Migliori pratiche SEO sulla pagina nel 2013: 7 regole del gioco

SEO on-page

Ormai, sono sicuro che hai sentito abbastanza parlare di ottimizzazione in-page per durare una vita. Non voglio ripetere gli stessi mantra che hai sentito dall'anno scorso. Sì, la SEO on-page è diventata più importante (riesco a malapena a ricordare un momento in cui non lo era), e sì, la SEO on-page può aumentare o diminuire le tue possibilità di posizionarti in alto nelle SERP di Google. Ma ciò che è cambiato è il modo in cui percepiamo e ci comportiamo nei confronti della SEO on-page.

La maggior parte dei SEO tende a pensare all'ottimizzazione in-page come a un afflusso tecnico di codice molto specifico. Conosci il trapano: meta tag, URL canonici, tag alt, codifica corretta, tag del titolo ben realizzati, rispettosi del limite di caratteri, ecc.

Quelle sono le basi. E a questo punto, sono molto vecchia scuola. Continuano ad apparire nella lista di controllo SEO in-page, ma tu ed io sappiamo che l'intera demografia del SEO è cambiata notevolmente, anche se la premessa di base è rimasta la stessa. A causa di questo cambiamento, anche il modo in cui percepisci la SEO on-page deve adattarsi. Questo è quello che vedremo ora.

SEO sulla pagina: le fondamenta

Se il tuo sito web non è ottimizzato correttamente sulla pagina, i tuoi sforzi fuori dal sito web (creazione di link, content marketing, social media) probabilmente non produrranno risultati sostanziali. Non che non generino nulla, ma più della metà dei tuoi sforzi potrebbe finire per andare in malora.

Non esiste un libro di regole chiaro che dica: fai X, Y e Z nell'ottimizzazione in-page e il tuo ranking aumenterà di A, B o C. L'ottimizzazione in-page si basa su test, analitica ed errori. Si impara di più scoprendo cosa non funziona rispetto a cosa funziona.

Ma tra tutte le cose da tenere a mente, c'è questa: se non ti prendi cura del tuo SEO in-page, probabilmente cadrai o rimarrai indietro: nelle classifiche, nelle conversioni e nel ROI.

Perché The Fuss?

Ma prima chiariamo questo: perché il clamore sulla SEO in-page? Dopotutto, c'è già un sacco di materiale disponibile al riguardo. Molti esperti hanno scritto bene al riguardo.

La mutevole demografia degli algoritmi dei motori di ricerca ha alterato i fattori che influenzano il modo in cui si sceglie di eseguire la SEO. Non puoi più pensare solo in termini di parole chiave e link in entrata. Allo stesso modo, non puoi più pensare solo in termini di meta e tag alt (sì, questo include anche il tag del titolo).

La SEO on-page non riguarda solo il modo in cui è codificato il tuo sito. Riguarda anche l'aspetto essenziale del tuo sito (la visualizzazione del robot) e il modo in cui il tuo sito Web risponde a schermi diversi. Include i tempi di caricamento e l'autorità. E con la direzione che Google sta prendendo nel 2013 e oltre, è chiaro che gli elementi in-page e gli elementi off-page devono allinearsi e concordare tra loro in modo naturale, chiaro e organico. Ecco perché dobbiamo rivalutare la SEO on-page un po 'più attentamente.

1. I meta tag sono solo l'inizio

Conosciamo e utilizziamo i meta tag sin dal loro arrivo. Il meta tag "parola chiave" è scomparso da tempo, come fattore di ranking SEO, ma molto calore è stato generato nelle discussioni sull'utilità dei tag meta description da un punto di vista SEO.

Più significativamente rispetto ai fattori di ranking SEO, è il fatto che i tag meta description offrono l'opportunità di influenzare il modo in cui il tuo sito web viene visualizzato nei risultati di ricerca. Un ottimo tag meta description può far clic sul tuo risultato prima del ragazzo che si classifica sopra di te. È comunque una buona pratica utilizzare le parole chiave quando è possibile, insieme agli identificatori geografici (se applicabile), ma prima di tutto dovrebbe essere l'intento di attirare clic da persone.

2. Canonici, duplicati, collegamenti interrotti, ecc.

I robot di Google sono diventati molto intelligenti, al punto che collegamenti interrotti e pagine duplicate sollevano bandiere rosse più velocemente di un proiettile. Questo è esattamente il motivo per cui troverai i link canonici (e i codici corrispondenti) molto importanti.

I collegamenti interrotti e i falsi non sono solo anti-SEO. Sono anche anti-utente. Qual è la tua prima reazione quando fai clic su un link che mostra solo un errore di pagina?

3. Il punto di vista del robot

Il testo rimane la parte più importante di qualsiasi sito web anche oggi. Mentre Google classifica alcuni video e media più in alto di altri per determinate parole chiave, i siti Web ben formattati e ricchi di contenuti dominano ancora il posatoio.

Per avere una visione di come appare il tuo sito web ai crawler, puoi disabilitare javascript e immagini (sotto Preferenze / Impostazioni del tuo browser) e dare un'occhiata alla pagina risultante.

Sebbene non del tutto accurato, il risultato è praticamente l'aspetto del tuo sito web al crawler. Ora, verifica tutti gli elementi nella seguente lista di controllo:

  • Il tuo logo viene visualizzato come testo?
  • La navigazione funziona correttamente? Si rompe?
  • Il contenuto principale della tua pagina viene visualizzato subito dopo la navigazione?
  • Ci sono elementi nascosti che vengono visualizzati quando JS è disabilitato?
  • Il contenuto è formattato correttamente?
  • Tutte le altre parti della pagina (annunci, immagini banner, moduli di iscrizione, link, ecc.) Vengono visualizzati dopo il contenuto principale?

L'idea di base è assicurarsi che il contenuto principale (la parte che si desidera venga annotata da Google) arrivi il prima possibile con i titoli e le descrizioni pertinenti in atto.

4. Media tempo di caricamento e dimensioni

Google ha notato da tempo le dimensioni e i tempi di caricamento medi delle pagine. Questo entra nell'algoritmo di ranking dalla maggior parte dei conteggi e influisce sulla tua posizione nelle SERP. Ciò significa che puoi avere contenuti abbastanza buoni sul tuo sito web, ma se le pagine si caricano lentamente, Google farà attenzione a posizionarti più in alto rispetto ad altri siti web che si caricano più velocemente.

Google è tutto per la soddisfazione degli utenti. Vogliono mostrare ai propri utenti risultati pertinenti che siano anche facilmente accessibili. Se hai tonnellate di snippet javascript, widget e altri elementi che rallentano i tempi di caricamento, Google non ti assegnerà un posizionamento elevato.

5. Pensa mobile, pensa reattivo

Questo è uno degli argomenti più discussi oggi nel marketing online. Dagli annunci per dispositivi mobili e dalla ricerca locale all'andamento del mercato nel consumo di desktop / tablet, è chiaro che il passaggio a un sito ottimizzato per dispositivi mobili è l'onda del futuro.

Quando pensi a un sito web mobile / reattivo, come lo fai? Reattivo come nelle query multimediali CSS o domini completamente nuovi come "m.domain.com"? Il primo è consigliato spesso perché mantiene le cose nello stesso dominio (link juice, nessuna duplicazione, ecc.). Mantiene le cose più semplici.

6. Autorità e AuthorRank

L'autore-meta prende una nuova prospettiva di vita con Google che promuove il Autore Rank metrico. Tuttavia è un po 'più complesso di così. Dovrai abilitare i rich snippet per il tuo sito web, assicurarti che il tuo profilo Google+ sia pieno e collegarli al tuo blog / sito web. AuthorRank è emerso come una metrica molto importante e tangibile che influisce sul page rank ed è una delle tattiche SEO on-page che dovresti assolutamente fare. Non solo migliorerà le tue classifiche, ma migliorerà anche la tua percentuale di clic nelle SERP.

7. Il design non dovrebbe essere l'ultima cosa della tua lista

Ironia della sorte, ho dovuto scrivere su questo come l'ultima cosa perché molte persone ricordano solo l'ultima cosa che hanno letto in un articolo. Le persone hardcore SEO trascurano regolarmente l'importanza del design.

L'estetica e la leggibilità derivano direttamente dalla progettazione di un sito web. Google è bravo a capire cosa viene visualizzato "above the fold" sui siti web e Google consiglia esplicitamente di posizionare i contenuti above the fold in modo che i tuoi lettori siano trattati per informazioni piuttosto che per annunci.

La SEO on-page non riguarda solo il meta codice e l'URL canonico. Si tratta di come il tuo sito web si connette all'utente e al robot. Riguarda il modo in cui ti assicuri che il tuo sito web sia accessibile e leggibile e che abbia ancora abbastanza informazioni sotto il cofano per consentire ai motori di ricerca di raccogliere facilmente.

Commenti

  1. 1
  2. 3
  3. 4
  4. 5
  5. 6
  6. 8
  7. 9
  8. 10

    Jayson: il contenuto del nostro sito generato dagli utenti. Consentiamo inoltre agli utenti di eliminare i propri contenuti. Se avere collegamenti interrotti influisce sulle nostre classifiche SEO, come posso aggirare il fatto che un utente possa decidere di rimuovere un contenuto dopo che un motore di ricerca lo ha indicizzato?

  9. 11
    • 12

      Le meta descrizioni sono fondamentali per invogliare gli utenti dei motori di ricerca a fare clic, hanno sempre un tag meta descrittivo convincente. Il tag delle meta parole chiave continua a essere ignorato dai motori di ricerca, ma alcune app di analisi li utilizzano. I meta tag geografici non hanno mostrato molte promesse, ma li aggiungerei con qualsiasi dato localizzato. Questo aiuta?

      • 13

        Ciao Douglas, grazie per il follow-up: è fantastico ricevere il tuo consiglio! alcune persone ci hanno detto che i nostri tag SEO non sono buoni, e ho chiesto aiuto ai professionisti help questo aiuta! come dovrebbe essere la lunghezza del titolo?

  10. 15

    Questo articolo è utile. Li ho applicati nel mio sito. Il tempo di caricamento del mio sito è 88. Tutti i tag e js applicati con attenzione, ma il mio ranking del sito è solo 2. Hai qualche suggerimento su come posso creare un ranking elevato per il mio sito.

  11. 16

    Ultimamente sto leggendo molti consigli sui "contenuti above the fold". Ciò significa che il tipico design del modello / tema che vediamo là fuori - il dispositivo di scorrimento dell'immagine gigante sopra, 3-4 blocchi di contenuto sotto e il contenuto del corpo in basso - è in diretto conflitto con quel consiglio?

    • 17

      @ google-323434ee3d2d39bcbda81f3065830816: alcune delle migliori pagine di conversione su Internet sono estremamente lunghe, con testi lunghi, testimonianze, recensioni e descrizioni dei prodotti. "Above the fold" continua in genere a generare più clic in media, ma gli utenti sono abituati a scorrere e non se ne preoccupano. Sbaglierei sul lato dei test e vedrei prima di rendere tutto un sito breve.

      • 18

        Grazie @douglaskarr: disqus .. stai parlando di esperienza utente e CTR, ma ciò che mi ha preoccupato in questo (e altri) articoli è l'idea che "Google è brava a capire cosa viene mostrato" above the fold "su siti web ”. Questo mi fa chiedere se anche un sito con buone prestazioni dal lato ux / conversione sia stato punito in qualche modo. Qualche pensiero su questo o lo sto solo interpretando male?

        • 19

          Non utilizzerei mai Google per impostazione predefinita rispetto a un'esperienza utente. In effetti, direi che i siti con contenuti di pagine superficiali sono spesso più difficili da classificare. I nostri clienti vedono risultati molto migliori quando hanno contenuti "più densi". Se i tuoi utenti adorano i tuoi contenuti, Google adorerà i tuoi contenuti!

  12. 20
  13. 21

    Ciao,
    Apprezzo lo sforzo che hai messo in questo articolo per impartire le migliori pratiche SEO pertinenti e più recenti per posizionarti in alto nei motori di ricerca. Questi sono spesso punti trascurati in quanto la maggior parte enfatizza solo i meta tag, il titolo della pagina e le parole chiave ecc. Ignorando fattori di ranking di ricerca così importanti. Grazie.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.