Newsflash: la strategia è ancora importante

newsflash

Ultimamente ho sentito molte conversazioni sul marketing che suonano più come FIRE! di Pronto. Scopo. Fuoco! So che i budget sono limitati e alcuni professionisti del marketing si sentono un po 'disperati. Ma per favore, fatti un favore e ricorda la strategia dietro le tattiche con cui ti carica con tanto entusiasmo.

Se non lo fai da un po', ti consiglio vivamente di rivedere la tua strategia macro a un certo livello. Porsi alcune domande come le seguenti:

  • Chi siamo noi?
  • Per cosa ci battiamo?
  • Cosa facciamo?
  • Chi sono i clienti, dove sono e cosa gli interessa?
  • Chi è la concorrenza e cosa dicono in questi giorni?
  • Qual è la nostra principale differenza rilevante?
  • Cosa vorremmo fosse diverso nella nostra attività il prossimo anno?

Questo non deve richiedere giorni o addirittura ore ed essere tutto fantasioso. Fallo e basta. E scrivi le risposte, per carità. È una buona idea farlo regolarmente. Pensa trimestralmente.

Quindi considera la tua micro strategia. Quali tattiche si collegheranno con i tuoi potenziali clienti e clienti in un modo che si preoccuperanno di te? Come saprai quando stai raggiungendo una certa misura di successo? C'è qualche canale facile che dai per scontato che ha bisogno di una messa a punto? Come puoi integrare il tuo messaggio e le immagini in tutti i tuoi punti di contatto?

Ora, vai avanti e entusiasmati per quella campagna sui dati variabili o per quel blitz sui social media. Se si adatta alla tua strategia.

Commenti

  1. 1

    Amen! Penso che gran parte del problema non sia con i professionisti del marketing, però ... è con i loro capi. A meno che non venga pubblicata una newsletter, un comunicato stampa, un post sul blog o anche un tweet, troppi capi pensano che il marketing non stia facendo il loro lavoro. Se più amministratori delegati facessero domande strategiche al proprio reparto marketing e rallentassero le tecniche di batch e blast, potrebbero effettivamente far crescere la loro attività.

  2. 2

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.