Come salvare una campagna di link building basata sui contenuti in difficoltà

Strategia di sensibilizzazione a ritroso

L'algoritmo di Google sta cambiando nel tempo e per questo motivo le aziende sono obbligate a ripensare al loro Strategie di SEO. Una delle azioni cruciali per aumentare il ranking è la campagna di link building basata sui contenuti.

Potresti aver dovuto affrontare una situazione in cui il tuo team SEO lavora duramente per inviare e-mail di sensibilizzazione agli editori. Quindi, i tuoi scrittori creano con dedizione i contenuti. Ma, dopo poche settimane dal lancio della campagna, ti sei reso conto che non ha ottenuto risultati.  

Potrebbero esserci diversi fattori che influenzano il fallimento. Potrebbe essere un concetto scadente, eventi esterni nelle notizie o non ottenere la risposta giusta nelle e-mail di sensibilizzazione. Inoltre, creare collegamenti con siti con autorità di dominio elevato non è facile.

Quindi, se la tua campagna non attira un buon traffico, non stressarti. Hai solo bisogno di modificare la tua strategia, impegnarti di più e raccogliere i risultati previsti. Ora, se stai ancora lottando con la tua strategia di creazione di link basata sui contenuti dalle prestazioni scadenti, questo articolo è per te.

1. Crea ciò che l'editore sta cercando

Tieni presente che l'editor verrà caricato con molti altri contenuti. Quindi, esamineranno quei commenti che piaceranno al loro pubblico. Quindi, assicurati di pianificare i tuoi contenuti in base alla tua email di sensibilizzazione in modo che l'editore non debba sprecare ore per comunicare avanti e indietro. 

Mettiti nei panni del pubblico e pensa a cosa vorresti leggere. Incorpora fonti di dati pertinenti, citazioni, immagini, ecc. Per renderlo attraente e facilmente leggibile. Non creare qualcosa che non corrisponda all'interesse dell'editore.

2. Rendi interessanti i tuoi titoli 

Uno di trucchi efficaci per realizzare la tua campagna il lavoro consiste nel presentare i titoli all'editore nella comunicazione iniziale. Ciò aiuterà l'editore a farsi un'idea dei tuoi contenuti e lo renderà entusiasta della tua campagna.

Inoltre, non essere troppo suscettibile in quanto gli editori coprono più tipi di storie di contenuti che possono essere sotto forma di un'infografica o persino di un guest post. Semplicemente, chiedi se l'argomento è rilevante per il loro pubblico e gli piacerebbe pubblicarlo. Non vendere sei storie diverse in una volta sola, perché potresti confondere l'editore. Dopo aver ottenuto una risposta positiva, attenersi a ciò che richiede il titolo. 

3. Non esitare a seguire le tue email di sensibilizzazione 

Molte volte, non ottieni una risposta alla tua precedente comunicazione ma non perdi la speranza. Come accennato in precedenza, gli editori sono spesso impegnati, quindi potrebbero perdere il ciclo di alcune conversazioni. Quindi, puoi seguire le tue e-mail di contatto se non ricevi risposta o copertura. 

Tuttavia, questo ti aiuta anche a presentare un gentile promemoria della tua presentazione che ti darà una visione migliore del tuo approccio con l'editore. Inoltre, se l'editore ha perso interesse per i tuoi contenuti precedenti, un follow-up potrebbe incoraggiarlo a esaminarlo e persino ad approvare la tua idea, se pertinente secondo gli attuali argomenti di tendenza.  

4. Identifica i siti rilevanti per i link

Hai fatto abbastanza ricerche sull'elenco dei potenziali editori prima di lanciare la tua prima campagna? Se no, stai commettendo un errore enorme. Si consiglia di comprendere la nicchia dell'editore e se si riferisce alla propria attività. 

Puoi iniziare a mantenere un foglio di editori per potenziali clienti futuri semplicemente monitorando gli argomenti trattati. In questo modo, puoi avere un elenco di editori che saranno interessati ai tuoi contenuti. Inoltre, ti aiuterà a personalizzare il messaggio per gli editori comprendendo il loro lavoro individualmente.  

5. Personalizza la tua email di sensibilizzazione

Stai inviando email di sensibilizzazione simili per coinvolgere ogni editore? Se sì, vedrai una mancanza di interesse da parte degli editori. Inoltre, se stai monitorando la percentuale di clic, potresti vedere un grafico che precipita. Quindi, è fondamentale redigere il contesto del pitching in accordo con il destinatario dell'email. 

Inoltre, se hai lanciato una campagna su media di alto livello e non hai ricevuto alcuna risposta, considera il tuo elenco di pubblicazioni di secondo livello. Poiché gli editori sono pieni di ordini del giorno e programmi di contenuti diversi, presentare solo a uno può perdere opportunità. Non dimenticare di modificare il messaggio inviato. 

6. Approccio attraverso varie piattaforme

Questo è un semplice ma efficace tattica di link building. Se la tua strategia abituale include la comunicazione e-mail, questa volta tocchi una nuova piattaforma. Forse la posta in arrivo degli editori è invasa da e-mail, quindi ne perdono alcune. 

Puoi anche inviare un link della tua campagna tramite Twitter o LinkedIn o prendere un telefono. È una tattica per tagliare le e-mail affollate e catturare l'attenzione dell'editore per le tue campagne. 

7. Sii nelle prime notizie

A volte, una campagna non funziona a causa del cattivo tempismo. Nessuno sarà interessato a qualcosa che è già accaduto. Quindi, è fondamentale esaminare i prossimi eventi e avvenimenti intorno a te. 

Ad esempio, hai lanciato una campagna di viaggi durante gli inverni. Sarà efficace come sarebbe in estate? 

Ricorda, scegli sempre un argomento almeno 15 giorni prima dell'evento in arrivo o degli argomenti o delle notizie scottanti recenti. Inoltre, puoi scegliere un argomento generalizzato per interessare il tuo pubblico di destinazione. Puoi anche specificare il motivo nella tua presentazione del motivo per cui stai inviando la campagna ora. 

8. Prestare attenzione alle linee dell'oggetto

Ti starai chiedendo se le tue e-mail vengono persino aperte? Per questo, puoi utilizzare un software di monitoraggio per strategizzare il tuo ulteriore raggio di azione. Quindi, se vedi tassi di apertura bassi, puoi provare diverse tattiche. 

Prova a inviare e-mail con un oggetto accattivante per attirare l'attenzione dell'editor. Puoi anche sperimentare nuove righe dell'oggetto per e-mail diverse. Si tratta di creare qualcosa che interessi gli editori e fargli fare clic sulla tua email per saperne di più. Piuttosto che affermare semplicemente il tuo argomento in modo chiaro, puoi utilizzare lavori come rivelazioni di ricerche esclusive o nuovi dati. 

9. Fornisci qualcosa di esclusivo

Se offri qualcosa di esclusivo all'editore, lo comprerebbero sicuramente. Questo può anche salvare la tua campagna con scarso rendimento. Come accennato in precedenza, crea un approccio personalizzato e mantieni la comunicazione adeguata e pertinente. 

Inoltre, se la tua campagna non funziona in modo efficace, valuta la possibilità di collaborare con editori che hanno lavorato con te in precedenza e offri loro contenuti esclusivi per un certo periodo. Una volta ottenuto un solido supporto per una grande campagna, è possibile avviare ulteriori collegamenti che creano servizi e approcci alle pubblicazioni di alto livello. 

Avvolgere Up

I punti sopra menzionati ti aiuteranno sicuramente a migliorare il tuo campagne di link building basate sui contenuti, ma può volerci del tempo per sfornare risultati positivi nelle tue classifiche. Questo periodo dipende dalle tue attività, dalla competitività nel tuo settore, dalle parole chiave target, dalla storia e dalla forza del tuo dominio.

Inoltre, dovresti tenere traccia dei tuoi progressi, iniziando con una nota di dove ti trovi ora. In tal modo, puoi creare un'aspettativa realistica del posizionamento del tuo sito web oltre a una road map su come raggiungerlo. È quindi possibile avviare attività in base al piano per migliorare il sito Web, le prestazioni online e il business.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.