dimensione del pubblico raggiunto dalla tua campagna potrebbe essere inferiore, è più probabile che coloro che raggiunge interagiscano con essa. Ed è così che otterrai risultati e raggiungerai i tuoi obiettivi di marketing.
  • Microinfluenzatori - I micro-influencer tendono ad avere valutazioni di coinvolgimento più elevate. Sebbene non sia grande, il loro pubblico è generalmente più interattivo e autentico e, quindi, può rivelarsi molto più prezioso per i marchi.
  • Mi piace - Sebbene siano disponibili strumenti per controllare le valutazioni del coinvolgimento, puoi eseguire la tua ricerca confrontando il conteggio dei follower con il numero di Mi piace ricevuti dai post dei profili. 
  • Commenti - Se sei ancora incerto sulla legittimità di un influencer, i commenti sono un altro fattore determinante. Controlla se, in primo luogo, stanno ricevendo commenti e, in secondo luogo, se ci sono schemi o attività simili a spam in essi. Ad esempio, è probabile che i commenti di quelli che sembrano utenti diversi, ma che leggono tutti lo stesso, siano bot.

In alternativa, puoi avvalerti dell'aiuto di un'agenzia per le tue campagne. Oltre a strumenti e intuizioni del settore, le agenzie hanno accesso a un'enorme quantità di dati per aiutare i marchi con il successo delle loro campagne. Le agenzie di influencer marketing in genere costruiscono e coltivano solide relazioni con gli influencer, che sanno avere seguaci autentici e valutazioni di coinvolgimento.

Quindi, prima di bussare alle porte dei profili dei social media per chiedere aiuto con la tua prossima campagna di influencer, assicurati che il tuo investimento sarà soddisfatto con dolcetti e non trucchi. Per saperne di più informazioni:

Visita Influencer Matchmaker

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.