Come migriamo manualmente le installazioni di WordPress

20821051 s

Ti piacerebbe pensare che spostare il tuo sito WordPress da un host a un altro sia davvero facile, ma può davvero diventare frustrante. La scorsa notte stavamo letteralmente aiutando un cliente che ha deciso di spostarsi da un host a un altro e si è rapidamente trasformato in una sessione di risoluzione dei problemi. Hanno fatto quello che normalmente farebbero le persone: hanno compresso l'intera installazione, esportato il database, spostato sul nuovo server e importato il database. E poi è successo ... pagina bianca.

Il problema è che tutti gli host non vengono creati allo stesso modo. Molti hanno diverse versioni di Apache con diversi moduli in esecuzione. Alcuni hanno problemi di autorizzazione davvero stravaganti che causano problemi con il caricamento dei file, rendendoli di sola lettura e causando problemi di caricamento delle immagini. Altri hanno versioni diverse di PHP e MySQL, un terribile problema nel settore dell'hosting. Alcuni backup includono file nascosti che devastano un host diverso a causa della memorizzazione nella cache e del reindirizzamento proprietari sui server.

E, naturalmente, questo non include nemmeno limitazioni di caricamento dei file. Questo è in genere il primo problema se si dispone di un'installazione di WordPress di grandi dimensioni ... il file del database è semplicemente troppo grande per essere caricato e importato tramite un amministratore MySQL.

Ci sono alcuni ottimi strumenti là fuori per aiutare, come Da CMS a CMS. Puoi anche utilizzare quello di Automattic VaultPress servizio: basta eseguire il backup del sito, installare WordPress nuovo sul nuovo host, reinstallare VaultPress e ripristinare il sito. Queste persone hanno svolto un buon lavoro risolvendo molti dei problemi che incontrerai quando proverai a migrare un sito web.

Tuttavia, tendiamo ad andare da soli su queste cose e, dolorosamente, spesso le facciamo da soli. Mi piace il fattore di nuova installazione quando ci si sposta su un nuovo host piuttosto che trascinare eventuali problemi con noi. Quindi ecco i passaggi che utilizziamo:

  1. We eseguire il backup dell'intera installazione e sul sito e scaricalo localmente per tenerlo al sicuro.
  2. We esportare il database (non sempre incluso con i backup) e scaricalo localmente per tenerlo al sicuro.
  3. We installa WordPress fresco sul nuovo server e farlo funzionare.
  4. We aggiungere i plugin uno alla volta per assicurarti che siano tutti compatibili e funzionanti. Alcuni sviluppatori di plugin hanno fatto un buon lavoro includendo le loro impostazioni nello strumento di esportazione o fornendo le proprie impostazioni di esportazione e importazione.
  5. We esportare il contenuto dal sito esistente utilizzando lo strumento di esportazione di WordPress integrato direttamente in WordPress.
  6. We importa quel contenuto al nuovo sito utilizzando lo strumento di importazione di WordPress integrato direttamente in WordPress. Ciò richiede di aggiungere gli utenti ... un po 'laborioso ma ne vale la pena.
  7. We FTP le cartelle wp-content / uploads dove tutte le nostre risorse di file caricate si trovano sul nuovo server, assicurando che le autorizzazioni dei file siano impostate correttamente.
  8. Abbiamo impostato il impostazioni dei permalink.
  9. We comprimi il tema e installalo utilizzando il programma di installazione del tema WordPress.
  10. Mettiamo in diretta il tema e ricostruire i menu.
  11. We rifare i widget e copia / incolla il contenuto, se necessario, dal vecchio al nuovo server.
  12. We eseguire la scansione del sito per cercare eventuali problemi con i file mancanti.
  13. We rivedere manualmente tutte le pagine del sito per garantire che tutto sia a posto.
  14. Se tutto sembra a posto, lo faremo aggiorna le nostre impostazioni DNS per indicare il nuovo host e andare in diretta.
  15. Ci assicureremo che il file Blocca l'impostazione di ricerca nelle Impostazioni di lettura è disabilitato.
  16. Aggiungiamo qualsiasi CDN o memorizzazione nella cache meccanismi consentiti sul nuovo host per velocizzare il sito. A volte questo è un plugin, altre volte fa parte degli strumenti dell'host.
  17. Bene ripeti la scansione del sito con gli strumenti dei webmaster per vedere se ci sono problemi riscontrati da Google.

Manterremo il vecchio host in giro per una settimana o giù di lì ... nel caso ci fosse qualche problema catastrofico. Dopo circa una settimana di buon funzionamento, disattiveremo il vecchio host e chiuderemo l'account.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.