Sfide di marketing e soluzioni per il 2021

Sfide e soluzioni di marketing per il 2021

L'anno scorso è stato un percorso accidentato per i professionisti del marketing, che ha costretto le aziende in quasi tutti i settori a ruotare o addirittura a sostituire intere strategie di fronte a circostanze insondabili. Per molti, il cambiamento più notevole è stato l'impatto dell'allontanamento sociale e del riparo sul posto, che ha creato un enorme picco attività di acquisto online, anche nei settori in cui l'e-commerce non era così pronunciato in precedenza. Questo cambiamento ha portato a un panorama digitale affollato, con più organizzazioni che competono per l'attenzione dei consumatori che mai. 

È improbabile che questo cambiamento si inverta. La sfida per il 2021 è capire come superare il rumore e offrire il tipo di esperienze significative e personali che possono competere con le interazioni faccia a faccia.

Priorità alla personalizzazione 

Uno dei modi più efficaci per guidare la personalizzazione del marketing è con una visione olistica del percorso di acquisto del singolo consumatore. I dati di terze parti lo rendono possibile. 

Sebbene i cookie e i moduli per i lead possano essere utili, i professionisti del marketing digitale possono fare un ulteriore passo avanti dati comportamentali di terze parti per scoprire ancora più informazioni sul percorso del cliente, tra cui attività di acquisto in tempo reale, visualizzazioni di pagina, iscrizioni e-mail, tempo trascorso sul sito e altro ancora. 

L'uso di dati di terze parti diventerà sempre più importante man mano che continuiamo a vedere cambiamenti nel comportamento dei consumatori causati dalla pandemia. Ad esempio, i dati aggregati compilati da Jornaya hanno rivelato un cambiamento significativo anno su anno nelle tendenze dello shopping online relative all'assicurazione sulla casa. Dopo aver confrontato le prime due settimane di attività di acquisto di assicurazioni sulla casa nel maggio 2020 con le prime due settimane di maggio 2019, Jornaya ha misurato un aumento del 200% nel numero di acquirenti online e un aumento del 191% nella loro attività di acquisto. Questo potrebbe coincidere storicamente con il settore dei mutui ambiente a basso tasso, che ha anche determinato un aumento degli acquisti di mutui online. 

Per ampliare l'esempio, per le imprese di assicurazione sulla casa, la domanda diventa quale di questi nuovi consumatori sta acquistando polizze con l'intento di acquistare e quali si tengono occupati mentre sono bloccati a casa o semplicemente guardano le vetrine digitali perché hanno sentito una notizia segnalare che le tariffe sono basse? 

La combinazione di dati comportamentali di prima e di terze parti consente ai professionisti del marketing di identificare le tendenze che differenziano i livelli di intenti, segmentano il loro pubblico e forniscono messaggi che si allineano con la mentalità di un cliente e, forse, soprattutto, danno la priorità agli sforzi non su ipotesi demografiche ma su dati individuali utilizzabili. Negli ultimi dieci anni o più, molti dei principali team di marketing hanno investito molto nel marketing per le persone, segmentando le campagne e i messaggi in base a gruppi di clienti o potenziali clienti simili. Tuttavia, questo è ancora marketing per la media non per gli individui. 

Il prossimo passo logico nell'evoluzione del marketing è il marketing alla persona in base al comportamento mostrato e non al comportamento medio atteso del gruppo o della persona con cui il team di marketing o gli scienziati dei dati li hanno raggruppati. I dati comportamentali offrono un livello di conoscenza impareggiabile che, ed ecco la parte importante, utilizzati in modo efficace e con la tutela della privacy dei consumatori, offre un enorme valore aggiunto ai professionisti del marketing e ai consumatori migliorando l'esperienza di acquisto. È fondamentale ricordare che proteggere la privacy dei consumatori è importante quanto la raccolta dei dati. Rompi la loro fiducia ei clienti porteranno la loro attività altrove. 

Mettere la privacy dei dati al primo posto  

È stato detto prima, ma vale la pena ripeterlo: la privacy dei dati dovrebbe essere una considerazione nella strategia digitale di ogni marketer. Non solo le organizzazioni devono far fronte a significative sanzioni finanziarie per il mancato rispetto delle normative sui dati, ma le pratiche in materia di dati non sicure possono generare un senso di sfiducia tra i potenziali acquirenti e avere un impatto devastante sulla fedeltà alla marca a lungo termine. In effetti, gli studi hanno dimostrato che i consumatori che ritengono che i propri dati vengano gestiti in modo improprio lo faranno smettila di fare affari con te

Tempistica normativa sulla privacy

1991

La regolamentazione sulla privacy degli Stati Uniti ha influenzato il nostro settore nel 1991 con il Telephone Consumer Protection Act (TCPA), che è attualmente in fase di revisione dalla Corte Suprema.

2018

Saltando in avanti a 2018, l'Unione Europea ha introdotto il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

2019

Il GDPR è stato rapidamente seguito da una storica legge sulla protezione della privacy dei dati negli Stati Uniti, la California Consumer Privacy Act (CCPA), divenuto esecutivo nel luglio 2020. 

2020

Lo scorso novembre, la California è andata oltre il CCPA passando Proposta 24—Noto anche come California Privacy Rights and Enforcement. Ha ampliato il CCPA e ha reso più difficile per i professionisti del marketing rivolgersi ai consumatori in base alla loro attività online. 

La California potrebbe aver aperto la strada, ma stati 30 stanno attualmente valutando le normative sulla privacy dei dati e gli esperti prevedono che l'amministrazione Biden potrebbe perseguire leggi simili a livello nazionale. Il punto è che tutti i professionisti del marketing devono essere pronti a tenere il passo con le mutevoli normative poiché gli elettori - consumatori - e i funzionari governativi continuano a richiedere un panorama digitale che privilegi la privacy. 

Bilanciamento di personalizzazione e privacy 

In superficie, queste due sfide possono sembrare in contrasto. In che modo i professionisti del marketing possono sfruttare i dati individuali per fornire esperienze iper-personalizzate garantendo al contempo che i dati siano gestiti in modo etico e in conformità con le normative sulla privacy in rapida evoluzione? Sebbene i dati comportamentali siano il modo migliore per conoscere un cliente a livello individuale, l'aggiunta di dati comportamentali, in particolare dati raccolti da terze parti, a uno stack martech potrebbe facilmente ritorcersi contro. 

La collaborazione con un fornitore di dati comportamentali e di intelligence è un modo efficiente per ottenere l'accesso a informazioni comportamentali di terze parti, supponendo che anche il fornitore di soluzioni dia la priorità alla privacy dei dati e possa fornire dati deterministici anziché semplici previsioni o dati medi per gruppi di consumatori. 

Jornaya è stato lanciato di recente Attiva 3.0, un aggiornamento della nostra piattaforma di dati comportamentali lanciata per la prima volta nel 2018, che offre agli operatori di marketing un nuovo e ineguagliato livello di trasparenza dei dati. Integrando Activate 3.0 e il loro CRM, i professionisti del marketing possono identificare chi, quando e con quale frequenza i loro clienti e potenziali clienti stanno acquistando i loro prodotti. 

Ha aggiunto anche Jornaya Privacy Guardian  alla sua offerta tecnologica in 2019, un aggiornamento alla sua popolare soluzione TCPA Guardian in grado di dimostrare se i dati di terze parti vengono raccolti in conformità con TCPA e CCPA. 

La collaborazione con un fornitore di dati che ha la privacy nel proprio DNA offre ai professionisti del marketing una tranquillità inestimabile. Possono essere certi che le loro organizzazioni siano protette mentre concentrano le loro energie sulla strategia di marketing e sull'esecuzione per creare esperienze di consumo eccezionali. 

A proposito di Jornaya

Jornaya è un fornitore di dati come servizi per operatori di marketing in settori in cui i clienti investono molto tempo nella ricerca delle loro opzioni per i principali acquisti di vita. Jornaya Activate raccoglie dati di terze parti da una rete di 35,000 siti Web per identificare le tendenze emergenti di acquisto dei consumatori e rilevare quando i singoli clienti mostrano comportamenti nel mercato, mentre il Privacy Guardian di Jornaya garantisce che tutti i dati di marketing siano raccolti in conformità con TCPA, CCPA e altri normativa sulla privacy.

Visita Jornaya

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.