Produttività: il Rubrik “veloce, economico, buono”

prezzo velocità qualità

Finché ci sono stati project manager, c'è stato un trucco veloce e sporco per descrivere qualsiasi progetto. Si chiama regola "Fast-Cheap-Good" e ci vorranno circa cinque secondi per capirla.

Ecco la regola:

Veloce, economico o buono: scegli due qualsiasi.

Lo scopo di questa regola è ricordarci che tutti gli sforzi complicati richiedono compromessi. Ogni volta che avremo un guadagno in un'area, ci sarà senza dubbio una perdita da qualche altra parte. Allora cosa significa veloce-economico-buono per i lettori di Martech? Andiamo con qualunque cosa.

Il significato di veloce, economico e buono

Abbiamo tutti un senso di velocità. È il fine settimana di gara qui a Indianapolis e la macchina più veloce vince. Non importa quale progetto stai cercando di realizzare, che si tratti di falciare il prato o di viaggiare sulla luna, vogliamo tutti che sia fatto il prima possibile. Certo, a volte la velocità non è tutto. Alcune delle migliori vacanze sono quelle in cui ci soffermiamo. Alcuni dei prodotti di maggior successo sono quelli in cui i designer non si preoccupavano di arrivare prima sul mercato ma di fare un lavoro migliore. E spesso, correre è uno spreco di risorse. Dopotutto, le auto Indy ottengono solo 1.8 MPG.

E certo, è fantastico risparmiare denaro. Puoi chiamare un esercito di volontari e stagisti per provare a produrre qualcosa e spesso ottenere risultati sorprendenti. Ma riducendo i costi rischiamo anche di sacrificare la qualità. La ricerca di tutti quei posti da salvare richiede tempo. In definitiva, il modo per ottenere il miglior risultato possibile è garantire che tempo e denaro non siano oggetto. Il lavoro di altissima qualità è sempre disponibile quando abbiamo infinite risorse a nostra disposizione.

Veloce, economico, buono e produttivo

Questa regola pratica a volte sembra un po 'ovvia. Sappiamo tutti che ci sono compromessi in qualsiasi progetto. Eppure, come Doug Karr appena sottolineato, la stima del progetto è dolorosa. Questo perché i clienti ci metteranno costantemente nella trappola di cercare di fornire qualcosa che sia veloce, economico e buono allo stesso tempo.

Questo è impossibile. È il motivo per cui le scadenze scivolano, i progetti superano il budget e la qualità ne risente. Devi fare dei compromessi.

Indipendentemente dalle dimensioni del progetto, la regola dell'economicità rapida è preziosa. Se sei un grafico che lavora in Photoshop, puoi risparmiare tempo non mantenendo i livelli separati e organizzati. Se stai cercando di ridurre i costi del tuo marketing via email, puoi sacrificare la qualità provando a farlo internamente (o sacrificare l'urgenza utilizzando un provider di email marketing esternalizzato). Se non ti dispiace alcuni errori di battitura nel tuo articolo, ne trarrai vantaggio producendolo in modo più rapido ed economico. I compromessi sono facili da vedere.

Nel tuo ufficio, puoi usare la regola veloce-economico-buono non solo per prendere decisioni. Puoi anche usarlo per comunicare tra le parti interessate. Quando le persone chiedono che venga svolto un lavoro subito, puoi chiedere loro se preferiscono sacrificare la qualità o pagare per maggiori costi. Se qualcuno vuole conoscere opzioni meno costose, chiedigli se preferirebbe vedere opzioni che collegano i risparmi a meno funzionalità oa un ciclo di sviluppo più lungo.

Hai avuto l'idea. Usa veloce-economico-buono! È un modo potente per comprendere la natura della gestione del progetto, della produttività e dell'interazione con le parti interessate.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.