Professionisti delle pubbliche relazioni: non sei esente da CAN-SPAM

21107405 m 2015

La legge CAN-SPAM è stata rilasciata dal 2003, ma professionisti delle pubbliche relazioni continuare a inviare email di massa su base giornaliera per promuovere i propri clienti. L'atto CAN-SPAM è abbastanza chiaro, copre "qualsiasi messaggio di posta elettronica il cui scopo principale è la pubblicità commerciale o la promozione di un prodotto o servizio commerciale."

I professionisti delle pubbliche relazioni che distribuiscono comunicati stampa ai blogger si qualificano sicuramente. Il Linee guida FTC sono chiari per gli e-mail commerciali:

Spiega ai destinatari come rinunciare a ricevere future email da te. Il tuo messaggio deve includere una spiegazione chiara e ben visibile di come il destinatario può scegliere di non ricevere email da te in futuro. Crea l'avviso in un modo che sia facile da riconoscere, leggere e comprendere per una persona comune.

Ogni giorno ricevo e-mail da professionisti delle pubbliche relazioni e da loro mai hanno un meccanismo di rinuncia. Quindi ... inizierò a ritenerli responsabili ea presentare un Reclamo FTC con ogni email che ricevo che non dispone di un meccanismo di opt-out. Consiglierei anche ad altri blogger di farlo. Dobbiamo ritenere responsabili questi professionisti.

Il mio consiglio per i professionisti delle pubbliche relazioni: trova un fornitore di servizi di posta elettronica e gestisci i tuoi elenchi e i tuoi messaggi direttamente da lì. Non mi dispiace ricevere e-mail pertinenti, ma vorrei avere l'opportunità di disattivare quelle irrilevanti.

Commenti

  1. 1

    C'è una domanda separata qui, che è: "perché quelle persone di PR non creano presentazioni su misura?"

    Essendo io stesso un addetto alle pubbliche relazioni (non essendomi mai avvicinato a te, però), rabbrividisco all'idea di scoppi di email di massa. La migliore pratica continua a essere quella di conoscere il tuo pubblico e di creare presentazioni che lo attraggano, piuttosto che spruzzare e pregare.

    Tuttavia, il tuo post porta a una domanda di follow-up: dovremmo quindi inserire una riga "Per favore fammi sapere se preferisci non avere mie notizie" alla fine di ogni email indirizzata individualmente?

  2. 2

    Ciao Dave! Come minimo, dovrebbe esserci una linea lì dentro. Il fatto che un'e-mail sia indirizzata individualmente o meno non significa che non sia SPAM. Non esiste una dimensione dell'elenco "minima" per le e-mail commerciali. 🙂

    Finché non è personale ed è di natura promozionale, credo che i professionisti delle pubbliche relazioni dovrebbero essere conformi.

  3. 3

    Penso che tu abbia un ottimo punto. Penseresti che a un certo punto i professionisti delle PR avrebbero imparato che hanno bisogno di commercializzare i loro clienti sulla base di relazioni forti invece di spingere i media ... Dovrebbero almeno sapere che non dovresti far incazzare un blogger con un pubblico 😉

  4. 4
  5. 5

    La conformità a CAN-SPAM dovrebbe essere un ostacolo facile da superare, ma ci sono alcune ramificazioni uniche per il normale processo di PR se si impone la vera conformità. L'aggiunta di un link di annullamento dell'iscrizione e del tuo indirizzo fisico dovrebbe portarti quasi sempre dove vuoi essere e tutti gli addetti alle pubbliche relazioni dovrebbero farlo. Tuttavia, tecnicamente sotto CAN-SPAM, una volta che qualcuno annulla l'iscrizione non potrai più inviare loro un'e-mail, a meno che non si riattivi. Potresti considerare diversi clienti come "diverse linee di business" ai sensi della legge in quanto un giornalista potrebbe uccidere per la storia su un cliente , ma considera il tuo rilascio su un altro uno spreco. Inoltre, in qualità di agente (che funge da editore) dell'inserzionista, dovresti condividere le tue esclusioni con l'inserzionista (il tuo cliente) in modo che non inviino a quell'indirizzo email, ancora una volta problematico nel processo di PR. Potresti anche sostenere che non stai vendendo il prodotto in questione al giornalista come consumatore finale, quindi tecnicamente stai inviando un'e-mail informativa o transazionale. E se qualcuno pubblica le informazioni di contatto allo scopo di ricevere comunicati stampa, c'è un consenso implicito. I poster qui hanno ragione sul fatto che si tratta di targeting e soprattutto di rilevanza per il giornalista. Lo spam è negli occhi di chi guarda. Solo alcuni divertenti pensieri CAN-SPAM per la giornata!

  6. 6

    Todd- So che ci sono stati oltre 100 procedimenti penali per Can-Spam. La FTC può citare in giudizio e anche la State AG e gli ISP come AOL possono citare in giudizio con Can-Spam. Quindi aziende come Microsoft hanno ottenuto danni considerevoli da spammer criminali e ho visto la FTC ottenere ovunque da $ 55,000 a oltre $ 10 milioni. Facebook ha ottenuto i premi più grandi arrivando a circa $ 80 milioni. Il rovescio della medaglia è che la maggior parte dei premi non vengono mai raccolti. Anche molte indagini si concludono con accordi senza comunicato stampa, quindi il numero reale di azioni di esecuzione sembrerebbe essere innumerevole. In realtà chiederò al loro ufficio informazioni pubbliche di questo e vedrò cosa riesco a scovare. Saluti!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.