Lo sporco segreto dell'email marketing e dei provider di servizi Internet

SPAMC'è uno sporco segreto nel settore della posta elettronica. È l'elefante nella stanza di cui nessuno parla. Nessuno può parlane per paura di ritorsioni da parte delle stesse persone che dovrebbero sorvegliare la nostra casella di posta.

Lo spam non ha nulla a che fare con il permesso

Giusto. L'hai sentito proprio qui. Lo ripeto ...

Lo spam non ha nulla a che fare con il permesso

Un'altra volta…

Lo spam non ha nulla a che fare con il permesso

Ma Doug ... cosa stai dicendo? È terribile! Ciò sfida ciò che l'intero settore ci dice. Sfida cosa ISP dicci. Sfida cosa ESP dicci. Sfida persino ciò che sappiamo sullo SPAM.

La verità è che lo SPAM è non e-mail non richieste. Lo SPAM è non e-mail inviata senza autorizzazione. Che cosa SPAM is is non desiderato e-mail. NON DESIDERATO.

Oggi posso registrarmi per ricevere un'e-mail da una fonte attendibile, chiamata GOODMSG. Fornisco loro il mio autorizzazione di inviarmi e-mail tutte le volte che vogliono, anche in caratteri minuscoli, di inviarmi offerte per conto delle aziende con cui "fanno affari".

  • GOODMSG fornisce il proprio indirizzo aziendale su ogni e-mail.
  • GOODMSG ha un ciclo di feedback impostato che annulla automaticamente le iscrizioni indesiderate.
  • GOODMSG mostra in modo ben visibile un link per annullare l'iscrizione.
  • GOODMSG abilita la ricerca DNS inversa.
  • GOODMSG si applica per essere inserito nella whitelist con ogni provider di servizi Internet (che offre).
  • GOODMSG arruola consulenti di Deliverability per mantenere le comunicazioni con gli ISP.

Dopo aver ottenuto 6 mese di posta elettronica, faccio clic sul pulsante Posta indesiderata del mio ISP quando GOODMSG invia un'offerta scadente. Altri abbonati fanno lo stesso.

Indovina un po?!

GOODMSG, il rispettabile inserzionista, è appena diventato uno SPAMMER. Basato su autorizzazione, double-optin, conforme a CAN-SPAM, annullamento dell'iscrizione con un clic ... hanno fatto tutto bene, ma ora sono uno SPAMMER.

Come SPAMMER, sono nella lista nera. Il loro indirizzo IP è ora bloccato. Gli altri loro clienti che volere l'email non la riceverà. La loro reputazione è rovinata. Forse passano a un nuovo ESP. Forse passano a un nuovo indirizzo IP. Devono fare qualcosa, dal momento che la loro email non può arrivare alla Posta in arrivo. Forse addirittura falliscono. Il loro crimine? Un messaggio debole, INDESIDERATO.

Di chi è la colpa? GOODMSG? L'abbonato?

Né.

Chi è da incolpare è il provider di servizi Internet, in particolare, i principali ISP che forniscono agenti di posta elettronica: Yahoo !, Google, Live (Hotmail, MSN), AOL. Sono da biasimare perché non sono riusciti a proteggerci dallo SPAM reale. Utilizzano sistemi di reputazione difettosi, non condividono dati, non forniscono strumenti a fonti affidabili per diventare buoni amministratori. Invece, ignorano i miliardi e miliardi di email inviate dai veri SPAMMER che non seguono le regole, non si preoccupano della reputazione, non si preoccupano dei permessi, ciclano i loro indirizzi IP e aggirano tutti i controlli e gli equilibri che esperti di marketing rispettabili utilizzano.

È un po 'come i segni di droga della scuola superiore locale. Le uniche persone libere dalla droga sono le persone che erano già libere dalla droga. Gli spacciatori camminano ancora sui marciapiedi e nei corridoi, ridendo dei cartelli che passano accanto.

Ho parlato prima del permesso. Il problema con l'autorizzazione è che non esiste un sistema in atto per gli ISP per garantire che tu abbia fornito l'autorizzazione. Gli ESP richiedono il permesso come tamponamento contro il rischio di scarsa deliverability e segnalazione di posta indesiderata. Tuttavia, l'ISP e l'ESP non condividono MAI il processo di autorizzazione.

Qualcuno deve iniziare a chiedersi perché. Qualcuno deve rispondere ai miliardi di messaggi di SPAM che scorrono mentre le email "buone" non riescono a passare e le aziende soffrono. Gli ISP continuano a parlare di permesso, permesso, permesso. A loro non importa del permesso ... si preoccupano solo di quante persone fanno clic sul pulsante di posta indesiderata. È tutto ciò con cui devono lavorare. In qualità di marketer, manda un brutto messaggio di posta elettronica ai tuoi iscritti e fai attenzione! Verrai bloccato ed etichettato come SPAMMER in pochissimo tempo.

Cosa dovrebbero fare gli ISP per combattere il vero SPAM

  1. Fornire API di attivazione per qualsiasi fornitore di servizi di posta elettronica o inserzionista che desideri inviare e-mail in modo responsabile.
  2. Condividi i dati di partecipazione con altri ISP per garantire che i professionisti del marketing responsabili non siano penalizzati.
  3. Impedisci agli SPAMMER di usare gli ISP per inviare email! Lo sapevi che il file Gli Stati Uniti sono il peggior SPAMMER? Mi stai davvero dicendo che possiamo trovare un pedopornografo in poche ore ma gli SPAMMER possono operare per anni? Mi stai dicendo che l'hardware di monitoraggio non può vedere e bloccare questo incredibile volume di traffico?
  4. Se permettessi alle persone di trasportare droga nella mia macchina, sarei in prigione. Come mai gli ISP che trasportano lo SPAM non vengono ritenuti responsabili?
  5. Fornire un mezzo per la consegna GARANTITA delle e-mail nella Posta in arrivo. La posta elettronica non è più un mezzo di comunicazione secondario. Ricevo avvisi di credito e avvisi bancari nella mia casella di posta. È inconcepibile che queste e-mail finiscano mai in una cartella di posta indesiderata.

Se UPS, FedEx e USPS smettessero di presentarsi al tuo magazzino per spedire i tuoi prodotti, li faresti causa. Qualcuno farà presto causa a un ISP per non aver consegnato e-mail basate su autorizzazioni e seguite tutte le regole. Queste aziende devono essere ritenute responsabili di questo casino in cui ci hanno portato e si rifiutano di tirarci fuori.

Commenti

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

    Buon post, anche se penso che il tuo punto n. 4 porti su una strada scivolosa. Se gli ISPS diventassero responsabili di ciò che i loro clienti inviano, diventerebbero molto più conservatori nei confronti della loro clientela.

    O, in altre parole, non puoi incolpare il servizio postale per le bombe postali. Vorresti che Dell venisse incarcerato quando un hacker utilizza il proprio laptop per entrare in un conto bancario? AT&T dovrebbe essere ritenuta responsabile di un crimine organizzato tramite telefono cellulare? Shurely no. Il vettore non dovrebbe essere responsabile di ciò che viene trasportato. Il mittente è.

    -

    Immagina se le aziende potessero fatturare spammer noti per la perdita di produttività. Con le leggi giuste, potenti (e: applicate), lo spam dovrebbe essere un ricordo del passato.

    • 5

      Questo è un ottimo punto, modifoo. Sarebbe sicuramente qualcosa in cui l'intento dovrebbe essere dimostrato. Se un ISP sapeva vendevano larghezza di banda per l'utilizzo di spamming, dovrebbero essere ritenuti responsabili.

  5. 6

    Atteggiamenti come quelli espressi in questo blog sono esattamente il motivo per cui gli ISP controllano l'e-mail marketing: coloro che inviano posta non richiesta sono invariabilmente accecati dalla loro avidità nel credere di non fare nulla di sbagliato. Ho una notizia per te, idiota: la definizione di spam ha * tutto * a che fare con il permesso. Le persone come te non lo capiranno mai, tuttavia, motivo per cui gli ISP sono fin troppo felici di bloccarti e lasciarti a belare di essere stato fatto duramente fino a quando le mucche non tornano a casa.

    • 7

      Rachel, devi aver saltato l'intero post. Fatta eccezione per la parte idiota, il punto è esattamente ciò per cui sei arrabbiato. Si prega di dedicare del tempo alla lettura dell'intero articolo.

  6. 8

    Ottimo ottimo articolo. Ora, circa 9 anni dopo, la situazione è ancora più grave. Per come la vedo io, quello che stiamo vedendo sono entità aziendali giganti come Google che controllano sempre di più ciò che facciamo, diciamo o pensiamo. Questo è il limite del cuneo per la censura ed è progettato per fermare il pensiero razionale e farci ingoiare tutta la propaganda e le bugie che la macchina aziendale globale vuole fornirci - usando governi "sovrani" come loro amministratori. Cose terrificanti eppure incredibilmente si sente poco se ne discute. La maggioranza - le pecore sembrano accettare tutto e in una certa misura adorano i Google del mondo come Dio. Di certo non ne verrà fuori niente di buono. Per quei legittimi operatori di email marketing - e coloro che si sono iscritti a loro perché DESIDERANO i loro contenuti (cioè contenuti utili, sani e responsabilizzanti) buona fortuna! Le tue attività verranno distrutte. Questa massa corporativa globale amorfa NON vuole che tu sia autorizzato in alcun modo. E così non solo leggerà le tue e-mail, ma impedirà loro di essere spedite - frode nel vero senso della parola.

    Forse le aziende online dovrebbero identificare ogni e-mail che non è stata consegnata e attribuirle un valore in dollari, ad esempio $ 1 per e-mail in perdita di reddito / valore aziendale e fare causa in una class action globale per mancata consegna. Questo potrebbe farli pensare! Quindi, se diciamo che 10,000,000 di e-mail legittime non vengono consegnate ogni giorno a livello globale, l'affermazione si sommerebbe?

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.