Non sta diventando più facile per i professionisti del marketing

marketer impegnato

La chiave di molti dei link che condivido e dei post che scrivo su questo blog è automazione. Il motivo è semplice ... un tempo, i professionisti del marketing potevano facilmente influenzare i consumatori con un marchio, un logo, un jingle e un bel packaging (ammetto che Apple è ancora bravissima in questo).

I medium erano unidirezionali. In altre parole, i professionisti del marketing potevano raccontare la storia e i consumatori oi consumatori B2B dovevano accettarla ... indipendentemente da quanto fosse accurata. I marketer avevano 3 canali televisivi nazionali, radio locali, giornali, cartelloni pubblicitari, conferenze, pagine gialle (originali), comunicati stampa e direct mail. La vita era piuttosto semplice.

Ora abbiamo centinaia di canali televisivi locali e nazionali, radio locali e satellitari, giornali, posta diretta, e-mail, siti Web in stile brochure, blog, social network illimitati, più motori di ricerca, innumerevoli siti di social bookmarking, micro-blog, Feed RSS, directory web, cartelloni pubblicitari, comunicati stampa, white paper, casi d'uso, testimonianze dei clienti, libri, conferenze, pubblicità nei cinema, telemarketing, mini-conferenze, un sacco di pagine gialle diverse, direct mail, giornali gratuiti, mobile marketing, pay -Pubblicità per clic, banner pubblicitari, pubblicità di affiliazione, widget, pubblicità di videogiochi, video marketing, marketing virale, targeting comportamentale, targeting geografico, marketing di database, programmi di riferimento, gestione della reputazione, contenuti generati dagli utenti, valutazioni, recensioni ... l'elenco va avanti e avanti e avanti ... e cresce ogni giorno.

Sfortunatamente, i reparti di marketing non sono cresciuti con l'ampio abisso dei mezzi, si sono effettivamente ridotti. Inoltre, il curriculum dello studente di marketing medio è indietro di anni rispetto a quello di cui abbiamo bisogno. Non posso fare a meno di chiedermi quanto deve essere spalancato lo stagista di marketing medio quando finalmente entra nella porta!

I professionisti del marketing hanno bisogno di aiuto

Allo stesso tempo, Internet - aka La superstrada dell'informazione -, ha una scorta infinita di opinioni e risorse che chiunque sia interessato a vagliare. Il problema è che le opinioni sono infinite e molte semplicemente non funzionano bene.

Non sta diventando più facile per gli esperti di marketing, quindi cercano costantemente aiuto. Ma l'aiuto non sempre li guida nella giusta direzione.

Chi ti fidi?

We old school i professionisti del marketing hanno imparato a testare, misurare, testare e misurare di nuovo per dare la priorità alle nostre campagne e utilizzare i punti di forza di ciascun mezzo assicurando al contempo che il ritorno sull'investimento fosse costantemente mantenuto. Abbiamo imparato come automatizzare per aumentare il numero di file tocchi abbiamo avuto con clienti e potenziali clienti riducendo le risorse complessive necessarie. Abbiamo imparato a separare il segnale dal rumore, leggere le applicazioni pratiche e imparare in modo rapido e feroce.

Tuttavia, in questo momento si sta verificando uno scontro tra i giovani consulenti di marketing idealisti di Internet e gli esperti professionisti del settore. Abbiamo letto l'hype come un mezzo dopo l'altro che è arrivato sul mercato negli ultimi 20 anni. Trovati un professionista che sia passato attraverso questo e sappia come affrontarlo.

La tua attività dipende da coloro di cui ti fidi! Assicurati che coloro di cui ti fidi abbiano l'esperienza necessaria per superare l'idealismo e arrivare a ciò che spingerà la tua attività.

Un commento

  1. 1

    Dici la verità. Quando ero al ginocchio nel mio master, ho imparato molto rapidamente che il dipartimento era in ritardo nella loro conoscenza di quali strumenti multimediali abbiamo a disposizione per comunicare il nostro messaggio. Come professionista delle pubbliche relazioni, trovo difficile restare al passo con la tecnologia.

    Ma se c'è una cosa che ho imparato. È prezioso per studiare le tendenze. Guarda cosa usano le persone per comunicare e cosa non usano. Ovviamente, ciò diventa più complesso quando iniziamo a segmentare il pubblico.

    Alla fine, penso che ciò che le persone usano per comunicare sia meno importante del messaggio che viene comunicato. Se il messaggio è semplice, sorprendente, credibile, concreto, tocca le emozioni e racconta una storia, allora questo genera un migliore ritorno sull'investimento, che dovrebbe essere misurato in dollari e centesimi, ma anche nel modo in cui le relazioni vengono costruite e mantenute.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.