Pubblicità nativa: un nuovo modo di promuovere i tuoi prodotti

Pubblicità Native

Se commercializzi i tuoi prodotti da molto tempo con poco in termini di risultati positivi, allora forse è il momento di considerare pubblicità nativo come soluzione permanente ai tuoi problemi. Gli annunci nativi ti aiuteranno, in particolare quando si tratta di potenziare i tuoi annunci sui social media esistenti e di indirizzare utenti altamente mirati verso i tuoi contenuti. Ma prima, tuffiamoci il cosa di annunci nativi prima di pensare il come.

Cos'è la pubblicità nativa?

La definizione più utilizzata di annuncio nativo è quella del Content Marketing Institute, che descrive la pubblicità nativa come:

Qualsiasi forma di pubblicità a pagamento che fornisce informazioni altamente mirate, interessanti e utili per il tuo pubblico in modo tale da essere distinguibili da contenuti non pubblicitari o nativi.

È pubblicità in un modo in cui il tuo pubblico non interpreta immediatamente il contenuto come un annuncio, ma lo vede come contenuto normale. Inoltre, il contenuto è già utile e interessante per il tuo pubblico, quindi non sembrerà invadente o scoraggiante.

Gli annunci nativi sono disponibili in molte forme e dimensioni diverse. Potresti farlo su Google sotto forma di risultati di ricerca a pagamento. Puoi anche farlo sui social media sotto forma di post sponsorizzati o promossi su Facebook, aggiornamenti sponsorizzati su LinkedIn e inserzioni promosse su Twitter. Puoi anche pubblicare articoli su siti di alta autorità come The New York Times, The Huffington Post, BuzzFeed e Forbes. Puoi anche utilizzare motori di raccomandazione sui contenuti per creare i tuoi annunci nativi. Questi sono gli elenchi di articoli consigliati da tutto Internet che compaiono in fondo agli articoli che leggi su alcuni siti web.

Allora come si integrano gli annunci nativi nella tua campagna di marketing?

Avere un obiettivo chiaro

Gli annunci nativi offrono numerosi vantaggi, indipendentemente dalla forma che assumono. Possono aiutarti a creare consapevolezza e fiducia per il tuo marchio, oltre ad aiutarti ad ottenere più abbonati per i tuoi contenuti. Un vantaggio significativo è che non devi sempre continuare a sfornare nuovi contenuti. Puoi attirare nuovo pubblico utilizzando i post che avevi già pubblicato in precedenza. Ci sono altri vantaggi che ottieni con gli annunci nativi, come prove sociali e SEO efficace per il tuo marchio. Gli annunci nativi raccolgono prove sociali sotto forma di Mi piace e commenti, a differenza dei banner pubblicitari più tradizionali. Quando promuovi i tuoi post su una piattaforma di social media, puoi presentare il tuo messaggio a un pubblico più ampio, il che significa che ottieni più traffico per il tuo blog o il tuo sito web. La pubblicità nativa è particolarmente utile quando hai appena iniziato e non hai ancora il tuo SEO in ordine.

Con il tipo di prova sociale che ottieni dagli annunci nativi, il tuo messaggio sembra più credibile e quindi è più probabile che diventi virale. Quando più persone sono consapevoli del tuo marchio, può tradursi in una maggiore autorità per il tuo marchio sotto forma di segnali e collegamenti sociali, che possono aiutare a ottenere il tuo sito più in alto.

Con la pubblicità nativa, puoi anche far crescere in modo massiccio il tuo pubblico sui social media. I tuoi post sponsorizzati su Facebook e Twitter possono portare nuovi follower e Mi piace, anche se solo se il contenuto risuona con gli spettatori.

Qualità prima della quantità

Per ottenere il massimo dai tuoi annunci negativi, dovrai creare contenuti che forniscano valore ai tuoi lettori, siano interessanti e attirino anche l'attenzione. Erin Schneider, redattrice di un servizio di saggi online a buon mercato, afferma:

Qualunque cosa tu faccia, non creare contenuti che sembrano presentare il tuo prodotto. Alla gente non piace essere venduta apertamente.

Per cominciare, assicurati di pubblicare il contenuto nell'annuncio nativo sul tuo sito web. Dovresti anche assicurarti che la qualità del contenuto sia alta, che includa un invito all'azione e che sia ben mirato al pubblico giusto che non lo troverà troppo dirompente.

Fai buon uso del targeting

Scegli sempre utenti che sono già tuoi clienti o molto simili ai tuoi clienti. Dovresti anche utilizzare il retargeting a tuo vantaggio, indirizzando le persone che hanno già visitato il tuo sito Web in precedenza per visualizzare i tuoi prodotti o servizi.

Gli annunci nativi funzionano anche sui social media

Come accennato all'inizio, la pubblicità nativa include più dei semplici post promossi sui social media. Puoi anche scrivere articoli sponsorizzati sui principali siti di media come Forbes e Buzz Feed. Questi post attireranno l'attenzione sul tuo marchio e potrebbero persino cambiare le percezioni negative esistenti sul tuo marchio.

A seconda di quanto è limitato il tuo budget, troverai utili anche i servizi di raccomandazione sui contenuti. Possono aumentare notevolmente il numero di visualizzazioni dei tuoi contenuti inserendoli nel sito di un editore più grande.

Conclusione

Comunque la guardi, la pubblicità nativa è piuttosto utile, con la maggior parte dei professionisti del marketing che ora la utilizza attivamente. È un ottimo modo per catturare un nuovo pubblico e far conoscere il tuo marchio.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.