Sono un stronzo?

La regola del no stronzo di Robert Sutton

Sono uno stronzo?

I lettori del mio blog in genere mi difendono e parlano del rispetto, della passione e della compassione che cerco di fornire attraverso il mio blog. È sicuramente un personaggio che progetto e che cerco di perfezionare ogni giorno. I post sul blog hanno il vantaggio di una pre-pianificazione (anche se in passato lo sono stato piuttosto schietto), ma la vita reale non funziona in questo modo.

Ho sempre avuto un vorace appetito di informazioni. Mi arrabbio con me stesso quando qualcun altro fa emergere una nuova tecnologia di cui non so nulla. Dopo una giornata di lavoro, mi seppellisco in Internet alla ricerca di qualsiasi cosa sul pianeta. io volere per sapere tutto. io volere avere un'opinione su tutto (e di solito lo faccio).

Con i miei colleghi, però, lavoro duro per riconoscere dove iniziano e finiscono i confini delle mie responsabilità. Guidando alcune delle strategie più importanti della nostra azienda, non posso permettermi di essere presente a ogni riunione e buttare i miei 2 centesimi in ogni conversazione. Abbiamo assunto dipendenti più competenti e consapevoli del loro mestiere di quanto non lo sarò mai. Sebbene appassionato, ho bisogno di distaccarmi e concentrarmi sulle aree in cui posso e devo avere un impatto.

Questa settimana l'ho affrontata La regola del no stronzo: costruire un posto di lavoro civilizzato e sopravvivere a uno che non lo è by Robert Sutton. Non dalla lettura Serpenti in giacca e cravatta: quando gli psicopatici vanno al lavoro, sono stato così attratto da un libro sul comportamento e la psicologia sul posto di lavoro.

Per anni ho assunto (nessuno mi ha dato) lo stress del successo o del fallimento di un'organizzazione. Ho visto molti dei miei colleghi divorati vivi dallo stress del lavoro e anch'io ho subito terribili battute d'arresto.

Forse mi sto addolcendo con 2 decenni di drammi sul posto di lavoro alle spalle, ma il fatto è che sono altrettanto appassionato del lavoro che faccio oggi come lo ero dieci anni fa. Non scuso la mia passione, né la nascondo mai. Tuttavia, sono cresciuto fino a diventare emotivamente attaccato ai problemi e alle responsabilità di cui i colleghi guideranno la definizione e l'esecuzione.

Il risultato è il successo! In questo momento sto superando i miei obiettivi per il 4 ° trimestre, avendo un enorme impatto nella mia azienda e non venendo visto (del tutto) come un ** buco come potrei essere stato in passato. Mi fido che le persone prendano decisioni intorno a me, anche quando non sono d'accordo. Non metterei mai in pericolo l'azienda o un cliente, ma voglio anche che le persone non debbano guardarsi alle spalle o preoccuparsi di quale potrebbe essere la mia opinione.

Rimanendo emotivamente distaccato da decisioni che non sono mie, mi offre molte più opportunità di migliorare le aree di responsabilità che ho am controllando. Quindi ecco il mio consiglio per avere più successo al lavoro domani:

  1. Smetti di preoccuparti del lavoro che qualcun altro è responsabile di fare.
  2. Esprimi la tua opinione quando richiesto, altrimenti tienila per te (a meno che non metta a rischio l'azienda oi clienti).
  3. Impara come essere emotivamente distaccato da decisioni e processi che non possiedi.
  4. Concentrati sul lavoro che fai può fare la differenza con.

Sarai molto più felice, il tuo datore di lavoro progredirà più velocemente e le persone non ti chiameranno un coglione.

Ordina la regola No Asshole su Amazon

Commenti

  1. 1

    Non mi ero reso conto che questo sarebbe stato un post sul blog in piena regola. Mi aspettavo qualcosa come un sondaggio dei lettori e avrei dovuto spuntare il pulsante rapido sì o no e andare avanti.

    Sto scherzando, signore. Buon post. È davvero difficile per me lasciare andare alcune cose, ma come te penso che sto imparando a farlo sempre di più ogni giorno.

    Potrei dover prendere in prestito quel libro da te, ma sarebbe il libro numero 4 che sto leggendo.

  2. 3
  3. 4
  4. 5
  5. 7

    L'ho notato un po 'ultimamente al lavoro. I colleghi che sono così coinvolti emotivamente in ciò che vedono sono decisioni sbagliate che alla fine non possono controllare. Si traduce in cattiva attitudine, linguaggio del corpo scadente, burnout e deve influire sulla qualità del lavoro. Ancora peggio, sono sicuro che la direzione se ne accorge.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.