Osservazioni su The Long Tail e l'industria musicale

musicista

The Long Tail: Perché il futuro del business sta vendendo di menoUn paio di settimane fa ho incontrato altri leader del marketing di Indianapolis per discuterne La lunga coda. È un grande libro e Chris Anderson è uno scrittore fantastico.

Da quando il libro è stato distribuito, alcune persone hanno sparato a Chris e hanno pensato che lui in qualche modo avesse `` inventato '' La lunga coda. Non credo che Chris abbia inventato la teoria di La lunga coda, ma l'ha illustrato magnificamente.

Durante il nostro pranzo, mentre la gente parlava del libro, penso che molti di noi se ne siano resi conto La lunga coda è più un processo inevitabile come qualsiasi altro settore. C'erano solo un paio di case automobilistiche, una manciata di birrifici, alcuni produttori di elettronica ... ma nel tempo, poiché le tecnologie di distribuzione e produzione si sono evolute, l'efficienza ha continuato a crescere. La coda lunga è quasi come un la legge di Moore per la produzione e la distribuzione.

Penso che l'industria che è più evidentemente colpita da questo sia l'industria musicale. Cinquant'anni fa, c'erano una manciata di studi e una manciata di etichette discografiche che decidevano chi lo faceva e chi no. Quindi, le stazioni radio hanno deciso cosa veniva riprodotto e cosa no. Indipendentemente dalla scelta del consumatore, la produzione e la distribuzione della musica era molto, molto limitata.

Adesso è semplice. Mio sono compone, scrive, suona, registra, mixa e distribuisce musica a un costo minimo attraverso il proprio sito web. Non c'è nessuno tra lui e il consumatore ... nessuno. Non c'è nessuno che gli dica che non può ottenere un contratto discografico, nessuno che gli faccia pagare per registrare un CD, nessuno che gli dica che non suoneranno la sua musica. L'intermediario è stato tagliato fuori dalla soluzione!

È terribile per l'intermediario, ma c'è una fila infinita di persone che sono state "escluse" dalla distribuzione e dalla produzione poiché i mezzi sono diventati economici ed efficienti. È un'evoluzione naturale. Il problema con l'industria musicale è che c'era so molti soldi tra il consumatore e il musicista. Ci sono molti milionari nel settore di cui tu ed io non abbiamo mai sentito parlare.

Quindi ... cosa succederebbe se un grande musicista guadagnasse $ 75 all'anno? E se avessero un 401k, dovessero lavorare ogni settimana per portare a casa la pancetta, dovessero cercare un lavoro qua e là ... è così brutto? Non credo proprio. Ho conosciuto macchinisti che erano artisti con un tornio - il loro lavoro era sempre perfetto ... e non hanno mai guadagnato più di $ 60 all'anno. Perché il musicista vale più del macchinista? Entrambi hanno lavorato per tutta la vita su di loro arte. Entrambi raggiunsero un livello di perfezione che ottenne l'attenzione e il rispetto di coloro che li circondavano. Perché uno guadagna milioni e l'altro a malapena da vivere?

Queste sono domande con cui l'industria musicale deve fare i conti. La capacità di condividere musica attraverso la tecnologia guiderà sempre la gestione e la tecnologia dei diritti digitali. La prossima generazione di sistemi operativi, messaggistica istantanea, ecc. Avrà una condivisione peer to peer che non sarà arbitrata da un intermediario che può essere citato in giudizio. Chiederò a Joe e Joe condividerà una canzone con me, senza alcun servizio in mezzo.

La RIAA e l'industria musicale stanno semplicemente combattendo l'evoluzione di un'industria. Possono provare a prolungarlo, ma non serve.

Un commento

  1. 1

    "Perché uno guadagna milioni e l'altro a malapena da vivere?"

    Perché anche se non pagherei bei soldi per stare a guardare un macchinista al lavoro, venderei la mia anima per i biglietti dei Rolling Stones.

    Ecco perché sono diversi. Io, il consumatore, li valuto in modo diverso.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.