L'ascesa del marketing e della pubblicità basati sulle persone

pubblicità basata sulle persone

Nel suo white paper sul marketing basato sulle persone, Atlas fornisce alcune statistiche interessanti su marketing e pubblicità basati sulle persone. Pur trascorrendo più tempo sui dispositivi mobili in generale, il 25% delle persone utilizza 3 o più dispositivi al giorno e il 40% delle persone cambia dispositivo per completare un'attività

Cos'è il marketing basato sulle persone?

Alcune applicazioni e piattaforme offrono agli inserzionisti la possibilità di caricare elenchi di potenziali clienti o clienti per abbinare gli utenti tra i due. Gli elenchi possono essere caricati e abbinati agli utenti all'interno del sistema principale in base all'indirizzo e-mail. Quindi l'inserzionista può scegliere come target tali elenchi con campagne specifiche.

Mi ritrovo direttamente in questi mirini. Uso il mio telefono cellulare per sfogliare e-mail e social, quindi il mio tablet per rispondere a molti, e poi mi metto al lavoro di base sul mio laptop. Questo, ovviamente, è un grosso problema per gli inserzionisti. Utilizzando la metodologia dei cookie web, è estremamente difficile collegare i breadcrumb e identificare il potenziale cliente o il potenziale cliente su ogni dispositivo che sta utilizzando.

Secondo le norme OCR Nielson:

  • Il 58% della misurazione basata sui cookie è sopravvalutato
  • 141% di sottovalutazione della frequenza nella misurazione basata sui cookie
  • Precisione del 65% nel targeting demografico nella misurazione basata sui cookie
  • Il 12% delle conversioni viene perso con la misurazione basata sui cookie

Ecco perchè marketing basato sulle persone è in ascesa. Anziché fare marketing sui cookie del browser e tentare di collegare i punti, un'azienda può caricare il proprio elenco di potenziali clienti o clienti direttamente sulla piattaforma pubblicitaria e quindi indirizzare tali utenti su qualsiasi dispositivo. Non è infallibile: molte persone utilizzano indirizzi e-mail diversi tra le loro piattaforme social e piattaforme aziendali. Ma presenta alcuni incredibili vantaggi rispetto ai tipici processi di targeting e segmentazione.

Segnale ed Econsultancy ha intervistato 358 esperti di marketing di marchi nordamericani e acquirenti di media di agenzie per comprendere l'impatto e il futuro dei media indirizzabili all'interno delle loro organizzazioni. Abbiamo scoperto che gli inserzionisti sono pronti ad aumentare i loro investimenti in soluzioni multimediali indirizzabili che legano la loro pubblicità a clienti reali in tempo reale, consentendo loro di indirizzare gli annunci digitali con maggiore precisione e pertinenza. In definitiva, la pubblicità basata sulle persone è per loro una strategia per superare le sfide di un mondo cross-device.

I risultati sono impressionanti! Il 70% degli inserzionisti ha descritto i propri risultati di targeting di prima parte come buoni o attesi, il 63% degli inserzionisti riferisce di percentuali di clic migliorate e il 60% degli inserzionisti ha riscontrato tassi di conversione più elevati Ecco l'infografica completa di Signal:

Marketing e pubblicità basati sulle persone

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.